giovedì 19 gennaio 2012

MegaUpload é stato chiuso

L'universo di "Megaworld" è stato chiuso. Questa notte l'FBI ha concluso la sua operazione arrestando anche alcune persone, tra cui Kim Schmitz, proprietario e amministratore. Da oggi siti come Megaupload, Megaporn (e molto altro) non saranno più disponibili. La quasi totalità di questi siti questi siti offrivano la possibilità di caricare e condividere file di grosse dimensioni sul web, mettendoli poi a disposizione agli altri utenti per il download o lo streaming. Un grande successo, arrivato a costituire quasi il 4% del traffico internet, con oltre 50 milioni di pagine attive al giorno e 150 milioni di iscritti in tutto il mondo. Megaupload ha sede a Hong Kong, fuori dalla giurisdizione USA, ma la presenza di alcuni server sul territorio americano (per l'esattezza a Ashburn, in Virginia) hanno di fatto legittimato l'intervento dell'FBI. Il crimine per il quale l'FBI é scesa in campo non è solo la possibilità concessa agli utenti di caricare, scaricare e fruire in streaming di contenuti spesso illegali in quanto protetti da diritto d'autore, quanto gli introiti intascati dagli amministratori per la fruizione degli stessi. Agli utenti iscritti a titolo gratuito veniva infatti offerto spazio e banda limitata, chiedendo invece denaro per un accesso Premium, senza limitazioni. Un modo, secondo gli inquirenti, per fare soldi, tanti, grazie all'utilizzo quasi esclusivo di materiale protetto da copyright, senza possederne i diritti. Un danno, secondo le stime, che ammonta a 500 milioni di dollari di mancati introiti da parte dei legittimi proprietari. Ora non ci resta che aspettare il prossimo "benefattore".

Nessun commento: