venerdì 20 gennaio 2012

Kodak si inchina al digitale

Tra qualche anno ci chiederemo in quale angolo polveroso della nostra soffitta sarà finita la scatola con i nostri vecchi ricordi, contenente le vecchie fotografie e sarà forse in quel momento che capiremo cosa rappresenti la bancarotta della Eastman Kodak Company: la fine della "società del ricordo". La memoria digitale ha preso il sopravvento nelle nostre abitudini. Ormai con internet una nostra fotografia può fare il giro del mondo in meno di un secondo. Anche la macchina fotografica, prima o poi, andrà in pensione, sostituita da uno smartphone o da un tablet. Addio anche alle pellicole e ai rullini. Ancora mi ricordo, da bambino, quando si entrava da un fotografo e sentivo la frase di rito: "vuole carta Kodak o le altre?". E, ovviamente, si seglieva sempre la prima: carta Kodak! Acquistare un rullino voleva dire partire per una vacanza. Portarlo a sviluppare era invece il rituale inverso: la fine del viaggio. Ma ormai la bancarotta é imminente e resteranno solo i nostri ricordi...

Nessun commento: