lunedì 16 gennaio 2012

Blockbuster sarà una farmacia

I Blockbuster italiani saranno trasformati in parafarmacie: il fallimento della nota catena di videonoleggi non poteva avere epilogo peggiore. La catena di parafarmacie "Essere Benessere" é infatti interessata all'acquisizione di alcuni negozi della catena italiana. Probabilmente 78 punti vendita su 100 saranno riconvertiti in centri per i trattamenti benessere e per la vendita di medicinali senza ricetta. La scelta é voluta dalla disponibilità dei locali con spazi di metratura ampia, anche se non è ancora chiaro se i contratti di affitto saranno convertiti in acquisti immobiliari. Per quanto riguarda invece i 780 dipendenti, l'unica certezza è che le attività in negozio proseguiranno al massimo fino al 31 marzo. In ogni caso nelle parafarmacie lavoreranno solo un centinaio di "ex-Blockbuster", mentre gli altri andranno in mobilità o cassa integrazione. Ovviamente, come era prevedibile, è iniziata "l'ondata" di scioperi. A dicembre hanno incominciato i dipendenti milanesi, mentre lo scorso weekend scorso è stata la volta di tutti gli altri. Fra i motivi della protesta "la sospensione del pagamento degli stipendi deciso dal liquidatore dell’azienda". Intanto la casa madre americana, acquisita in primavera da "Dish Network", ha chiesto che le insegne dei negozi italiani vengano oscurate. E così le vetrine a lutto si preparano a salutare quel che è stata una rivoluzione per tutti gli appassionati del cinema domestico. È finita, ma almeno per una volta era prevedibile, considerata la rivoluzione digitale in corso.

Nessun commento: