giovedì 8 dicembre 2011

Momenti privati su FaceBook

Da alcune ore è stata risolta una grave vulnerabilità in Facebook: il bug ha dato accesso alle immagini di terzi anche a utenti che in teoria non erano in possesso dei necessari privilegi. La notizia e i dettagli della vulnerabilità sono stati diffsi su svariati forum e il meccanismo pare abbastanza semplice, infatti accedendo alla funzionalità di segnalazione di contenuti inopportuni e segnalando un contenuto come "nudità o pornografia" l'utente aveva accesso anche a altri contenuti protetti dai rispettivi proprietari. A far le spese di questo problema di sicurezza è stato lo stesso Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, le cui foto private sono state visualizzate, copiate da terzi e rese disponibili online in modo pubblico. Per i più curiosi ecco dove è disponibile la gallery pubblica. La notizia è stata confermata da Facebook che ha diramato una nota apposita. Il documento non contiene dettagli ma minimizza l'accaduto e sostiene che l'esposizione di contenuti privati è da considerarsi minimale perché il codice oggetto della vulnerabilità era stato da poco aggiornato. Ora, stando alle informazioni diffuse da Facebook, il problema è stato risolto.

Nessun commento: