giovedì 27 ottobre 2011

Un traffico senza paragoni

Ecco che ci risiamo: basta l'apertura di un "supermercato dell'elettronica" per bloccare nuovamente la mia città: Roma! Centinaia di persone in coda anche di notte in cerca di un iPod a prezzi stracciati, di una lavatrice a 69 euro, di un televisore di ultima generazione a costi irripetibili... mettendo inevitabilmente in ginocchio mezza città. Questa mattina sono arrivati in migliaia nella zona di Ponte Milvio fiutando l'affare dell'anno e paralizzando completamente il traffico. In questa folle corsa allo shopping selvaggio era inevitabile che non volassero schiaffi, o scoppiassero risse o spintoni; ingresso vietato ai disabili, per motivi di sicurezza! La gente era in fila già dalle cinque del mattino, con tanto di sacco a pelo, scegliendo di dormire sul posto per essere tra i primi ad entrare ed é così che il viadotto di Corso Francia si é trasformato in parcheggio con auto e motorini parcheggiati un po' ovunque, con file interminabili di automobilisti in speranzosa attesa di scorrere o di trovare un posto. Gli ingorghi in questa zona sono di casa: la gente c'é abituata ma, in genere, succede solo per il derby o per una pratita di Champion's o, al massimo, per un evento sportivo o musicale importante. Ponte Milvio, Cassia, Flaminia, Salaria, Corso Francia, Olimpica, Monti Tiburtini, XXI Aprile, San Giovanni, Prenestina, tangenziale Est: é questo il bollettino delle strade bloccate o congestionate per l'inaugurazione di questa mattina. Tutti in fila per un televisore in vendita a 99 euro, per un cellulare a 19 euro, ma anche per un Iphone a 399 euro o per una consolle Nintendo Wii a 79 euro. Natale si avvicina e tutte queste persone avranno deciso di prendersi una giornata di ferie, rovinando però la giornata a quanti invece vogliono (o meglio,devono) recarsi in ufficio. Ma può bastare un supermarket della tecnologia a paralizzare la capitale? Può bastare un violento temporale per allagare interi quartieri e mandare in tilt una città che sta scendendo sempre più in basso nelle classifiche dell'efficienza e della buona amministrazione? Può bastare un grande corteo di giovani inquinato da centinaia di black bloc a far parlare di emergenza e mettere a rischio la sicurezza di interi quartieri? Insomma: possiamo tollerare che la nostra città venga governata in questo modo da una classe politica così vergognosa?

Nessun commento: