giovedì 22 settembre 2011

Facebook e il web 3.0

La novità del giorno? Facebook si rinnova. Ancora una volta. La nostra maniaca ossessione per i "bottoni digitali" ci perseguiterà ancora, ampliando la sua scelta: ho letto, ho visto, ho ascoltato! Saremo sempre più legati, quasi indissolubilmente, a forme di compiacimento infantile quando ci troveremo ad usare questi nuovi bottoni. E non dite che non é vero! Ora potremmo esprimere meglio (o forse in modo più completo?) il nostro gradimento nei confronti dei nostri amici. La vita sociale di oggi é diventato questo: sostituire virtualmente quel che resta di intellettualmente stimolante nelle relazioni umane. Non parlo di me e dei miei amici. Ormai siamo grandi (vecchi). Il web lo vediamo (forse) in modo diverso dagli adolescenti. A vederli mi fanno quasi pena. Contenti loro e sono io che mi faccio vecchio? Tornando a noi, la notizia é questa: sembra infatti che Mark Zuckerberg stia per annunciare l'evoluzione del bottone "mi piace" introducendone di nuovi: ci saranno "Read" per libri e articoli, "Watched" per film e video, "Listened" per la musica. Un invito per spingerci alla discussione online? Sicuramente un nuovo modo, forse anche intelligente, per permettere a tutte quelle le aziende che producono musica, libri, film, etc. per vendere i loro prodotti sul social network, visto che ora saranno in grado di individuare gusti e preferenze di ognuno di noi in modo mirato e certo. Eh, si: sarà proprio "quel pulsante" lì ad individuare i nostri gusti. Signori e signore, ecco al voi il nuovo grande fratello dei consumi. Ogni nostra preferenza sarà analizzata, così come saranno analizzate le nostre opinioni. Alla fine non avremo altra scelta che accettare tutto quello che Facebook deciderà di proporci. Avremo la certezza di essere osservati, ma tanto continueremo ad usarlo. Internet ormai é questo, espanso alla sua massima potenza. La vita dentro Facebook sarà questo. Avrà successo? Sicuramente si!

Nessun commento: