mercoledì 31 agosto 2011

L'iPad3 arriverà...

L'iPad 3 é ancora lontano; il prossimo tablet di casa Apple non dovrebbe subire nessun ritardo rispetto alla tabella di marcia predefinita (uscita prevista nel 2012) o addirittura essere posticipata all'estate 2012. Viene facile pensarlo perché il recente inserimento nella propria offerta telefonica da parte di Vodafone Italia con i nuovi iPad2 3G sarebbe altrimenti una mossa commerciale fallimentare e, poi, sembra che il nuovo chip A6 sia ancora in alto mare. Secondo Kevin Krewell della società di consulenza Linley Group, infatti, sviluppare un nuovo chip è un compito titanico, persino per Intel. Apple non produce i SoC dei suoi prodotti, quindi mettere a punto l'architettura dell'A6 non sarà un gioco da ragazzi. In secondo luogo, l'A6 è un importante passo in avanti nella progettazione dei chip perché si basa su quattro core (l'attuale A5 è un dual core), e oltretutto ci sono indiscrezioni che ipotizzano l'impiego di una qualche tecnologia 3D non meglio precisata, che probabilmente non ha nulla a che vedere con la soluzione scelta da Intel per l'architettura Ivy Bridge a 22 nanometri. Pare inoltre che Apple sembrerebbe intenzionata a compiere, abbandonando Samsung (che attualmente sforna gli A5 per Cupertino) a favore di TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.). La combinazione di questi tre elementi sarebbe più che sufficiente per convincere Krewell che "la versione finale del chip A6 entrerà in produzione nel secondo trimestre del 2012", e anche questa deadline sarebbe da ritenersi un successo se fosse rispettata, dato che in questo caso gli A6 sarebbero "i primi processori mobile a 28 nanometri ad entrare in produzione". In conclusione, le opzioni su cui Apple starebbe riflettendo sono due: non fare alcuna variazione sul calendario di produzione e annunciare ad aprile 2012 l'iPad 3 (che a quanto pare sarebbe più corretto definire iPad 2 Plus) con il vecchio processore A5, oppure posticipare tutto il ciclo di produzione almeno fino a giugno 2012. Scriveremo tanti di quei post su quest'argomento...

Nessun commento: