sabato 9 luglio 2011

Scarichi film e musica?

Dopo anni di vani tentativi finalmente la RIAA (la Recording Industry Association of America) ha raggiunto un accordo con le aziende americane che forniscono l'accesso ad Internet. D'ora in poi chi condivide illegalmente file multimediali verrà identificato e punito. Questo equivale a dire: "Scarichi film e musica? Da ora in poi non potrai più navigare su internet!". Dopo anni di vani tentativi i burocrati in giacca e cravatta sono riusciti ad attuare il loro piano. Non è il rimborso in denaro che avevano cominciato a teorizzare tre anni fa, ma è comunque un accordo quadro che potrebbe avere un impatto molto importante sul web.. L'associazione delle "media company" americane (che raggruppa le major hollywoodiane e le etichette discografiche) ha ottenuto una vittoria significativa: in caso di download illegale di film, musica e show televisivi, la responsabilità ricadrà sul provider e di conseguenza sui suoi clienti. Questo significa che chi fornisce la connessione a internet dovrà, d'ora in avanti, identificare e bloccare quegli abbonati che condividono o scaricano contenuti che violano la legge sul diritto d'autore. Il nuovo sistema prevede sei diversi avvertimenti, che cominciano con una mail e finiscono con il blocco totale della navigazione, passando per la riduzione progressiva della banda passante. Arriverà anche in Italia una legge del genere? Mi auguro veramente di no.

Nessun commento: