martedì 12 luglio 2011

Anche le email inquinano

Stando all'ultima indagine dell'agenzia per l'ambiente e il controllo energetico francese, un impiegato produce oltre 13 tonnellate di anidride carbonica all'anno. Ogni messaggio di posta elettronica equivarrebbe infatti a 19 grammi di anidride carbonica. Inviare una email inquina quindi più di quanto non ci si possa immaginare! E' quanto emerge da uno studio riportato oggi dal quotidiano francese "Le Parisien". Gli esperti dimostrano per la prima volta che tra il click di invio e la ricezione di un messaggio nella casella di posta elettronica, vengono emessi CO2 e gas a effetto serra. Precisamente ogni mail che ha dimensione di un megabyte equivale a 19 grammi di anidride carbonica. Un valore molto alto se pensiamo che la media delle auto immatricolate in Europa nel 2010 produce 140 grammi di CO2 per chilometro percorso. Aggiungendo quindi altri destinatari alla nostra email arriveremo a percorrere l'equivalente di 1km con un'automobile. La spiegazione di questa assurda situazione é da ricercare nel fatto che i messaggi di posta elettronica, una volta inviati, vengono copiati una decina di volte dai diversi server che si occupano di inoltrarla nella Rete fino alla destinazione finale. E ad ogni passaggio viene consumata la stessa quantità di elettricità. Sono numeri impressionanti che ci fanno riflettere.

Nessun commento: