domenica 24 luglio 2011

Amy Winehouse


Amy Winehouse è morta. Pace all'anima sua. Per ora non sappiamo ancora in quali circostanze è avvenuto il decesso e, personalmente, neanche mi interessa saperlo. Forse una sospetta overdose. Dobbiamo avere pietà per gente del genere? Passeremo giorni a cercare di capire se la morte é stata reale o simulata. Quando si parla di lei si sente sempre dire "genio e sregolatezza". Una vita di eccessi e, forse, ora ha pagato con la vita i suoi vizi. Alcol e droga hanno costellato da sempre le sue apparizioni. Non sono molte le canzoni del suo repertorio che mi piacevano. Ormai faceva più notizia per i fiaschi (e i fischi) che immancabilmente accompagnavano ogni sua esibizione canora. Genio? Ma siamo sicuri? Avere la possibilità di guadagnare saldi facili e con poca fatica grazie al frutto della propria passione per la musica e poi decidere buttarli dalla finestra? Buttare la vita nel gabinetto (per non essere volgari), vuol dire essere geni? Se vi piaceva allora preparatevi ad acquistare il suo prossimo album con i suoi successi e qualche inedito. Se, invece, come me non ve ne può fregare di meno, allora lasciatela nel dimenticatoio. Chissà se almeno ora ritroverà se stessa? Bha?!?

Nessun commento: