mercoledì 29 giugno 2011

Aspettando iCloud

iCloud é il nuovo servizio di Apple (non ancora attivo) che serve ad archiviare i contenuti come foto, musica, applicazioni, documenti, calendari e, tramite una connessione di rete, ed inviarli ai nostri dispositivi (iPad, iPhone, Mac, etc ). Tutto avviene in automatico e, in questo modo, senza dover compiere alcuna operazione potremo condividere le nostre librerie tra tutti i nostri dispositivi. Vediamo quindi nello specifico le funzioni principali del servizio gratuito Apple iCloud indicato come l’erede di MobileMe. Apple ha finalmente reso disponibile un documento ufficiale in cui spiega quali saranno i servizi di MobileMe che saranno presenti anche in iCloud. Al momento infatti MobileMe non accetta più nuovi account, proprio in attesa di veder partire il nuovo servizio previsto per il prossimo autunno. Apple già permette ai suoi utenti di migrare i propri dati da MobileMe ad iCloud, un'operazione che entro la fine di quest'anno dovrà essere eseguita obbligatoriamente da tutti gli utenti per non rischiare di perdere le informazioni. Con iCloud resteranno comunque attivi tutti i precedenti servizi di MobileMe, ad eccezione di iWeb, Gallery e iDisk. Sarà quindi possibile continuare a sincronizzare le email, i contatti, i calendari e utilizzare l'applicazione "Find My iPhone". Apple renderà accessibile il nuovo dominio "iCloud.com" molto probabilmente dopo il rilascio di iOs 5 ed é stato confermato anche che sarà possibile accedervi tramite un'interfaccia web dal proprio computer.

Minacciata la rete libera

L'Agcom vorrebbe istituire una procedura veloce e puramente amministrativa di rimozione di contenuti online considerati in violazione della legge sul diritto d'autore. L'Autorità potrebbe sia irrogare sanzioni pecuniarie molto ingenti a chi non eseguisse gli ordini di rimozione, sia ordinare agli Internet Service Provider di filtrare determinati siti web in modo da renderli irraggiungibili dall'Italia. Il tutto senza alcun coinvolgimento del sistema giudiziario. Questa normativa dovrebbe entrare in vigore tra pochi giorni. Per questo chiediamo l'aiuto di tutti in questa protesta" contro misure che minano "alle fondamenta il diritto di avere una Rete libera e imparziale.

La rete Anonymous ha posto sotto attacco il sito dell'Autorità garante per le comunicazioni, nel nome della libertà per Internet. Personalmente condivido. Pienamente ogni singola parola. Sotto accusa sono le disposizioni contenute nella delibera 1 dell'Agcom 668/2010, che sarà approvata il prossimo 6 luglio (giorno del mio anniversario di matrimonio!), e che potrebbe rendere il nostro il primo paese al mondo in cui un'autorità amministrativa può ordinare, "alla fine di un procedimento sommario, la cancellazione di un contenuto multimediale dallo spazio pubblico telematico". In base al regolamento dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, nel caso in cui dovesse essere riscontrata una violazione del copyright, il gestore del sito sotto osservazione avrebbe 48 ore di tempo per rimuovere il contenuto. Dopo un contraddittorio tra le parti da svolgersi nell'arco di cinque giorni, il Garante potrebbe disporre la cancellazione dei contenuti. I vecchi burocrati del nostro paese ora vogliono provare a controllare e manipolare anche il web, ora che hanno capito (con grande ritardo) che la televisione e i giornali non bastano più quella forza per indirizzare e controllare il pensiero della gente. Ma la gente non é stupida. L'hanno dimostrato gli ultimi referendum.

Il 29 giugno a Roma

Oggi Roma (e i romani) festeggiano i suoi due patroni, i santi Pietro e Paolo. Il 29 giugno per la capitale é un giorno importante, non solo dal punto di vista religioso. E questo bisogna ammetterlo: é una festività regalata alla città e ai suoi cittadini proprio più bello, l'estate, quando il tempo ci permette di godere al meglio della bella stagione con un lungo ponte lavorativo o semplicemente con una giornata in più sotto all'ombrellone. Si sta a casa e non si lavora e i negozi e i centri commerciali restano chiusi. Almeno in apparenza. Nel corso della giornata ci saranno comunque cerimonie religiose nelle varie chiese della nostra città. La festa più importante si svolgerà comunque presso la basilica di San Paolo, ma voglio segnalarvi anche una importante manifestazione che si svolgerà questa sera a Castel Sant'Angelo: in onore del 60° anniversario dell’ordinazione sacerdotale di Benedetto XVI, si svolgerà alle ore 22.00 la "Girandola di Castel Sant’Angelo", presso il Ponte Sant’Angelo. Durerà mezz’ora e sarà uno spettacolo di fuochi d’artificio, a ricordo di quelli introdotti nel 1481 per l’esaltazione del pontificato di Sisto IV. Non mancate ma... lasciate le automobili parcheggiate sotto casa vostra!

lunedì 27 giugno 2011

Arriva Skype per iPad?


L'utilizzo di Skype su iPad2 non é mai stata una di quelle caratteristiche che, fino ad oggi, incentivasse l'acquisto di questo tablet. Certo, non é questa la "motivazione principe" che ci spingerebbe al suo acquisto ma, almeno per quelle che sono le mie necessità, sarebbe sicuramente una delle novità più interessanti. Ancora fino ad oggi infatti é disponibile soltanto la versione per iPhone, che non é comunque ottimizzata per questo dispositivo. È stato però pubblicato in rete un video molto interessante in cui viene pubblicizzata la nuova ed attesa versione di questa app: Skype per iPad! Nel video promozionale viene illustrato, momento per momento, il funzionamento di Skype su iPad 2. Dopo la sua pubblicazione su molti blog il video era stato rimosso. Il video ha tutta l’aria di essere un’anteprima di qualche pubblicità che Skype ha preparato e poi finito in rete senza approvazione dei manager. Al momento non sembra essere uno "fake" e potremmo aspettarci una versione ufficiale da un momento all'altro.

Facebook verso quota 700

Facebook raggiungerà presto l'importante record dei 700 milioni di utenti iscritti. Il più popolare dei social network è cresciuto per mesi con tassi medi di 20 milioni di nuovi utenti, mentre nei mesi di aprile e maggio i nuovi iscritti sono stati rispettivamente 13,9 e 11,8 milioni.
La crescita é in forte diminuzione negli USA e in Canada, ma anche in Inghilterra e Russia dove é stata registrata una brusca frenata nelle nuove iscrizioni. La situazione osservata rispecchia un trend già notato in molti paesi, ovvero nel momento in cui Facebook raggiunge il 50% della popolazione di uno specifico stato il tasso di crescita rallenta. Quanto osservato potrebbe comunque trattarsi di un fenomeno di saturazione ma anche una perdita di fiducia nei confronti del social network. Al centro delle critiche vi sarebbero le modalità di gestione dei parametri relativi alla privacy degli utenti, e in particolare alla brutta abitudine di abilitare di default le nuove funzionalità. Ciò comporta per gli utenti meno attenti una forte esposizione non consapevole dei propri dati.

Lion: ecco alcuni prezzi

Apple ha comunicato il listino prezzi destinato agli utenti business ed education per l'aggiornamento di Mac OS X e Mac OS X Server. Per i clienti Business l'aggiornamento tramite "Online Business Store", un pacchetto di minimo 20 licenze avrà un prezzo di 29,99 dollari per licenza. Saranno inoltre disponibili contratti di mantenimento al prezzo di 49,99 dollari per licenza per la stessa quantità di 20 licenze. Per quanto riguarda invece i clienti "Education", Lion viene messo a disposizione tramite "l'Education Store" al prezzo di 39 dollari per licenza, che comprende anche gli applicativi iWork ed iLife, per ordinativi minimi di 25 licenze. Entrambe le tipologie di utenti riceveranno un codice tramite il quale potranno scaricare da Mac App Store l'installer di Mac Os X 10.7 Lion, che potrà essere installato su tutte le macchine autorizzate dal contratto di licenza. Apple ha inoltre annunciato che a versione server di Lion sarà disponbiile come opzione separata per gli acquirenti della versione client di Lion e disponibile al prezzo di 49,99 dollari. Tutti gli utenti di Leopard Server che intendono effettuare l'aggiornamento del sistema operativo dovranno acquistare Lion e Lion Server in abbinamento, al costo complessivo di 80 dollari.

domenica 26 giugno 2011

Sfiorati da un asteroide

Un asteroide farà visita alla Terra, diciamo che la "sfiorerà" alla distanza di 12.000 chilometri; fortunatamente non c'è alcun rischio di impatto, secondo gli esperti della Nasa. Il passaggio è previsto alle 19 di domani e avverrà in corrispondenza delle coste antartiche bagnate dall'Atlantico meridionale. Sarà un incontro ravvicinato, ma non da record. Il primato per la distanza minima spetta infatti al piccolo asteroide 2011 CQ1, dal diametro di un metro, che la sera del 4 febbraio scorso è passato a 5.480 chilometri dalla superficie terrestre. L'asteroide che si avvicinerà alla Terra domani, chiamato 2011 MD, ha un diametro stimato fra 8 e 18 metri, sarà comunque l'oggetto più grande giunto più vicino alla Terra da quando è attivo il programma di sorveglianza dei piccoli corpi celesti che possono avvicinarsi alla Terra, i cosiddetti Neo (Near Earth Objects). Con l'aiuto di un buon telescopio, il passaggio dell'asteroide 2011 MD potrà essere osservato al tramonto nell'emisfero Sud, da Sudafrica, Australia, Nuova Zelanda, Asia meridionale e Pacifico occidentale. Sono estremamente ridotti, secondo gli esperti, anche i rischi di un impatto dell'asteroide con i satelliti che si trovano nell'orbita geosincrona (a circa 36.000 chilometri dalla superficie terrestre).

sabato 25 giugno 2011

Skype e Facebook insieme!

Nei prossimi giorni dovrebbe essere rilasciata la nuova versione beta di Skype, la 5.5, che integrerà al suo interno la possibilità di accedere al proprio account Facebook. Sembra infatti che a partire da questa nuova versione sarà possibile integrare la propria lista dei contatti di Facebook con l'account Skype, permettendo quindi di utilizzare il client Skype anche per avviare una chat (esclusivamente in modalità "testo") anche con un contatto Facebool, il tutto senza dover essere obbligati ad accedere al social network ed utilizzando un browser internet. Si fa quindi sempre più vicina la possibilità di vedere integrate le chat video anche su Facebook? Le liste di contatti Skype e Facebook resteranno comunque separate e questo sicuramente aiuterà mantenere un pò di ordine tra gli account, ma avremo però la possibilità di conversare con entrambi le tipologie di account. Al momento non ci sono informazioni in merito alle possibilità di configurazione separata del proprio status su Facebook e Skype. Il rilascio di questa nuova versione é imminente e, tra le opzioni aggiuntive, ci sarà anche la possibilità di aggiungere "mi piace" allo status di un proprio contatto Facebook. Al momento, per quanto riguarda la versione Os X non ci sono notizie: chiedete a Microsoft!

Il Commodore 64

Sono passati quasi vent'anni dalla presentazione del Commodore 64, uno dei primi home computer di massa ancora vivo nella memoria di moltissimi appassionati. Avevo già parlato in un mio post di qualche mese fa dell'imminente ritorno sul mercato del Commodore 64, ma questa volta, dopo gli ennesimi ritardi, la notizia é ufficiale: i nuovi dispositivi sono in pre-ordine! Le configurazioni disponibili sono 5. Il modello base è di fatto un "case", poiché mette a disposizione esclusivamente lo chassis e il lettore di card integrato. Il prezzo è di 250 dollari. Trova invece conferma l'adozione, per le altre quattro versioni, di processori Intel Atom D525 dual core, con frequenza operativa di 1,8GHz, abbinata a NVIDIA ION2 per il sottosistema grafico, dotato di memoria dedicata da 512MB. Le configurazioni variano in base alle esigenze, con il modello base in vendita a 600 dollari, integrante una scheda madre mini-ITX con alimentatore, 2GB di memoria DDR2 e hard disk da 160GB. Il sistema operativo é Ubuntu 10.10. Nonostante le tante promesse però non è ancora pronta la versione definitiva dell'atteso Commodore OS 1.0, di fatto un emulatore per rivivere l'esperienza di utilizzo delle origini, abbinato a un pacchetto software molto completo, giochi compresi. Commodore però promette che la versione definitiva verrà pronta a breve e sarà inviata a tutti gli acquirenti. Un prezzo sicuramente alto per un pc con linux, ma l'emozione di vedersi nuovamente catapultati agli albori dell'era informatica e trovarsi a giocare nuovamente con un C64 é forte. Basterà questo a farci spendere almeno 600 dollari? Per maggiori informazioni questo é il link al sito ufficiale.

La neutralità della rete

L'Olanda è la prima nazione in Europa ad aver portato il concetto di "network neutrality" all'interno delle proprie leggi. Di fatto con questo provvedimento, scelto e deciso dal parlamento olandese, gli operatori di telefonia mobile non potranno bloccare o mettere a pagamento l'eventuale utilizzo di applicazioni di comunicazione alternative, come ad esempio Skype o WhatsApp. Il concetto di "neutralità della rete" è piuttosto semplice e può essere così spiegato: la connessione e il traffico non deve essere in alcun modo bloccato o limitato, garantendo all'utente finale la completa assenza di ostacoli. Una neutralità nell'utilizzo, insomma. La normativa era stata proposta già nel mese di maggio, e arrivava in seguito alle decisioni prese da alcuni dei provider olandesi stessi che, per adeguarsi e seguire alcuni nuovi piani tariffari presenti in altri paesi europei, imposero un pagamento aggiuntivo per sfruttare servizi come Skype. Il provvedimento del parlamento olandese potrebbe aprile la strada al dibattito e rappresenta un importante precedente per molte altre nazioni: la connessione deve essere garantita e priva di ostacoli. Spazio quindi alla possibilità di differenziare l'offerta in base alla velocità e alla capacità della connessione, ma nessun impedimento nell'utilizzo della stessa. Succederà mai una cosa del genere in Italia? Ne dubito!

E' arrivato Os X 10.6.8

Apple ha da poco rilasciato l’attesa versione Os X 10.6.8. L'installazione di questo update é vivamente consigliato a tutti, anche perché introduce importanti miglioramenti dal punto di vista della sicurezza. L'aggiornamento a questa versione é comunque obbligatorio per tutti quelli che sono interessati ad acquistare OsX Lion a partire dal mese di luglio. E' infatti presente un update per il Mac AppStore che renderà possibile l’installazione di Mac OS X Lion una volta che sarà reso disponibile nelle prossime settimane. Ecco l'elenco dei bugfix e delle novità introdotte:
  • Mac App Store migliorato per preparare Mac all’aggiornamento a Mac OS X Lion
  • Risoluzione di un problema che può causare la chiusura improvvisa dell’anteprima
  • Supporto di IPv6 migliorato
  • Affidabilità VPN migliorata
  • Identificazione e rimozione di varianti note di Mac Defender

Il tenente Colombo

L'attore americano Peter Falk, il celebre Tenente Colombo, è morto all'età di 83 anni. Per tutti era l'infallibile detective che con il suo aspetto trasandato e apparentemente distratto riusciva sempre ad incastrare il colpevole. Durante la prima serie (il primo episodio fu diretto da un 22enne di belle speranze, Steven Spielberg) andò in onda negli Usa il 20 febbraio 1968, Peter Falk alias Tenente Colombo, ha usato sempre la stessa camicia, la stessa cravatta, gli stessi pantaloni e le stesse scarpe, oltre naturalmente allo stesso impermeabile. Ne comprò uno nuovo solo in un episodio del 1992.

giovedì 23 giugno 2011

E' arrivato Firefox5

Mozilla ha rilasciato la nuova versione di Firefox, aggiornandosi alla release 5. I cambiamenti presenti in questa nuova versione (a detta degli autori) dovrebbero essere più di mille, anche se dal punto di vista dell’interfaccia grafica poco é cambiato. Per quel che riguarda il funzionamento invece, sono stati introdotti alcuni miglioramenti che dovrebbero consentire una navigazione più sicura e veloce. È stato anche migliorato il supporto allo standard HTML 5 e alle animazioni CSS (il browser ha ancora un punteggio di 97/100 al test Acid3, a differenza di Chrome che raggiunge 100/100); anche l’esecuzione dei Javascript dovrebbe essere stata velocizzata. Una novità interessante potrebbe essere la fuzione "Do Not Track", per la protezione della privacy contro la pubblicità personalizzata. Questa funzionalità, se attivata, imporrà ai siti web di non raccoglie informazioni sull’utente. Questa funzione comunque è ancora inutile, perché al momento sono pochissimi i siti che la supportano. Per quanto mi riguarda la novità più importante sembra essere la migliorata la gestione delle risorse di memoria, che causava continui (e pesanti) rallentamenti. Potete scaricare gratuitamente la nuova versione cliccando su questo link.

DropBox senza password!

Dropbox ha disabilitato per quattro ore l’autenticazione via password: chiunque avrebbe potuto accedere ai documenti di tutti gli utenti. Per fortuna, stando alle dichiarazioni ufficiali, in quel momento l’attività sugli account ha coinvolto appena l’1% degli utenti registrati. Nessuno dovrebbe essersi accorto di questa possibilità. In pratica, sarebbe bastato conoscere l’indirizzo e-mail di un utente per accedere al suo profilo e prenderne il controllo. Caricare, scaricare ed eliminare i file. Oppure cambiarne la password, rendendo l’account inaccessibile al proprietario quando il sistema d’autenticazione è stato ripristinato. È stato un errore imperdonabile. Dropbox era stato nel centro del mirino alla fine d’aprile per alcuni aspetti controversi riguardo ai termini d’utilizzo. La società avrebbe autorizzato degli enti governativi ad accedere ai documenti degli utenti, qualora fosse stato richiesto. Questa volta un errore ha messo in pericolo i profili. Tempo di trovare un’alternativa?

venerdì 17 giugno 2011

VOI siete l'Italia peggiore



E' difficile far finta di niente e non commentare la vicenda che ha visto coinvolto il ministro per la Funzione Pubblica Renato Brunetta. “Siete l’Italia peggiore”: é questa la risposta alla contestazione di un gruppo di precari, che lo hanno accolto con uno striscione provocatorio: “Si scrive innovazione, si legge precarietà”, intervenuti per denunciare “l’abuso della flessibilità e la precarietà istituzionalizzata all’interno delle agenzie tecniche che lavorano per conto della Pubblica Amministrazione”. Una volta concluso il suo intervento, due donne, precarie dell’agenzia tecnica del Ministero del Lavoro, dalla platea hanno chiesto di poter fare qualche domanda. Il politico le ha invitate a salire sul palco e a presentarsi, ma appena hanno pronunciato la parola “precari”, l’onorevole Brunetta si è spazientito e senza nemmeno ascoltare quello che le due donne avevano da dire è sceso dal palco, dicendo: “Grazie, arrivederci. Questa è la peggiore Italia!”. Dalla sala si è levato un coro di contestazioni contro la reazione del ministro, che ha fatto capire subito di non voler minimamente interloquire con i precari, ecco che allora i manifestanti lo hanno contestato: “Questa è la vostra innovazione, ministro? Sei un buffone, un pupazzo!”. E ancora: “Siamo noi precari che produciamo il Pil di questo Paese, andate a lavorare!”. A questo punto il ministro si è affrettato ad abbandonare il convegno, e a strappare lo striscione che i precari avevano srotolato davanti all’uscita per impedire che se ne andasse. Ieri sera ho assistito ad una sua intervista su Sky, in cui il ministro commentava l'accaduto e diceva di essere stato aggredito e spintonato, per questo motivo aveva deciso di andarsene. Il ministro ha anche avuto la faccia tosta di diffondere un suo video in cui confermava la sua versione dei fatti. Questi personaggi non hanno capito che ormai la tecnologia é a portata di tutti. La televisione é in declino e la gente (soprattutto le nuove generazioni) non si fanno più incantare dai finti pifferai magici. Ovviamente é stato diffuso anche il video integrale sulla vicenda, che mostra il reale svolgimento degli avvenimenti, che smentisce definitivamente le dichiarazioni del ministro. Se avesse un minimo di dignità avrebbe già dato le dimissioni, ma qui siamo in Italia e le poltrone vengono occupate a vita. Complimenti ministro. Mi vergogno io per lei. Sono i nostri politici a rappresentare "l'Italia peggiore", non certo i lavoratori, per lo più precari! Buffone e arrogante.

Colosseo al chiar di luna

Dopo il grande successo riscosso la scorsa estate dall'iniziativa "la luna sul Colosseo", questo monumento tra i più visitati al mondo tornerà a essere aperto ogni sabato sera dalle 20.30 a mezzanotte con dieci turni di visite e sino al 17 settembre.

Con questo annuncio il sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali, Francesco Giro ha comunicato ufficialmente la nuova iniziativa che vedrà protagonista il Colosseo, con visite guidate in notturna a partire dal prossimo sabato. Oltre alla mostra dedicata all'imperatore Nerone, sarà possibile accedere con un supplemento sul biglietto ai sotterranei, aperti per la prima volta al pubblico nel 2010, dopo trent'anni di oblio. Le visite dell’anfiteatro Flavio, organizzate in gruppi guidati da un archeologo, prevederanno dieci turni di visita. Il percorso, organizzato in gruppi di 40 persone ciascuno, mostrerà in un tour guidato le bellezze dell’anfiteatro; i temi trattati spaziano dall’architettura del Colosseo al funzionamento dell’apparato tecnico che consentiva il sollevamento di uomini e animali dai sotterranei al piano degli spettacoli, l’arena, alle molteplici attività e ai passatempi cui gli spettatori erano dediti nei momenti di pausa. Dovrebbero essere invece rinviate a settembre le visite serali alle Terme di Caracalla, causa la presenza attuale delle infrastrutture che ospiteranno la stagione dell'Opera di Roma all'aperto. Quando ripartiranno, le visite consentiranno di conoscere le caratteristiche architettoniche e l’apparato decorativo dell’edificio termale, oltre alle diverse funzioni di ogni singolo ambiente.

martedì 14 giugno 2011

La sconfitta della televisione

Più del 57 % degli italiani aventi diritto hanno votato per il referendum; stiamo parlando di più di 27 milioni di italiani che nelle giornate di domenica e lunedi hanno deciso di recarsi alle urne, per niente agevolati nelle loro scelte dai mezzi d'informazione televisiva, il cui contributo a questa campagna é stato praticamente inesistente. Parlare dei referendum in televisione era un argomento tabù: vietato parlarne, e basta. Un silenzio quasi assordante in uno stato di diritto. Visto il risultato che abbiamo ottenuto é chiaro che anche in Italia la televisione, dopo aver perso anche le ultime briciole di credibilità, ha ceduto definitivamente il passo ai nuovi media: Facebook, i blog, YouTube, ma anche le email sono diventati ormai i nuovi mezzi che hanno sensibilizzato e movimentato gli elettori su queste importanti questioni. Proprio come é successo nei mesi scorsi in Africa. Difficilmente i governi potranno imporre la loro demagogia sulla rete, cercando di controllare la voce della gente ed imporgli il silenzio. Ormai i telegiornali sono superati. Non sono attendibili e la gente l'ha capito bene. Non siamo stupidi. Lo dimostra anche il boom di ascolti del telegiornale di Enrico Mentana su La7, a mio parere il più obbietivo e imparziale. L'informazione é, e deve essere, libera. Il presenzialismo della politica in televisione è stato battuto dalla rete. Questo é innegabile e me ne rallegro. D’altra parte Obama ha rivoluzionato la politica americana aprendo alle sottoscrizioni online e in Italia Beppe Grillo ha costruito il suo movimento politico partendo proprio dalla rete. E ora si apre una nuova era per la comunicazione anche nel nostro paese. I signori della politica hanno capito la lezione: la gara si corre e si vince sul web. Non certo controllando le televisioni. In parlamento non c'é l'Italia dei referendum. E proprio questa l'Italia che ha dato uno schiaffo memorabile alle ambizioni dei nostri politici.

l'iPhone4 a basso costo

Da oggi anche in America sarà possibile acquistare un nuovo iPhone senza alcun vincolo contrattuale. Apple ha infatti deciso di rendere disponibile anche sul mercato americano l’iPhone 4 in versione "unlocked", proprio come accade in moltissimi paesi già da 4 anni. Fino ad oggi negli Stati Uniti era infatti possibile acquistare un iPhone solo sottoscrivendo un abbonamento con un operato telefonico (Verizon o AT&T) ma il dispositivo acquistato era in versione "sim-locked", ossia funzionava soltanto con le rispettive Sim telefoniche dell'operatore telefonico con cui si era sottoscritto il contratto. Se si voleva utilizzare il telefono con una Sim di un differente operatore era necessario utilizzare un software per lo sblocco del telefono, al pari del jailbreak. La notizia é molto interessante, perché ora anche noi europei potremmo finalmente acquistare questo telefono ad un costo molto più basso grazie al cambio favorevole euro/dollaro.

lunedì 13 giugno 2011

Era nucleare

L'Italia ha deciso

Non é bastato il bavaglio televisivo a fermare la volontà del popolo italiano di esprimersi su argomenti importanti per il nostro futuro. L'esito era scontato, non certo la partecipazione. Ha vinto il si ed il quorum é stato raggiunto. Alla faccia dei nostri politici corrotti. Poche volte mi viene spontaneo dirlo, ma questa volta é sincero: grazie Italiani!

Ecco il "conto" per la Sony

Sony ha stimato in 170 milioni di dollari l’ammontare dei danni subiti durante il forzato periodo di manutenzione del PlayStation Network, reso obbligatorio dal famigerato attacco hacker nel quale sono stati trafugati dati personali di milioni di utenti. Il colosso giapponese rende noto che questa perdita non andrà ad influire negativamente sul budget per lo sviluppo di nuovi giochi, poiché i profitti di questo anno fiscale per la divisione videoludica hanno superato i 435 milioni di dollari (sebbene l’intera azienda abbia un enorme negativo di ben 3,14 miliardi di dollari). Mi viene comunque difficile pensare che "un tarlo" non possa insinuarsi nelle idee ddegli utenti, al solo pensiero che i propri dati personali siano esposti in modo così pericoloso agli attacchi di hacker.

venerdì 10 giugno 2011

Ricordiamoci

Il "cazziatone"


Non peso servano ulteriori parole per commentare questo video. Dedicato ai politici di destra e di sinistra, sensa dimenticarsi quelli del centro!

domenica 5 giugno 2011

L'eclissi con luna rossa

Dopo l’eclisse parziale di sole del 4 gennaio scorso, quest’anno ci porta un altro bellissimo appuntamento astronomico: una eclisse totale di luna, che si verificherà la sera del 15 giugno in un orario molto comodo per noi italiani. L’intero fenomeno infatti sarà visibile già dalla prima serata e si concluderà a mezzanotte. L'ombra della terra oscurerà completamente il nostro satellite per un'ora e 40 minuti e avremo tutto il tempo per goderci con calma il fenomeno. In questa occasione la luna si immergerà completamente nel cono d’ombra terrestre assumendo la caratteristica colorazione rossastra: la famosa "luna rossa". Ecco gli orari delle varie fasi dell’evento (ora italiana):

  • 20:23 – (inizio parzialità) – la luna inizia il suo ingresso nel cono d’ombra terrestre. Apparirà quindi come “morsicata”;
  • 21:23 – (inizio Totalità) – la luna si immerge completamente nel cono d’ombra terrestre, acquisendo una debole colorazione rossastra;
  • 22:13 – (centralità) – fase clou dell’evento;
  • 23:03 – (fine totalità) – la luna inizia il suo egresso dal cono d’ombra;
  • 00:02 – (fine parzialità) – la luna esce completamente dal cono d’ombra. Fine evento.

sabato 4 giugno 2011

Building WinZoz 8


Windows 8 non è più soltanto un progetto (non che la cosa mi preoccupasse), ed ora la nuova versione del sistema operativo di casa Microsoft si é mostrato per la prima volta agli utenti! Lasciatemelo dire: beati voi! Da quando ho avuto il mio nuovo portatile aziendale Sony sono stato costretto a convivere con WinZoz 7 e, a fatica, riesco a sopportarlo. Mi viene la pelle d'oca a pensare come sarà il nuovo clone di Vista! Fortunatamente il mio utilizzo aziendale é limitato ad Outlook e a Office ed evito con cura addirittura di spegnerlo, perché solo per avviarlo ci vogliono un paio di minuti. Devo anche ammettere che anche il semplice "risveglio" dalla modalità stand-by non é certo più veloce! Per fortuna esistono le "virtual machine" e sono riuscito a virtualizzare OsX, e lo utilizzo senza grossi problemi di performance anche su questo pc. Mi viene allora proprio da ridere pensando alla presentazione delle novità che saranno introdotte in questa nuova versione. In WinZoz 7 ho trovato alcune funzionalità di Snow Leopard che sono state compiate così male da renderle quasi inutilizzabili; e ora cosa ci aspetterà di nuovo? Ma ecco qualche anticipazione. La versione 8 sarà sviluppata per essere installata in versioni diverse e dedicate, sia sui computer tradizionali che sui tablet e gli smartphone. Un cambio di passo rispetto alle abitudini di Microsoft, che finora ha sempre distinto le versioni pc da quelle dedicate ad altre tecnologie. Ma anche in questo ha preso l'idea da Apple. Non che essa sia stata brevettata, ma gli amici di Bill Gates sono arrivati a questa decisione dopo quasi 30 anni sul mercato! Questa volta sotto la bandiera di WinZoz 8 saranno raccolte le versioni per computer, per smartphone e per tablet, con un unico denominatore: il "touch". Grazie a questa scelta si potrà comunque mantenere la compatibilità tra i dati, con la versione di Office sviluppato appositamente per i Pc e quella per i tablet, due cose distinte e ottimizzate per la tecnologia che le ospiterà. Le "chicche" di queste prime rivelazioni ci sono state offerte direttamente da Steve Sinofsky, responsabile del settore Windows e Windows Live di Microsoft. Una scelta sicuramente dettata dalla necessità di contrastare Apple, che proprio lunedì svelerà il nuovo MacOs Lion e iO5. Ho visto il video e devo ammettere che mi ha annoiato. Mi ricorda molto la versione sviluppata per gli smartphone. Regaliamo comunque un 6 e 1/2 a Microsoft per l'impegno e per la volontà che ha sempre mostrato di innovare e di confrontarsi con i suoi competitor; cosa questa che non può fare altro che portare vantaggi a tutti gli utenti!

Le novità del WWDC 2011

Ora è ufficiale: al prossimo WWDC 2011 che si terrà come da tradizione al Moscone Center di San Francisco il prossimo 6 giugno, Apple presenterà il suon nuovo "prodotto" iCloud, insieme a Lion e iOS 5. Secondo un scoop giornalistico del Los Angeles Times il servizio di "cloud computing" offerto da Apple sarà gratuito per il periodo iniziale e poi costerà 25 dollari l’anno e introdurrà lo streaming in iTunes, liberandolo dal download, in modo da rendere la propria playlist disponibile ovunque ci sia una connessione internet e su qualunque iDevice Apple, oltre ovviamente alla possibilità di condividere quant'altro si voglia. Un prezzo più che abbordabile se le funzionalità introdotte saranno interessanti. Nessuna nota ufficiale però é stata ancora rilasciata in risposta a quanto affermato dal giornale. Tutto ancora da scoprire. Non è chiaro neanche se iCloud includerà ulteriori servizi che non siano collegati direttamente alla musica. Sembra comunque che verranno introdotti incentivi e sconti per favorire gli studenti e gli insegnati, oltre a favore chi acquista un nuovo Mac o altri prodotti con la mela. Sembra infatti che Apple (forse) abbia capito che la concorrenza incomincia ad essere agguerrita; non può certo più bastare il richiamo del marchio e, giustamente, se si vuole il controllo di ampie fette di mercato non può fare altro che abbassare il prezzo dei prodotti o cercare di incentivarlo. Rimane comunque sempre il "noioso" problema del rinnovo tecnologico, che ormai manda in pensione i vecchi prodotti in poco meno di 9 mesi, spingendo i clienti ad acquistare sempre qualcosa di nuovo. A breve toccherà all'iPhone 3Gs che si vedrà escluso dal nuovo upgrade a iOs5. Il mio interesse é comunque incentrato sul nuovo sistema operativo "Lion", proprio per scoprire quali saranno i nuovi dispositivi che questa volta saranno tagliati fuori, anche perché il mio buon e vecchio mini mac incomincia ad avere la barbetta bianca e io non ho proprio intenzione di cambiarlo!

giovedì 2 giugno 2011

La moratoria sul nucleare

2 giugno 1946

Il 2 giugno é la data in cui si celebra la festa della Repubblica Italiana. In questo giorno viene ricordato il referendum istituzionale del 2 e 3 giugno del 1946 con il quale gli italiani vennero chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, monarchia o repubblica, dare al Paese, dopo la caduta del fascismo. Si trattò della prima vera consultazione a suffragio universale della storia d’Italia e la partecipazione al voto fu altissima, circa il 90 % degli aventi diritto, per l’esattezza 24.947.187 di cittadini si recarono ai seggi elettorali. Il risultato sancì la vittoria della Repubblica con 12.717.923 voti contro i 10.719.284 ottenuti dalla Monarchia. In seguito al risultato Umberto II, allora Re d’Italia, partì per l’esilio e la XIII disposizione transitoria della nuova Costituzione vietò l’esercizio dei diritti politici ai membri ed ai discendenti di casa Savoia e l’ingresso in Italia ai discendenti maschi della famiglia. Tale disposizione venne in seguito abrogata, tanto da consentire ai Savoia di tornare in Italia il 15 marzo 2003, dopo ben 57 anni di esilio. Ciao Italia!

mercoledì 1 giugno 2011

Sull'atomo decide la gente!

Il referendum sul nucleare si terrà il 12 e 13 giugno insieme ai due sulla privatizzazione dell'acqua e a quello sul legittimo impedimento. La Corte di Cassazione ha accolto l'istanza che chiedeva di trasferire il quesito sulle nuove norme votate nel decreto legge Omnibus. La richiesta di abrogazione rimane quindi la stessa, ma invece di applicarsi alla precedente legge si applicherà alle nuove norme (art. 5, commi 1 e 8) e dovrà essere modificato il quesito. La Suprema Corte ha stabilito a maggioranza quindi che le modifiche apportate dal governo alle norme sull'energia nucleare non precludono lo svolgimento del referendum. Sull'atomo deciderà il popolo e non i nostri politici, che avevano deciso di farsi portatori della volontà popolare. Affilate le matite: il referendum si farà!

HSE24 é arrivata in Italia

Da qualche mese ho cambiato datore di lavoro e mi occupo di "Businness" (con la "B" maiuscola), anche se il mio campo principale é sempre l'informatica. E' proprio per questo motivo che in questi ultimi periodi non riesco ad essere molto presente sul blog. A partire dal mese di luglio dovrei comunque riuscire a riprendere a pubblicare con una certa costanza. Dalla metà aprile lavoro infatti in Home Shopping Europe 24 e, finalmente, dopo mesi di duro lavoro, i nostri sforzi sono stati premiati e il tanto atteso "Go-live!" é arrivato! Il nostro sito di eCommerce (www.hse24.it) ed il canale televisivo (visibile sul numero 37 del digitale terreste) sono ora visibili a tutti. Come era logico aspettarsi la vigilia é stata molto frenetica e tutti noi abbiamo fatto "la nottata" per cercare di ultimare i preparativi sul nostro portale web. Fortunatamente tutto é andato per il meglio e siamo riusciti a sistemare tutti i problemi che ci erano stati segnalati proprio nelle ultime ore. Anche il mio gruppo, che si occupa di Sap, ha concluso brillantemente le sue attività e, dopo le lunghe giornate di "battaglia" con i nostri consulenti tedeschi, alle ore 19.00 ci é stato comunicato che tutti i principali problemi erano stati risolti. All’interno del nostro palinsesto televisivo gli show di vendita avranno la durata di un’ora, ognuno con un tema specifico, in linea con quanto avviene già nei paesi dove il canale si è affermato (nord Europa). La novità che vogliamo introdurre in Italia riguarda il "linguaggio" narrativo, più vicino a quello di un programma di intrattenimento che a quello di una televendita vecchio stile: il prodotto viene presentato in studio, con la presenza di un esperto che ne illustra le caratteristiche e lo dimostra dal vivo evidenziando le funzionalità e come queste possano risolvere alcuni piccoli o grandi problemi della vita di tutti i giorni. Benvenuta Hse24!