lunedì 9 maggio 2011

Cuba: i viaggi all'estero

Per la prima volta da oltre 50 anni saranno autorizzati i viaggi all'estero per turismo. Il governo sta infatti valutando la possibilità di "permettere ai residenti cubani di lasciare il paese e viaggiare come turisti", si legge in una delle 313 riforme economiche proposte dal VI congresso del Partito comunista di Cuba (Pcc) un mese fa, ad aprile. Il documento pubblicato oggi non dà però nessun dettaglio sulle procedure di autorizzazione, ma ufficializza i primi cambiamenti già anticipati dal presidente Raul Castro. Attualmente per uscire dal Paese i cubani devono presentare un richiesta a pagamento di 150 dollari, che può tuttavia essere respinta. I viaggi all'estero vengono limitati a 30 giorni e le spese per l'autorizzazione ammontano a circa 400 dollari. Una sintesi di 48 pagine del testo relativo ai 'Lineamenti sulla politica economica e sociale del Partito e la Rivoluzione' è in vendita da oggi nelle edicole dell'Avana e delle altre città del paese, hanno reso noto fonti ufficiali.

Nessun commento: