venerdì 10 settembre 2010

Il Dr. Jones e la sua folle crociata

Quelli di Al Qaeda hanno appiccato il fuoco e si godono l'incendio. Ogni tanto (e quando possono) lo alimentano con una strage. Oppure sfruttano la "legna" fornita generosamente da altri: l'idea di aprire una moschea a due isolati da Ground Zero, il predicatore folle della Florida e qualsiasi provocazione (vera o presunta) che appaia sulla faccia della Terra. Certo, non è il sollevamento popolare che sognava Bin Laden quando ha lanciato l'attacco all'America, ma è una lunga coda di veleni e violenze sulla quale Al Qaeda vuole mettere il suo marchio. Anche se molti esperti ritengono che Osama sia diventato irrilevante. Quasi volessero privarlo dei "meriti" jihadisti che si è guadagnato spargendo il sangue dei nemici. E si aggiunge, misurando la forza del terrore dal numero di vittime, che i qaedisti sarebbero meno letali.

Nessun commento: