venerdì 24 settembre 2010

Ormai abbiamo perso la bussola

Uno ci prova ad evitare argomenti che trattino di politica ma, con tutta la buona volontà, non se ne può proprio fare a meno. I problemi italiani sono tanti, ma non sono certo quelli legati alla proprietà di un appartamento a Montecarlo ad avere la priorità assoluta... o forse mi sbaglio?!? La politica italiana é uno schifo; di destra, di centro o di sinistra. Prendetela come volete ma é sempre uno schifo! Uno spettacolo indecoroso. Ora, in Italia, può benissimo capitare che un premier detentore di decine di società offshore oltreoceano e amico di fantomatici presidenti caraibici organizzi "dossieraggi ad personam" usando i giornali di famiglia. Quegli stessi giornali che, naturalmente delle suddette società non menzionano mai nemmeno l’esistenza. Oppure, al contrario, può accadere che i politici vicini alla terza carica dello Stato siano talmente in difficoltà da alzare un polverone accusando servizi deviati e simili. Nella gran confusione, due cose però sono già certe. La prima è che il conflitto di interessi del presidente del Consiglio e il metodo politico che ne consegue sono perfino indecorosi. Il link tra i suoi media e la violenta campagna contro Fini, al di là dei fatti, è la prova che la democrazia italiana se la passa proprio maluccio. La seconda è che le cose si sono messe in modo tale che non ci sono più spazi perché la vicenda si chiuda a tarallucci e vino. E’ solo questione di tempo. Ma tra Berlusconi e Fini uno dei due si sta per fare molto male.

Nessun commento: