venerdì 30 luglio 2010

YouTube tassato dalla SIAE per i video

Quando si tratta di "batter cassa" la SIAE é infallibile; é questa forse l'unica vera attività che é in grado di gestire con una certa abilità. I nuovi "balzelli" saranno imposti anche a YouTube, dopo aver raggiunto un accordo per regolarizzare l'uso di musica coperta da diritti d'autore all'interno dei video caricati sulla piattaforma video online di Google. L'accordo, che avrà valenza sul territorio Italiano, concede a YouTube l'uso in licenza dei brani coperti da diritti d'autore fino al 31 dicembre 2012. Come parte dell'accordo, autori, compositori ed editor musicali rappresentati da SIAE riceveranno un compenso ogni qual volta verrà utilizzata la loro musica all'interno di un video. Sembra comunque che l'accordo raggiunto dalle parti porterà vantaggi per tutti: gli utenti potranno finalmente vedere ed ascoltare tutti i video con la loro musica preferita, mentre gli autori ed i musicisti avranno la possibilità di guadagnare e di sfruttare la visibilità data dal portale video per emergere. Il tutto, sempre, per "infrapposta persona".

giovedì 29 luglio 2010

Arrivano le "estensioni" per Safari 5

Apple ha rilasciato un nuovo aggiornamento per Safari che passa dalla 5.0 alla versione 5.0.1. La novità più interessante in questa nuova versione é l'introduzione al supporto per le "estensioni", arricchendo il proprio browser di nuove funzionalità sulla scia di quanto già fatto da lungo tempo da altri software del settore come Firefox e Google Chrome. Già dallo scorso giugno, in realtà, gli sviluppatori hanno avuto l'opportunità di abilitare tale funzionalità per iniziare a sviluppare estensioni, basandosi sugli standard web HTML 5, CSS 3 e JavaScript. Potete scegliere e scaricare queste nuove funzionalità direttamente da questo link al sito ufficiale Apple creato apposta per l'occasione. Tutte le estensioni realizzate verranno infatti raccolte nella Safari Extensions Gallery e riempita di plugin destinati agli utenti. La galleria è suddivisa per categorie, e tutte le più importanti sono in bella mostra fin dalla home page: dalle news alla sicurezza, dai social network agli strumenti per sviluppatori web, passando per l'intrattenimento, la produttività, la ricerca e così via.

La Calalogna abolisce la corrida

Finalmente a Barcellona hanno apposto la parola fine ad uno scempio senza senso e crudele. Il parlamento catalano infatti ha approvato l'abolizione della corride nella regione con 68 voti a favore, 55 contrari e 9 astensioni. I parlamentari catalani hanno approvato ''un'iniziativa legislativa popolare'', sostenuta da 180.000 firme. Il divieto scatterà dal 2012. La Catalogna diventa così la seconda regione della Spagna a vietare le corride, dopo l'arcipelago delle Canarie che l'ha fatto nel 1991. Nonostante tutto davanti al parlamento catalano, si sono riuniti decine di manifestanti pro e contro la corrida, reclamando da una parte ''la libertà''' per gli amanti di questo spettacolo, e dall'altra la fine della ''tortura'' dei tori.

mercoledì 28 luglio 2010

Poste Italiane rivoluziona il recapito

Niente più consegna della posta il sabato mattina, se non su richiesta o solo per le raccomandate o per i telegrammi! Sono queste le principali novità dei servizi postali italiani. La corrispondenza ormai è in costante riduzione (il trend è al momento del -2 per cento), soppiantata di fatto da servizi tecnologici più veloci ed efficienti. Cresce però il costo dei servizi che i clienti vogliono, e sono sempre più specializzati. Cambiano le priorità delle Poste, anche se l’Italia continua a rimanere fedele ai vecchi servizi, come ad esempio il telegramma: se ne spediscono 12 milioni e mezzo all’anno! Un record indiscusso nel panorama dell’Unione Europea, per un servizio alquanto antico. Ora anche il postino cambierà le sue abitudini: settimana corta e turni fino a sera. In teoria ora anche i cittadini non dovranno più inseguire gli avvisi di posta celere perché sarà possibile concordare il giorno della consegna. Tutto questo grazie alla firma siglata ieri sull'accordo con le organizzazioni sindacali che introduce il nuovo orario di lavoro per 35 mila portalettere. Il nuovo corso si sperimenterà a partire da settembre, in una decina di località, sparpagliate in tutta la penisola, dal Sud al Nord: Modica e Vittoria, nel ragusano, Fabriano nelle Marche e Prato in Toscana, il quartiere Bravetta nella Capitale, Boario e Lovere in Lombardia, Caluso in Piemonte. Un rodaggio indispensabile per la messa a punto del modello organizzativo che sarà poi esteso, in vista della completa liberalizzazione del mercato, in vigore dal 1° gennaio 2011. Il portalettere si specializza e l’obbiettivo è un servizio postale ritagliato su misura di utente. Con le raccomandate che arrivano a casa o in ufficio nel giorno e all’orario concordato (grazie al nuovo servizio "Dimmiquando"). Il nuovo servizio prevederà i seguenti orari di consegna:
  • ogni giorno dalle 14 alle 20;
  • il sabato dalle 8 alle 14;
Per evitare che la posta intasi la buca delle lettere quando si è in vacanza o gli uffici chiudono per ferie sarà varato il nuovo servizio "Aspettami", attivabile anche direttamente dal sito web di Poste Italiane. Insomma novità interessanti che potranno forse toglierci l'incubo di vederci recapitata la corrispondenza sempre quando non siamo in casa!

martedì 27 luglio 2010

Le reti wireless ora sono meno sicure

Recentemente é stata scoperta una vulnerabilità nel WPA2, il protocollo utilizzato per l'autenticazione e la protezione delle comunicazioni all'interno di una rete WiFi. Tale vulnerabilità, battezzata dai suoi scopritori con il nome "Hole 196", può essere sfruttata da chi è già connesso alla rete wireless per intercettare le comunicazioni degli altri utenti. Le reti wireless basate su WPA2 restano dunque sicure contro gli attacchi dall'esterno, ma la sua vulnerabilità rende i dati in transito all'interno della rete intercettabili e decifrabili. Per gli utenti di tipo "domestico" i rischi sono quindi minimi, mentre sembra che per le aziende questo tipo di problema possa essere piuttosto rilevante. A questo punto mi sembra superfluo parlare di reti wireless con accesso gratuito, previa autenticazione! Attualmente il WPA2 è il protocollo di cifratura più diffuso nelle reti wireless e il problema non sembra di facile risoluzione. Attenzione quindi perché il "nemico" potrebbe nascondersi proprio all'interno del proprio network wireless!

iPhone 4 in Italia: ecco i prezzi

Apple ha comunicato ufficialmente i prezzi di commercializzazione dell’iPhone 4 in Italia. Il modello da 16gb sarà disponibile senza contratto ad un prezzo consigliato di 659 euro (IVA e tasse incluse). Il modello da 32gb sarà invece venduto al comodo prezzo di 779 euro (IVA e tasse sempre incluse!). Contemporaneamente sarà messo in commercio una nuova versione ad 8gb dell'iPhone 3GS ad un prezzo, senza contratto, di 539 euro. In previsione del Natale vi consiglio di incominciare a mettere da parte i vostri soldini... la spesa sarà impegnativa!

lunedì 26 luglio 2010

La RAI abbandona la moviola in studio

Dopo 43 anni la Rai decide di cancellare la moviola da tutte le sue trasmissioni sportive legate al mondo del calcio. A partire dal 29 agosto, quando avrà inizio la nuova stagione del campionato di calcio di serie A, non ci saranno più replay e discussioni da bar sport sui "canali nazionali statali". L'uso delle immagini sarà solo ad uso didattico: "è fuorigioco, non è rigore". Stop. Verrà spiegata solo la norma senza dilungarsi nel dibattito. I moviolisti Rai Carlo Longhi e Daniele Tombolini saranno sostituiti da esperti di regolamento, probabilmente forniti dall'AIA (Associazione Italiana Arbitri). Verranno mostrate, ogni domenica, le immagini di tre o quattro casi e basta. Non è più tempo di polemiche. Lo ha deciso il direttore di Rai Sport, Eugenio De Paoli, in accordo con i vertici Rai. La Rai ha voluto che si parlasse solo di calcio giocato: quello reale che si svolge sui campi di gioco. Non più quello virtuale e artificiale che viene ricostruito in televisione grazie alle telecamere ed ai computer. Una scelta sicuramente controcorrente che personalmente, mi trova perfettamente d'accordo, perché ho sempre cambiato canale in attesa che finissero le inutili discussioni che inevitabilmente, come un vespaio, si alzano analizzando un'azione sportiva viene analizzata al microscopio. In fondo stiamo solo parlando di aria fritta!

venerdì 23 luglio 2010

Vulnerabilità software: vince Apple!

Secondo il report annuale sulle aziende con maggiori vulnerabilità software redatto da Secunia, quest'anno Apple ha superato Oracle per quanto riguarda il tasso grado di sicurezza riscontrato nel proprio software. Nella prima metà del 2010, Apple ha infatti riscontrato il maggior numero di falle sulla sicurezza rispetto ad ogni altra azienda. E pensare che Microsoft, in questa speciale classifica (che sembra proprio pensata per lei!) si pone solo al terzo posto! Secunia ha tracciato le vulnerabilità e i problemi resi noti dal 2002, producendo un report periodico sullo stato del software. Messe tutte insieme, le maggiori aziende presenti sul mercato, raggiungono il 38% complessivo di tutte le "falle" conosciute. Questo non significa che il software Apple debba essere necessariamente considerato quello più insicuro: e ci mancherebbe! Questa analisi non tiene in considerazione il numero delle falle riscontrate, bensì misura il loro trend di crescita, che dipende prevalentemente dai software di terze parti. Per quanto riguarda Apple gran parte di queste problematiche non sono certo dovute al suo sistema operativo, ma piuttosto in applicazioni come Safari, QuickTime ed iTunes. Aziende come Adobe (con Flash ed Adobe Reader) ed Oracle (con Java) sono responsabili di molte falle riportate. Cinque anni fa, c’erano molte più falle proprietarie (in Windows e nei software Microsoft in generale) rispetto a quelle di terze parti. Quest’anno, le falle di terze parti hanno doppiato quelle proprietarie. Insomma, ognuno tira l'acqua al suo mulino!

Italiani: una vacanza in casa!

Gli italiani sono un popolo vacanziero per definizione, ma di fronte alla crisi stringere la cinghia è obbligatorio. Anche a costo di restare a casa nel mese di agosto. Una volta si potevano riscoprire con calma e tranquillità le bellezze della proprio città, rimanendo quali da soli in quartieri che si svuotavano completamente per le ferie estive, ma ormai questo é solo un vecchio e sbiadito ricordo. Secondo una ricerca realizzata per conto di Federalberghi sembra che quest'anno la percentuale di persone che sarà costretta a passare le vacanze a casa sarà del 46,3%, con un aumento percentuale di quasi il 3% in più rispetto al 2009. Sempre secondo questa ricerca, le ragioni che spingono così tanti italiani a non muoversi di casa sono nel 54,9% dei casi i problemi economici, mentre la mancanza di soldi vera e propria è indicata dal 46,8% dei "non viaggiatori". Un altro 18,7% attribuisce la propria scelta a questioni familiari, il 18,5% a obblighi di lavoro e il 16% parla di motivi di salute. Insomma, la crisi non molla e ognuno si arrangia come meglio può... e non é certo questa notizia a ricordarci come ce la stiamo passando!

mercoledì 21 luglio 2010

Solo mio marito può vedermi nuda!

"Solo mio marito può vedermi nuda": é questo il messaggio appare sulle parti intime di una viaggiatrice munita di "Flying Pasties" mentre passa al setaccio di un body scanner in un qualsiasi aereoporto. In numerose varianti, dal simbolo della pace a quello del divieto, un'azienda di Las Vegas ha prodotto e pubblicizzato degli sticker a difesa della privacy dei passeggeri: prima di andare in aeroporto gli adesivi vengono sistemati nelle parti del corpo che si vogliono coprire e il problema delle nudità esposte al body scanner dovrebbe essere risolto. Ma il sito che vende gli sticker omette di descrivere il materiale che li compone e così la reazione del web ai miracolosi copripudende adesivi per il momento è piuttosto scettica.

martedì 20 luglio 2010

Jessie Slaughter e le minacce di morte

Jessie Slaughter è il nickname di una ragazzina undicenne che vive in Florida. Il suo nome ormai é famoso per una brutta storia che evidenzia il lato oscuro della rete. Tutto nasce dalla passione della ragazzina per il cantante dei Blood on the Dance Floor, una rock band locale. Succede che su Stickydrama un utente accusa il cantante di aver avuto una relazione con Jessie. Lei risponde in malo modo, negando tutto e pubblicando un video su Youtube con cui cerca di chiudere la vicenda. A differenza di quelli che erano i suoi intenti si innesca invece un meccanismo perverso nei suoi confronti. In breve tempo gli utenti risalgono al vero nome e cognome dell’undicenne. Subito dopo viene pubblicato anche il suo indirizzo di residenza ed il relativo numero di telefono per "contattarla". A questo punto incominciano ad arrivare telefonate e minacce anonime. Jessie, invece di defilarsi (usando un pò di prudenza!) decide invece di pubblicare un nuovo filmato in cui partecipa anche suo padre, che da sfogo a tutta la sua rabbia per quanto stà accadendo. Anche in questo caso il risultato è un boomerang: il video diventa popolarissimo ed incominciano ad abbondare le parodie. Jessie viene messa sotto protezione da parte della polizia, ma il perverso meccanismo non vuole proprio fermarsi: questa volta viene pubblicata ed "avvalorata" una bufala in cui si parla del suo suicidio per quanto stà accadendo. La cronaca degli avvenimenti si interrompe qui e, almeno per ora, questa vicenda non ha ancora un lieto fine. Episodi del genere dovrebbero proprio farci riflettere.

giovedì 15 luglio 2010

Desideri in una giornata afosa...

Ecco la service pack1 (beta) per win7

Microsoft mantiene fede alla parola data rendendo disponibili le versioni beta del primo Service Pack di Windows 7 e di Windows Server 2008 R2. Come è già stato preannunciato da alcuni mesi, Windows 7 SP1 non introdurrà novità sostanziali, ma sarà solo una raccolta di tutti gli aggiornamenti rilasciati in precedenza tramite Windows Update. Secondo alcune recenti indiscrezioni, Windows 7 SP1 avrebbe dovuto introdurre il supporto nativo a USB 3.0 ed alcune ottimizzazioni per Bluetooth e Wi-Fi, ma Brandon LeBlanc, Windows Communication Manager di Microsoft, non ha rilasciato alcuna affermazione a riguardo. Windows Server 2008 R2 SP1 introdurrà invece due interessanti novità, ovvero le tecnologie RemoteFX e Dynamic Memory. RemoteFX promette di garantire l'accelerazione grafica anche in sessioni gestite attraverso Remote Desktop Protocol e si estende anche all'utilizzo di dispositivi USB, sempre nell'ambito di Remote Desktop Services. La tecnologia Dynamic Memory mette invece a disposizione una nuova funzionalità strettamente legata a Hyper-V che consente di assegnare dinamicamente a una macchina virtuale un certo quantitativo di memoria RAM a seconda del carico di lavoro alla quale è sottoposta. Le versioni beta dei Service Pack per Windows 7 e Windows server 2008 R2 possono essere scaricate solo dopo aver effettuato la procedura di registrazione direttamente da questo link; sebbene si tratti di beta pubbliche, Microsoft ci tiene comunque a precisare che non si tratta di software indirizzato agli utenti privati e che l'installazione non è supportata in alcun modo!

iPhone 4: presto apple chiarirà!

Nel corso della giornata di domani (il 16 luglio) Apple terrà una conferenza stampa presso la sede di Cupertino per dare una risposta al crescente numero di accuse e supposizioni che l'opinione pubblica sta sollevando in merito ai problemi di ricezione di iPhone 4. Nessun dettaglio aggiuntivo è stato reso disponibile, Apple ha semplicemente avvisato i giornalisti USA della conferenza stampa che si terrà alle ore 10 (Pacific Time). L'annuncio segue alle vicende imbarazzanti che hanno accompagnato iPhone 4 in queste prime settimane a seguito della disponibilità sul mercato, in particolar modo legate al problema di ricezione che si manifesterebbe impugnando il telefono con la mano sinistra. Fino ad ora le risposte ufficiali di Apple sono state piuttosto evasive e per nulla convincenti: la Mela ha dapprima sostenuto che tutti i telefoni cellulari sul mercato hanno "problemi di ricezione quando tenuti impropriamente", mentre in un secondo tempo ha dichiarato che il problema è ascrivibile ad una errata formula per il calcolo del segnale e la sua rappresentazione grafica. Insomma, per la prima volta sembra proprio che la Apple abbia fatto una figuraccia, proprio con il suo prodotto di punta. La conferenza stampa potrebbe anche essere l’occasione per annunciare le date di commercializzazione in altri paesi, compresa l’Italia, sempre che l’eventuale richiamo non faccia ulteriormente slittare il lancio previsto per fine luglio. Staremo a vedere!

martedì 13 luglio 2010

Il sano ottimismo della BP

Si stà come d'estate, incatramati i pellicani. Il danno nel Golfo del Messico é spaventoso. Un disastro ambientale senza fine a cui difficilmente l'uomo si riuscirà a porre rimedio... almeno nel breve periodo. Gli attori in gioco ormai si susseguono seguendo il ritmo degli insuccessi. Ora é il turno di Bob Dudley, il nuovo capo delle operazioni di emergenza organizzate dalla British Petroleum, che si è dichiarato ottimista:

In condizioni ideali, senza interruzioni, è possibile che saremo pronti a bloccare la perdita tra il 20 e il 27 luglio.

Scusatemi, ma dovete passarmi l'esclamazione di felicità: MINKIA! Almeno questo alla British Petroleum va riconosciuto: un coraggio lessicale straordinario! Pochi, dopo aver prodotto il più grave disastro ambientale della storia americana per aver risparmiato sulle misure di sicurezza, avrebbero usato il termine "ottimismo". La British Petroleum ne fa invece un uso costante: il lungo elenco dei fallimenti nel Golfo del Messico è stato preceduto da effluvi di ottimismo. Quest’ultima operazione si chiama “bottom kill” e prevede di intercettare il pozzo da cui fuoriesce petrolio attraverso due pozzi di servizio e di pompare poi attraverso i canali così creati fango e cemento per bloccare il flusso e sigillare il foro. Speriamo che abbia successo.

lunedì 12 luglio 2010

Quel polpo non sbaglia mai un colpo!

Il polpo l'aveva detto e alla fine ha vinto la Spagna. Meritatamente. Certo però, se Robben non si fosse mangiato quel gol magari avrebbe vinto l'Olanda. Immeritatamente. Comunque é finito anche questo campionato del mondo. Non é stata una bella finale, soprattutto perché il pessimo arbitro Webb ha concesso agli olandesi di "menare" pesante. La Spagna ha vinto con pieno merito (e bel gioco) la sua coppa alla prima finale, mentre gli olandesi "fanno buca" per la terza volta. Dopo l'europeo ora anche il mondiale, così come fecero in passato soltanto Francia e Germania. Complimenti comunque a questa Spagna di talenti che é sempre un piacere vedere giocare, ammesso che l'arbitro di turno non ne limiti il talento concedendo agli avversari di menare pesante sugli stinchi. E pensare che Roberto Donadoni venne cacciato malamente dalla guida nella nostra nazionale (in favore di quel "raccomandato" di Lippi) proprio dopo aver perso ai rigori contro questa formazione! Comunque incomincio seriamente a pesare di dover comprare un acquario e metterci un polpo vivo dentro per fagli scegliere i numeri da giocare al superenalotto... hai visto mai che imbroccasse la sestina giusta?

domenica 11 luglio 2010

Tregua armata tra Cina e Google

Era impensabile credere che Google potesse lasciare il ricco mercato cinese legato al web, così come era impensabile che la Cina rinunciasse alla sua tecnologia web. Grazie a un compromesso che permetterà alle due parti di salvare la faccia, la Cina e Google hanno superato, almeno per il momento, le tensioni sulla censura che dall'inizio del 2010 avvelenavano i rapporti tra il paese con il maggior numero di utenti Internet e il colosso delle ricerche sul web. Pechino ora ha rinnovato la licenza che consentirà a Google di operare in Cina fino al 2012 e, da parte sua, Google ha smesso di reindirizzare automaticamente il traffico in arrivo sul suo sito cinese verso quello di Hong Kong, per evitare di doversi auto censurare. Il sito di Google-Cina metterà invece a disposizione dei servizi minimi, dall'ascolto di musica alla traduzione dei brani, offrendo agli utenti la possibilità di collegarsi con a Google-Hong Kong per le ricerche vere e proprie.

Solo la Germania no!

Dado ha realizzato e presentato al programma televisivo "Notti mondiali", trasmesso in diretta su Rai1, la sua canzone "solo la Germania no" che é un pò una tardiva risposta musicale a "Nur Italien Nicht", la canzone con la quale i tedeschi stanno sfottendo gli italiani dall'inizio dei Campionati di calcio 2010. Una magra consolazione in questo stupido confronto musicale che probabilmente ha solo l'intento di rispondere alla "simpaticissima" canzoncina preparata dai Crucchi nei nostri confronti. Una magra consolazione anche se dal punto di vista musicale é molto orecchiabile. Comunque é proprio vero: sono 40 anni che state a rosicà! Sarà questo il motivo per il quale stanno "mandando" in Italia le mozzarelle blu?

sabato 10 luglio 2010

Quel maledetto pozzo di petrolio

A distanza di mesi non si é ancora trovata una soluzione definitiva al problema ed ora la British Petroleum farà un nuovo tentativo per fermare la marea nera. Nelle prossime ore i tecnici della compagnia petrolifera britannica piazzeranno un nuovo tappo sul pozzo in fondo al Golfo del Messico, che dallo scorso 20 aprile sta riversando il greggio in mare. Con questo SI SPERA di riuscire a incrementare notevolmente la quantità di petrolio raccolta dal pozzo. Intanto però il greggio continuerà a finire nel Golfo. Tuttavia, mentre i tecnici proveranno a sistemare il nuovo tappo, il greggio riprenderà a riversarsi in mare senza ostacoli. Al momento, secondo le stime del governo Usa, si riversano in mare ogni giorno dai 35.000 ai 60.000 barili di petrolio, e la Bp è in grado al momento di raccoglierne quasi la metà. Non esistono parole per commentare ulteriormente questi avvenimenti.

venerdì 9 luglio 2010

In silenzio per la libertà di stampa


Oggi si svolge lo sciopero della Stampa contro la Legge Bavaglio, un disegno di legge che limita la libertà di fare informazione e di informarsi. In questo blog non si fa politica, ma ci sono argomenti che DEVONO essere trattati per forza. La legge bavaglio interessa direttamente anche noi blogger: questa legge stringe la morsa contro la libertà di espressione anche sul web e estende a chiunque misure tipiche del mondo giornalistico, e lo fa in maniera del tutto arbitrario. Si vuole una rete meno libera di fare conversazione. E si vuole zittirla. Con questa legge ci perdiamo tutti: i cittadini ma anche i semplici lettori dell'informazione digitale. Oggi sarà una giornata di black-out generale per l'informazione italiana contro questa legge. Pochi giornali in edicola, siti fermi e blog muti. Televisioni e radio senza notizie. E' la giornata del silenzio "rumoroso". Che arriva dopo due mesi di proteste contro il ddl Alfano sulle intercettazioni. Una mobilitazione trasversale, che ha come protagonisti giornali, partiti, associazioni, gruppi e comitati. E che, dopo piazze piene e centinaia di micro-iniziative, arriva oggi allo sciopero dei giornalisti. Anche questo blog, nel suo piccolo, partecipa con il suo silenzio.

Dal sito "La Repubblica":

Oggi non usciranno i quotidiani, taceranno i notiziari televisivi e radiofonici, resteranno fermi i siti internet per lo sciopero nazionale dei giornalisti contro la "legge bavaglio". Può sembrare una contraddizione davanti ad una legge che limita la libertà d'informazione, firmata da un Premier che invita i lettori a scioperare contro i quotidiani. In realtà è un gesto di responsabilità dei giornalisti italiani per denunciare il governo e richiamare l'attenzione di tutti i cittadini sulla gravità di una norma che colpisce insieme la tutela della legalità, il contrasto al crimine e la libera e trasparente circolazione delle notizie. Non si tratta di uno sciopero corporativo, ma di una protesta a tutela dei cittadini, cui la legge nega il diritto di essere liberamente informati, cioè di conoscere e di sapere, e dunque di rendersi consapevoli e di giudicare a ragion veduta. A questo diritto fondamentale, corrisponde il dovere dei giornali di dare tutte le notizie utili ai lettori, con un autonomo e libero lavoro di ricerca, selezione e gerarchia delle informazioni, che viene giudicato ogni giorno dal mercato. Questo sciopero è anche l'unico modo, in uno sfortunato Paese di improprio monopolio televisivo, per portare a conoscenza del pubblico delle televisioni ciò che sta avvenendo nel circuito tra il potere, la giustizia, l'informazione e la pubblica opinione: e cioè il tentativo con la legge di ostruire questo circuito, perché i magistrati che indagano vengano limitati nel loro lavoro di ricerca delle prove, i giornalisti che informano debbano tacere, e i cittadini che possono giudicare rimangano al buio. Di questo, i telegiornali di corte non parlano: per un giorno il black out televisivo parlerà per loro, e i telespettatori sapranno finalmente che c'è un problema, e li riguarda. Questo è il significato del silenzio di oggi.

Apple: credo che 4 sia più di 3!

Il video che pubblico oggi é semplicemente geniale! Ovviamente è una parodia, ma riassume in modo perfetto quello che é lo stile del marketing in casa Apple. Infondo é proprio vero: l'iPhone 4 é molto più che un iPhone 3... insomma, da 3 a 4 c'é una bella differenza, no?!? E poi vuoi mettere: quanti software per telefono ti offrono il nascondichiappe? E la fotocamera frontale?

giovedì 8 luglio 2010

Le allettanti promesse da mondiale

In questi giorni l'argomento principe di molti discorsi sono proprio i mondiali di calcio e me ne scuso con quanti non sono interessati a questo argomento! Anche la notizia di questo post trae la sua origine proprio dal calcio giocato. In molti, infatti, si sono chiesti se alla fine di questo mondiale qualcuno (o meglio, qualcuna) si sarebbe spogliata in "funzione del proprio credo calcistico". In caso di vittoria dell'Argentina l'aveva promesso Diego Armando Maradona (non sarebbe stato certamente un bel vedere, almeno per il sottoscritto!) poi la sexy tifosa paraguayana Larissa Riquelme (che nel frattempo, pur di spogliarsi, ha rinnovato la sua promessa ripiegando sulla vittoria finale della Spagna) e, infine, ora arriva la "proposta indecente" della pornostar olandese Bobbi Eden che, qualora la nazionale arancione dovesse portare a casa la coppa del mondo, promette su Twitter di fare sesso con tutti i suoi contatti. Tali affermazioni non potevano certo cadere nel vuoto e con molta rapidità i suoi "follower" sono passati da 5mila a 14mila in pochissimo tempo, con una crescita media di circa mille nuovi ogni ora. Prima di lei però già due colleghe, l'americana Vicky Vette e l'inglese Miss Hybrid, avevano fatto la stessa promessa su Twitter lasciando però gli utenti a bocca asciutta! Un motivo in più per tifare Olanda?

Piccole soddisfazioni da tifoso

mercoledì 7 luglio 2010

Il polpo non sbaglia un colpo!

Il polpo Paul a suo modo l'aveva previsto: questa sera avrebbe vinto la Spagna! E cosi é stato; la vendetta del tifoso italiano medio si é finalmente consumata ed i tedeschi per l'ottava volta (!!!) perdono una semifinale ai mondiali di calcio. E' pazzesco! Praticamente partecipano a questo torneo quasi con la certezza di arrivare terzi! Certo che per i loro tifosi deve essere proprio frustrante sapere che la loro squadra quasi certamente arriverà sul gradino più basso de podio! Ahahahah! Forse é proprio questa loro frustrazione che spinge i giornalisti tedeschi a deridere in continuazione la nostra nazione con la scusa dell'evento sportivo. Comunque, con l'80% di previsioni indovinate, penso che il povero polpo Paul da oggi dovrà proprio "guardarsi le spalle" perché non saranno certo poche le persone che vorranno cucinarlo con i crauti! E io dico sempre: FORZA OLANDA!

La guerra dei browser internet

Internet Explorer non mi é mai piaciuto. Sul mio PC aziendale ho ancora la versione 6.0 installata. Gli preferisco di gran lunga Firefox. Invertendo però il trend degli ultimi mesi, Internet Explorer ha guadagnato quasi mezzo punto percentuale a giugno 2010, tornando sopra il 60% di quota mercato. Ne fa le spese Firefox, che perde quasi un punto percentuale passando al 23,81% mentre Chrome continua imperterrito la propria ascesa, passando dal 6,73% al 7,24%. Piccoli incrementi anche per Safari e Opera, con Opera Mini che invece subisce un piccolo arresto. Non che questa guerra tra produttori mi interessi in modo diretto, ma per loro é sicuramente uno stimolo a migliorare le tecnologie e le funzionalità.

TomTom per iPhone: un disastro!

Da quando posseggo il mio iPhone la prima applicazione che ho usato ed installato é stato proprio il software di navigazione creato da TomTom per questo telefono. Per funzionare in modo soddisfacente in automobile é comunque necessario comprare anche la base con antenna supplementare integrata. Ed ho fatto anche questo. In macchina il suo funzionamento é sempre stao perfetto anche se spesso ho riscontrato dei limiti che, in parte, sono stati colmati grazie alla ultima versione rilasciata, la 1.4. Conscio dei piccoli problemi ho deciso di testarlo anche nel mio ultimo viaggio con il camper, affidandogli il pieno controllo di tutti i miei spostamenti. Un vero disastro! Per prima cosa ho riscontrato che molte mappe "siciliane" non sono ancora aggiornate a dovere (e sto parlando di zone altamente turistiche, come ad esempio San Vito lo Capo o Trapani). E vi assicuro che non é certo facile trovarsi con un camper a fare manovra in una strada chiusa! La cosa che comunque più mi ha preoccupato é stato il livello di ricezione ed aggiornamento del segnale GPS. In tutto il viaggio non ho avuto infatti grossi problemi di ricezione ma a Palermo il ricevitore é praticamente impazzito, perdendo in continuazione il segnale o non riuscendo ad aggiornarsi... ora, paragonare l'altezza dei palazzi della città di Palermo a quelli di New York mi sembra un pò eccessivo (se non assurdo!), visto anche che il cielo é sempre stato libero da nuvole. Per fortuna sono stato salvato dal mio grande senso di orientamento, altrimenti starei ancora vagando in cerca del porto d'imbarco. Ora ho deciso e mi comprerò un vero navigatore GPS. Non abbandonerò TomTom e, probabilmente, prenderò il modello Go 950T, con EPT (Enhanced Positioning Technology), sperando che questo funzioni decisamente meglio di quella specie di giocattolo che é installato sul mio iPhone!

Tifiamo Olanda... e poi gufiamo!

L'Olanda é la prima finalista di questi strani mondiali di calcio, anche se ieri sera ha vinto la sua semifinale contro l'Uruguay con un bel pò di fortuna. Questa sera invece si giocherà la seconda semifinale che vedrà impegnati Germania e Spagna. Dentro o fuori. E' praticamente una rivincita della finale disputata negli ultimi Europei di calcio. Come me, credo comunque che gran parte degli italiani ormai abbiano deciso di tifare esclusivamente per l'Olanda. Questa sera ci prenderemo una piccola rivincita su una delle due formazioni che si affronteranno sul campo perché, inevitabilmente, ad una delle due sarà precluso l'accesso che porta alla finale mondiale. Un misero modo per noi (delusi) tifosi italiani per avere una piccola rivincita. Non mi vergogno a dirlo, ma veramente non sopporto nessuna di queste due formazioni. La Germania in particolare. I tedeschi sono ancora in cerca dei una rivincita dopo la sconfitta in semifinale negli ultimi mondiali giocati proprio in casa loro (e persi contro la nostra nazionale). I giornalisti non perdono occasione per sfotterci e prenderci in giro. Un pò come fa la lega nord con il sud d'Italia. Certo però che i tedeschi sono proprio forti a calcio! 2 semifinali giocate negli ultimi 2 mondiali ed una finale europea persa contro i fortissimi spagnoli. Certo i loro tifosi avranno un pò di paura, perché nelle ultime tre manifestazioni gli é sempre stata negata la gioia finale... l'ultimo gradino non é mai stato scalato e fino ad ora sono rimasti a "becco asciutto". Speriamo allora che ci pensi l'Olanda di Robben e Schneider ad infrangere nuovamente i loro sogni di gloria. FORZA OLANDA!

martedì 6 luglio 2010

6 luglio 2003: i primi sette anni

Oggi io e Nadia festeggiamo il nostro settimo anniversario di matrimonio: sono infatti già passati 7 anni! La nostra giornata si svolgerà comunque nel fresco dei nostri rispettivi uffici, cercando di riportarci in pari con il lavoro arretrato che si é accumulato dalla scorsa settimana. Il nostro regalo é stato il "viaggio anniversario" in Sicilia. Tanti auguri Nadia!

Appunti di viaggio dalla Sicilia

Il nostro viaggio in Sicilia si é concluso domenica, dopo 7 giorni passati a girovagare per queste stupende terre. E' stato molto bello e divertente. Ci siamo mossi con il "tartarugone", il nostro camper. Abbiamo visitato parte della Sicilia Occidentale, partendo da Palermo, passando per Segesta e San Vito lo capo, per arrivare fino alle isole Egadi con una sosta a Trapani e Erice. Sarà infatti questo il nostro punto di partenza per la prossima volta che torneremo da queste parti. Un viaggio rilassante, fatto di mare ma anche di gustose mangiate. Visitare queste terre in questo periodo é sicuramente il momento migliore, escludendo ovviamente i weekend! Le spiagge sono poco affollate e si riesce a trovare un posto per mangiare o per fermarsi con il camper senza troppe difficoltà. Anche il clima é dei migliori, senza quell'eccessiva afa che rende le giornate insopportabili. Se escludiamo il mio precedente viaggio alle isole Eolie, questa é la prima volta che visito la Sicilia e devo dire che sono rimasto fortemente (e positivamente) colpito dai suoi "sapori" ma anche dalla particolare attenzione che viene rivolta al turista. La bellezza del suo mare poi completa un'esperienza alquanto unica. Ma, in fondo, stò soltanto dicendo cose ovvie.

Nuovamente online!

Il nostro breve viaggio nella stupenda Sicilia si é già concluso ed il blog ritorna online!