giovedì 23 dicembre 2010

Il blog va in vacanza!

Questo é l'ultimo post di questo lungo e faticoso 2010 (almeno per me!). Iniziano le vacanze natalizie e sarò molto impegnato; per questo motivo nei prossimi giorni non avrò tempo per dedicarmi all'aggiornamento e alla pubblicazione di post di questo blog. Ne approfitto quindi per fare a tutti i miei auguri di buon Natale e felice anno nuovo. Sarò nuovamente online a partire dai primi giorni di gennaio. A presto!

martedì 21 dicembre 2010

Ciao Mister!

A 83 anni se n'è andato un altro pezzo di storia italiana: Enzo Bearzot. Mister dal carattere schivo ma deciso, fece quadrato intorno a una Nazionale partita tra qualche critica di troppo ai mondiali spagnoli... e l'11 luglio del 1982 la portò sulla vetta del mondo. Sulla sua strada, fece fuori Maradona, Zico e Boniek, fino alla finale senza storia, contro la Germania Ovest. Ancora ho nei miei ricordi le notti di quei mondiali ormai tanto lontani: un'avventura e tante emozioni regalate ai tifosi italiani che neanche i mondiali vinti nel 2006 sono riusciti a trasmettere. Ciao Mister!

Una foto per il giorno

Era da marzo che non pubblicavo qualche fotografia dei miei viaggi. Quella di oggi l'ho scattata con il mio iPhone a Colonia, qualche settimana fa. Io, Nadia e due nostri amici siamo tornati anche quest'anno in Germania per visitare i mercatini di Natale. Abbiamo trovato la neve ma la fortuna ci ha assistito e siamo riusciti a muoverci in macchina senza nessun problema, raggiungendo anche la bellissima città di Bonn e la cittadina di Siegburg. Un viaggio che ormai ripetiamo da più di 8 anni e che porta con se sempre nuove scoperte. E' tradizione che le città del nord europa si preparino al Natale mettendo in piazza bellissimi e caratteristici mercatini, ricci di bancarelle e stand molto originali e colorati. In Germania le città che offrono questo spettacolo, fortunatamente, sono sempre molte e questo ci permette ogni anno di cambiare la nostra destinazione. E' un viaggio che costa poco, anche perché scegliendo RyanAir e prenotando con qualche mese di anticipo, il biglietto non co costerà più di 30 euro a persona! Ho pubblicato tutte le fotografie del viaggio sul mio account Flikr.

La natività ai tempi di Google


A poco meno di tre giorni dal Natale non potevo evitare di pubblicare un video come questo: la natività ai tempi di Google! Un video molto carino e orinale su come potrebbe essere vissuta la natività ai nostri tempi. Niente di più vero! E per dirla con gli autori:
Times change. Feelings remain the same. Happy DIGITAL Christmas!

sabato 18 dicembre 2010

Roma: il traffico in tempo reale

In questi giorni il traffico in città é completamente fuori controllo. Saltano tutti gli schemi e gli orari che durante l'anno abbiamo imparato a conoscere per evitare gli orari di massima congestione. Il natale, il weekend e la neve (a Roma é meglio parlare di pioggia) bloccano e rallentano pesantemente la circolazione, con code chilometriche e lunghissimi rallentamenti prima di tornare a casa. Ne approfitto allora per segnalarvi un efficiente sito sul traffico nella capitale aggiornato in tempo reale. Luce Verde è una delle più grandi sedi informative d'Europa, fornisce la ricezione, elaborazione e diffusione di molti dati sul traffico. Attraverso il sistema i Vigili Urbani raccolgono informazioni ogni giorno su tutto il territorio, alcune telecamere invece controllano i punti strategici del traffico. Un comodo servizio che può aiutare i romani nella scelta della strada da percorrere per i propri spostamenti. Certo che se nella nostra capitale avessimo un sistema di trasporti pubblico più efficiente, la scelta migliore sarebbe sicuramente la metropolitana, ma ormai é diventata quasi un'incognita, al pari degli spostamenti in automobile! Potete consultare gli aggiornamenti sul traffico in tempo reale direttamente da questo link.

venerdì 17 dicembre 2010

Nevica (ancora) su Roma!

Il generale inverno stringe la sua morsa sull'Italia... e si fa sentire, con le sue temperature polari vicine allo zero! A Roma oggi é tornata la neve: in alcuni momenti mi ricordava la Germania che abbiamo visitato nei giorni scorsi! E' il secondo anno consecutivo che la neve torna sulla capitale ed é sempre uno spettacolo stupendo. Speriamo però che ad un certo punto la smetta, altrimenti sarà il caos! La foto che pubblico l'ho scattata con il mio cellulare.

Scampare all'apocalisse del 2012!

Siamo molto preoccupati, su internet Bugarach è designato da molti esaltati come il luogo in cui bisogna essere alla fine del mondo per potersi salvare.
A parlare è Jean-Pierre Delord, sindaco del paesino posto sui Pirenei nel sud-ovest della Francia. Il consiglio comunale ha dovuto affrontare il tema dell'Apocalisse per preparare la piccola comunità di 200 anime ad affrontare un'ipotetica orda di esaltati. Bugarach si trova ai piedi del picco dei Pirenei. Secondo il primo cittadino sono numerosi i francesi e gli stranieri ad aver già affittato una casa nel comune in vista della data fatidica, prevista secondo il calendario Maia per il mese di dicembre 2012 (devo ricordarmi di non fissare appuntamenti in quel mese!). Molti americani avrebbero anche prenotato il volo per fine 2012 (probabilmente un volo di sola andata). Per non parlare delle associazioni che organizzano stage e escursioni a tema. Secondo diverse teorie esoteriche, il picco di Bugarach, a 1231 metri sopra il livello del mare, sarebbe una delle "montagne sacre" del pianeta, uno degli unici luoghi che si salverebbero nel giorno della fine del mondo. Altre leggende indicano in questa regione la presenza del santo Graal ed il tesoro dei Templari. Diversi grandi scrittori, come Giulio Verne e Victor Hugo, si sarebbero recati in questi luoghi in cerca di ispirazione e anche Nostradamus visse qui. Bugarach lega il suo nome anche a presunti avvistamenti extraterrestri. Un'altra leggenda indica proprio il celebre picco come sede di basi sotterranee dei Ufo. Evidentemente un virus sconosciuto deve aver annebbiato le menti di molte persone. Troppe cretinate ancora dovremo leggere prima di "scavallare" la fatidica data...

iBooks: novità e libri gratis

In questi giorni pre-natalizi Apple ha deciso di rilasciare un pò di aggiornamenti e di novità che riguardano direttamente alcuni suoi prodotti. E infatti disponibile la nuova versione di iTunes (che si aggiorna alla release 10.1.1) ma anche un nuova versione di iBooks (la 1.2). Ora sarà possibile organizzare i libri (e i PDF) in raccolte consultabili come avviene per la homescreen della Springboard (lo "swipe" destra sinistra) ed é stata anche stata aggiunta la possibilità di stampare con Airprint; chi fosse interessato a sviluppare applicazioni per iOS, sappia che Apple ha anche pubblicato 5 nuovi iBooks distribuendoli gratuitamente attraverso il suo iBookStore. Per trovarli basterà semplicemente ricercare la parola “apple developer” ed avrete accesso ai 5 libri (in America quelli disponibili gratuitamente sono 6). Per una visione ottimale dei libri, Apple raccomanda di scaricare l’ultima versione del suo reader. iBooks é un'applicazione gratuita ed è compatibile con iPhone, iPod Touch e iPad.

Ufficiale: apre il Mac AppStore

Apple annuncia ufficialmente l’apertura del Mac AppStore a partire dal 6 Gennaio 2011. Mantenendo la promessa di aprire il store online a 90 giorni dal 20 Ottobre, data dell’annuncio, Apple ha comunicato in via del tutto ufficiale l’apertura del nuovo Store per applicazioni Mac. Ecco le parole di Steve Jobs:
l’AppStore ha rivoluzionato le applicazioni mobili. Speriamo di fare lo stesso per le applicazioni PC con il Mac App Store, rendendo facile e divertente la ricerca e l’acquisto di app per PC. Non vediamo l’ora di iniziare il 6 gennaio.
Il Mac AppStore sarà una nuova applicazione che potrà essere scaricata e installata dagli utenti OS X Snow Leopard attraverso il menu "Aggiornamento software". Come annunciato non saranno disponibili gli acquisti in-app, il Game Center e gli sviluppatori non potranno inviare codici promozionali per far scaricare gratuitamente la propria applicazione. Gli sviluppatori che pubblicheranno le loro applicazioni otterranno il 70% del prezzo di vendita. Aspettiamo il 6 gennaio per vedere tutte le novità!

martedì 14 dicembre 2010

Pirate dei Caraibi: il nuovo film!

La Walt Disney Pictures ha finalmente pubblicato il trailer italiano del film "Pirati dei caraibi: oltre i confini del mare". Il filmato dura circa tre minuti ed incorpora anche il primissimo teaser con la presentazione al pubblico di Jack Sparrow, un video che circolava in rete già da alcuni mesi. Nel cast del kolossal diretto da Rob Marshall anche Johnny Depp (Jack Sparrow), Geoffrey Rush (Barbossa), Ian McShane (Barbanera), Penelope Cruz (sua figlia), Sam Claflin, Stephen Graham, Max Irons, Kevin McNally, Astrid Bergès-Frisbey, Yuki Matsuzaki e Gemma Ward. Ispirato al romanzo Mari Stregati di Tim Powers, il film è prodotto ancora una volta da Jerry Bruckheimer e dalla Walt Disney Pictures. Il film uscirà nelle sale il 20 maggio 2011.

Torna il "12 days of Christmas"

Torna anche quest'anno l'iniziativa natalizia di Apple che offrirà la possibilità a tutti gli utentidi scaricare gratuitamente dal 26 dicembre al 6 gennaio un brano, un video musicale, un film, un’applicazione o un libro selezionati da Apple e distribuiti attraverso iTunes o direttamente dal un proprio dispositivo dotato di sistema operativo iOS. Così come avvenne l'anno scorso, é disponibile anche quest'anno una speciale applicazione gratuita per iOS che, attraverso le notifiche push, segnalerà il regalo del giorno. Per maggiori informazioni sull'iniziativa potete visitare il sito ufficiale direttamente da questo link o installare l'applicazione.

lunedì 13 dicembre 2010

Adriano "Bidone d'oro 2010"

E' il giocatore Adriano della Roma il Bidone d'Oro 2010! L'Imperatore si è aggiudicato il ben poco ambito riconoscimento di Radio2 RAI Catersport, che ogni anno elegge il peggior calciatore della serie A sulla base dei voti espressi da ascoltatori e tifosi in generale. Adriano, tornato in Italia per vestire la maglia della Roma, in questa prima parte di stagione ha raccolto solo tre presenze senza segnare nemmeno un gol, numeri che gli hanno permesso di imporsi con il 22,42% delle preferenze. Sul podio si sono piazzati Amauri (12,76%) e Ronaldinho (10,11%), altri due brasiliani (anche se il primo ormai è a tutti gli effetti italiano) che non hanno certo brillato in questo 2010 con le maglie di Juventus e Milan. Quarto e quinto due ex-campioni del mondo come Fabio Cannavaro e Marco Materazzi, sesto Antonio Cassano, seguito da Amantino Mancini, Diego, Felipe Melo e Mutu, a completare la Top 10. Per Adriano si tratta del terzo "trionfo" dopo la doppietta 2006-2007 e succede nell'albo d'oro allo juventino Felipe Melo. Ecco l'albo d'oro del Bidone d'oro:
  • Rivaldo (2003)
  • Legrottaglie (2004)
  • Vieri (2005)
  • Adriano (2006 e 2007)
  • Quaresma (2008)
  • Felipe Melo (2009)
  • Adriano (2010)

sabato 11 dicembre 2010

Viber: la fregatura? Nella privacy!

Questa volta ho fatto proprio un bel buco nell'acqua! Nei giorni scorsi ho parlato in modo entusiasta di VIBER, il nuovo client per effettuare chiamate VoIP tra gli utenti registrati sul network senza costi aggiuntivi (se non quelli del proprio piano dati se si usa una connessione 3G). L'ho provato ed utilizzato più volte per chiamare gli amici e non ho mai avuto problemi e devo anche dire che l'audio delle telefonate é veramente eccezionale. Troppo bello per essere vero: Viber offre telefonate gratuite, senza diversificare la clientela in base a offerte o pagamenti. Viber ufficialmente é supportato per iPhone, in particolare è consigliato iOS 4, ma funziona anche su iPod Touch e iPad (ancora se senza supporto ufficiale). L'applicazione arriverà presto anche su Android e BlackBerry. Insomma, un'azienda che si dedica esclusivamente alla beneficenza! Ma allora dove sta la fregatura? La fregatura secondo me c'é, e non é per niente trascurabile!

Le informative sulla privacy sono un contenuto noioso e complesso da leggere, e noi utenti spesso ci dimentichiamo di approfondirne i contenuti, confidando nella buona fede di chi (di volta in volta) ha redatto le linee guida; ma ancora una volta scopro che che non dovrebbero mai essere trascurate. Frasi come "A copy of your address book will be stored on our servers" dovrebbero essere tenute bene in considerazione quando ci affidiamo a un servizio online. E questa volta mi hanno proprio fregato! Proseguendo nella lettura delle FAQ, alla voce "How do I import my contacts in Viber" la risposta é molto semplice: "You don't. Viber uses your iPhone's address book and it's always synced. Viber also highlights friends in your iPhone's address book that have Viber". Mi verrebbe quasi da rispondere con una classica espressione romana: ma li mor%@#!!! Ma perchè non leggo mai tutte le informazioni che, correttamente, e chiaramente vengono esposte?!? Ecco spiegato il segreto semplicemente descritto nella "Privacy policy" dell'applicazione:
When you install the Viber App and register on the Site, you will be asked to provide your phone number and to allow us access to your iPhone address book.
In pratica l'applicazione avrà pieno accesso a tutti i contatti presenti nostra rubrica personale, che verranno replicati e memorizzati sui server di Viber Media e utilizzati per notificarci quando qualcuno nella nostra lista diventa un utente Viber, per indicarci chi già si é attivato e per visualizzare tutte le informazioni quando si riceve una telefonata da altri utenti sul network. Ovviamente Viber dichiara di proteggere i dati degli utenti e di non cederli a nessuna terza parte (salvo in casi di richiesta da parte delle forze dell'ordine), ma si tutela nei confronti di eventuali problemi in caso di attacchi informatici (leggete il paragrafo 4: security). I dati presenti sui server di Viber Media fanno chiaramente parte degli asset dell'azienda e verranno trasferiti in caso di cambio di proprietà: naturalmente gli utenti saranno avvisati prima in caso di trasferimento della proprietà, secondo le policy attuali ma, OVVIAMENTE; é presente la clausola che, testualmente recita: "Le regole possono essere modificate in ogni momento e senza preavviso". Fate attenzione quindi prima di installare quest'applicazione e decidete quali sono le vostre priorità.

La monnezza per produrre energia

Nei giorni scorsi, come notizia di apertura nel corso dei telegiornali di prima serata su SVT (la TV pubblica svedese) e NRK (la TV pubblica Norvegese), é stato trasmesso un servizio sui rifiuti a Napoli e sulle condizioni della città. La cosa più sorprendente è che i telegiornali non hanno sottolineato la catastrofe ambientale, sanitaria e sociale che oggi viene indicata come "l'emergenza rifiuti in Campania", ma hanno focalizzato la loro attenzione su quella miniera d'oro chiamata "spazzatura", perché sembra sia intenzione di molti (grossi) imprenditori locali riuscire ad accaparrarsela quanto prima: e pensare che qui in Italia non sappiamo neanche cosa farne! O meglio, sappiamo benissimo cosa farne, ma i soldi che girano intorno a "l'affare spazzatura" sono così tanti che sono in molti a volerci mettere le mani su... ed ora se ne sono accorti pure ne nord Europa! Premetto subito che la notizia é vera, e non é certo uno scherzo, perché é stata riportata anche su "Il mattino" di Napoli (la mia fonte per questo post). Aggiungo inoltre che anche io sono napoletano, e non parlo certo per "sentito dire": ho avuto modo (più volte) di vedere con i miei occhi il degrado e l'emergenza in città. Ma torniamo ora alla notizia; nei servizi televisivi i cronisti hanno avuto molta cura nello spiegare che:
I rifiuti sono pubblici in quanto gestiti da aziende della provincia e quindi siamo tranquilli che è materiale “pulito”.

Abbiamo bisogno del loro materiale per scaldarci.
Insomma, quell' immensa distesa maleodorante che nessuno vuole sotto casa é vista come una risorsa energetica in grado di produrre kWh di energia in grado di scaldare le famiglie dei paesi scandinavi. E sembra proprio le prime aziende si siano già mosse per chiedere l'acquisto della "monnezza". Poveri illusi: non hanno idea con quali "poteri forti" dovranno scontrarsi... e poi all'estero dicono che noi siamo il paese della pizza, del sole e del mandolino: come dargli torto?!?

Cut The Rope in versione natalizia

Cut The Rope: Holiday Gift è disponibile su Apple Store con 25 nuovi livelli conn una nuova ambientazione natalizia. Uno dei più apprezzati giochi presenti nell'Apple Store , e numero uno nelle classifiche di vendita per diverse settimane, ora é disponibile in versione gratuita! Cut The Rope è un simpatico gioco il cui scopo è quello di tagliare le funi presenti in ogni livello per cercare di far finire la caramella in bocca al draghetto Om Nom. In questo link trovate una mia precedente recensione del gioco. Da provare!

Aggiungi un posto all'ATAC...

Aggiungi un posto all’Atac (e all'Ama) che c’è un amico in più. Un parente in più. Una cubista in più. Un’amante, un’amica, un raccomandato. In questi tempi di crisi, aggiungerei, un fortunato in più. L’Atac e l’Ama di Roma sono, rispettivamente, le municipalizzate dei trasporti pubblici e della nettezza urbana. Il primo e più semplice pensiero che viene alla mente é "cose di questo tipo in Italia accadono sempre, sia con la destra che con la sinistra". Ma i numeri che lentamente si stanno delineando sono senza precedenti. Alemanno, per ora, ha ammesso il problema ma ha contestato le cifre:
non ci sono centinaia di assunzioni clientelari, solo alcuni casi, ma la gran parte delle assunzioni, sia di Atac che di Ama, ci risulta siano regolari. Mi sembra sia una montatura eccessiva, un attacco politico.
Vedremo come andranno a finire le cose. Si parla infatti ancora solo di "presunto giro di assunzioni", ma quanto sarà difficile dimostrare la "presunzione" davanti a fatti così eclatanti? Un giro di parenti e amici assunti per chiamata diretta scoperto grazie ad uno scoop giornalistico di "La Repubblica", sulla quale ora stanno indagando sia la procura che la Corte dei Conti. Mai come in questi giorni le fondamenta del campidoglio hanno tremato così tanto! E continueranno a tremare. Notizie del genere appartengono purtroppo alla fisiologia delle assunzioni nella pubblica amministrazione italiana. Povera Italia.

venerdì 10 dicembre 2010

Il nobel ad una sedia vuota

Nella sala delle feste al palazzo del Municipio di Oslo alle 13 all'inizio della cerimonia, che si è svolta nella giornata mondiale Onu dei diritti dell'uomo, c'era una sedia vuota. È quella dove si sarebbe dovuto sedere il dissidente insignito del premio Nobel per la pace e che invece non era in Norvegia in quanto rinchiuso in un carcere dove sconta una pena di undici anni di reclusione per "incitamento alla sovversione". Liu Xiaobo, 55 anni il prossimo 28 dicembre, è il terzo a essere insignito del Nobel per la pace mentre si trova in detenzione. Prima di lui ci sono stati la birmana Aung San Suu Kyi e il giornalista e pacifista tedesco Carl von Ossietzky. Siamo alle soglie del 2011 e ci reputiamo una società civile. Beato chi ci crede.

Al cinema gratis con 3

Una buona notizie per tutti i possessori della carta Cinema3: viene rinnovata automaticamente per tutto il 2011! In questi giorni dovreste infatti ricevere un messaggio SMS per la conferma del rinnovo:
Lo spettacolo di Grande Cinema 3 continua! Con la tua card potrai andare al cinema gratis per tutto il 2011. Buona visione da 3

Sicuramente un'ottima notizia, che ci permetterà di vedere un film gratis a settimana nei cinema convenzionati. Una conferma che 3 ancora una volta é superiore agli altri operatori per la validità delle promozioni riservate ai suoi clienti... anche se, bisogna ammetterlo, la sua rete 3G non offre ancora una grande copertura!

giovedì 9 dicembre 2010

Viber: telefonate gratuite con l'iPhone!


Benvenuti nel mondo delle telefonate gratuite tra cellulari! Sono queste le parole che servono a descrivere il fenomeno tecnologico del momento: é una vera e propria rivoluzione quella messa in atto da Viber! E' questa volta le telefonate tra cellulari sono gratuite per davvero, perché per mettere in comunicazione due numeri telefonici si utilizza esclusivamente una connessione internet (su rete 3G o con il WiFi). Le telefonate vengono instradate semplicemente utilizzando il protocollo VoIP. Una volta scaricato ed installato su iPhone é sufficiente inserire il proprio numero di telefono e in breve tempo si riceverà un SMS con un codice a 4 per la sua attivazione. E' una semplicissima applicazione GRATUITA disponibile sull'Apple Store che permetterà di fare telefonate sui cellulari a costo zero! Gli utenti hanno subito capito le potenzialità offerte da questa applicazione e, in soli 3 giorni, si é arrivati alla cifra record di 1 milione di download. La comunicazione vocale gratuita tra iPhone non è una novità, eppure Viber Media é riuscita a superare la concorrenza con la sua "semplice rivoluzione "; rispetto ad applicazioni come Skype o Google chat, Viber annulla tutti i processi legati alla creazione e alla registrazione di un'utenza personale e, inoltre, non richiede di popolare la propria rubrica aggiungendo ogni singolo amico. Si utilizza esclusivamente la propria rubrica telefonica. Accortezze che, come dimostrano i numeri, gli utenti apprezzano. E che comincia a preoccupare i leader del settore.

mercoledì 8 dicembre 2010

Google presenta il suo PC

E arrivò il computer senza hard disk, o "diskless" come dice orgogliosamente il CEO di Google Eric Schmidt a San Francisco. Un computer facile da usare, dalla grande autonomia e con Chrome OS a bordo, installato in una rom non modificabile direttamente dall'utente. Il primo "Google Chrome Computer" ha il nome in codice CR-48: display da 12 pollici, tastiera completa, touchpad esteso, connettività 3G e wifi N, webcam, otto ore di autonomia e otto giorni in stand-by. E nessun disco rigido. Per ora può essere richiesto per un periodo di test gratuito, ma soltanto per chi risiede negli Stati Uniti a partire dal 21 dicembre. Gli altri utenti dovranno aspettare qualche mese, considerando che il CR-48 è un prototipo in piena regola e quindi prodotto in numero limitato. Una sorta di "notebook beta" che servirà per testare Chrome OS e poi verrà riprodotto per la commercializzazione di massa, probabilmente a metà del prossimo anno, da Acer e Samsung montando processori Intel.

John Lennon: a 30 anni dalla morte

Era l'8 dicembre del 1980. Mark Chapman aveva 25 anni. Era (o pretendeva di essere) un fan. Ora la storia lo ricorda come un omicida mitomane. Poche ore prima, al portone del Dakota Building, s'era fatto autografare una copia dell'ultimo album dal suo idolo che stava uscendo per andare in sala di registrazione. Lo ha atteso al rientro e gli ha sparato alle spalle, annunciandogli la fine con questa frase:

Hey Mister Lennon, sta per entrare nella storia!

martedì 7 dicembre 2010

If web browsers were celebrities

Da Explorer a FireFox, passando per Safari e Netscape: un blogger statunitense si è divertito ad associare i browser di ieri e oggi ad altrettante celebrità del mondo dello spettacolo. Ecco cosa ne è venuto fuori. Cliccate sull'immagine per visualizzarla nella sua dimensione originale.

lunedì 6 dicembre 2010

Non solo shopping l'8 dicembre

Il prossimo 8 dicembre il comitato "Roma Capitale" ha preparato uno speciale regalo natalizio a tutti i romani provvisti di certificato di “romanità”. Per un giorno, esibendo la propria carta d’identità e le proprie origini romane, si potrà accedere gratuitamente al Colosseo, ai Musei Civici, ai Musei Capitolini al Museo di Roma in Trastevere, ai Musei di Villa Torlonia e alla Casa Museo Alberto Moravia appena inaugurata. Nella stessa giornata il Palazzo Senatorio spalancherà le porte anche ai turisti per un tour nell’aula Giulio Cesare rinnovata dopo i lavori per i 140 anni di Roma Capitale, la Sala del Carroccio, lo studio del Sindaco con vista dal balconcino, Sala dell’Arazzo, la Sala delle Bandiere e l’Aula Giulio Cesare, mentre
 la piazza del Campidoglio, pensando anche ai più piccoli, sarà piena di giocolieri, clown, animatori, e giochi di un tempo, come la corda, la campana, i birilli e gli aquiloni. Una giornata da dedicare quindi non solo allo shopping!

Un nuovo lock screen per iPhone

Oggi voglio segnalarvi un nuovo lock screen per iPhone che utilizzo da tempo e che trovo molto utile ed interessante: Sublime lock HD. Questo programma é una valida alternativa alla noiosissima schermata di default utilizzata da iOS e dispone di un buon livello di personalizzazione; dopo averlo installato permetterà infatti di visualizzare sullo schermo la data (giorno, mese anno) e la temperatura attuale presente in una città di proprio gradimento (l'aggiornamento in tempo reale richiederà una connessione dati). Sarà inoltre possibile visualizzare anche i messaggi di Twitter all’interno del tema scelto. Il programma é ottimizzato per il retina display e al momento dispone di 6 temi pre-installati, che sono personalizzabili direttamente dal browser Safari. Ovviamente é possibile installarlo soltanto su dispositivi Jailbreak. Ricercate su Cydia l'applicazione "Sublime Lock HD" ed installatelo; una volta terminata questa operazione si dovrà effettuare il re-spring della WinterBorad, non prima però di averlo selezionato. Basterà ora aprire Safari alla seguente pagina:

file:///Library/Themes/SublimeLockHD.theme/setup.html

e potremo modificare tutte le impostazioni, ricordandoci di salvare le modifiche ogni volta che le cambieremo. Le modifiche saranno immediate e non sarà più necessario effettuare il re-spring. Vi consiglio inoltre di aggiungere nella lista dei "preferiti" il link alla pagina di configurazione, in modo da poter accedere più velocemente a questo menù. Per visualizzare il meteo della propria città dovremo inserire un codice specifico che la identifica. Esso può essere facilmente trovato utilizzando Google e scrivendo "yahoo weather" aggiungendo poi il nome della città desiderata; verrà visualizzato un link contenente un codice numerico a 6 cifre (sono gli ultimi caratteri della stringa cercata). Utilizzate questo codice all'interno delle impostazioni per identificare la vostra città. Enjoy!

venerdì 3 dicembre 2010

McWedding: il menù da matrimonio!

Il sogno di tutte le donne finalmente si avvera: sarà possibile sposarsi anche da McDonald's! A partire dei primi mesi del 2011 le catene McDonald's di Hong Kong (e non di Las Vegas!) proporranno i McWedding, pranzi di matrimonio a prezzo agevolato per gli sposi a "corto di risorse" ed amanti del fastfood. Il costo base del banchetto di matrimonio ha un prezzo di 300 euro. Ovviamente il ristorante rimarrà aperto al pubblico, e tutti i tavoli saranno accessibili a tutti gli "avventori" presenti nei locali; l'uso degli alcolici sarà comunque vietato, poiché si violerebbero le regole imposte alla compagnia in quella regione. La cosa ancora più pazzesca é che il "menù da matrimonio" nasce proprio dalle continue richieste da parte dei clienti nei locali della città! Non é certo opera del managment dell'azienda! A questo punto tutto il budget a disposizione delle coppia italiane desiderose di sposarsi da McDonald's dovrà però essere impiegato per acquistare i biglietti del viaggio in aereo! In questo link trovate la notizia riportata anche sui giornali inglesi.

giovedì 2 dicembre 2010

Google Earth include anche Street View

Ho appena finito di scaricare ed installare sul mio Mac la nuova versione di Google Earth (la numero 6) e devo dire che sono rimasto piacevolmente colpito dalle novità introdotte. La più interessante é sicuramente l'integrazione completa con Street View, ed ora il pulsante per la sua abilitazione é stato integrato nella barra di navigazione; grazie a questa novità ora é infatti possibile osservare la terra vista dallo spazio con un ingrandimento fino al dettaglio stradale. Questa funzionalità fino ad oggi era presente esclusivamente nella versione web. La seconda novità di rilievo é la visualizzazione degli alberi in 3D; Google ha infatti creato modelli in 3D di più di 50 specie di alberi e li ha posizionati nelle città più grandi (sono stati posizionati più di 80 milioni di alberi!), privilegiando quelle con un livello di dettaglio maggiore, come ad esempio New York e San Francisco. Per usufruire di queste nuove funzionalità basta semplicemente abilitare l'opzione "Edifici 3D" dal programma. La navigazione 3D mi é sembrata molto fluida. Potete scaricare questa nuova versione (disponibile anche per Windows e Linux) direttamente da questo link.

Il trap é sempre un "gran signore"!

L'Irlanda è in difficoltà economica, tanto da avere bisogno dell'aiuto di Eurozona ed Fmi, e anche il Trap ha deciso di fare la sua parte. Il ct della nazionale irlandese ha infatti acconsentito ad un taglio di stipendio di circa 100mila euro l’anno. Il tecnico italiano ha inoltre annunciato che tutto il suo staff, compreso il vice Marco Tardelli, si è reso disponibile ad una riduzione di stipendio. Secondo l’Irish Times il Trap ha raggiunto un accordo con John Delaney, segretario generale della Football Association irlandese, per una riduzione di oltre il 5% del salario che uniti a quelli del suo staff porterebbero ad un risparmio di circa 160 mila euro all’anno. Un accordo raggiunto in 30 secondi, secondo lo stesso Delaney.

In Russia e Quatar i prossimi mondiali

A Zurigo sono state assegnate le edizioni dei Mondiali di calcio 2018 e 2022. L’edizione che succederà al mondiale brasiliano del 2014 verrà organizzata, a sorpresa, in Russia mentre l’edizione del 2022 è stata assegnata al Qatar. Saranno sicuramente dei mondiali molto particolari, soprattutto per l'ambientazione, del tutto nuova a questo tipo di evento.

Una comoda stampante per iPhone

Natale si avvicina e, sicuramente, siamo tutti alla ricerca di qualche gadget interessante da regalarci o da regalare. Nella mia svogliata ricerca su interneto ho appena scoperto un accessorio veramente (in)utile e, forse, anche indispensabile per tutti i fortunati possessori di un iPhone: la stampante Bolle BP-10! E' compatibile con tutte le generazioni di iPhone (partendo dalla prima per arrivare alla quarta) ed é gestibile tramite specifica applicazione (che non sono riuscito a trovare) disponibile su Apple Store. Quest'utilissimo accessorio é in grado stampare immagini con dimensioni pari allo standard A6, utilizzando una singola immagine o immagini multiple. Il prezzo di vendita é di 119 sterline (circa 140 euro), al quale é necessario aggiungere i costi di spedizione. L'introduzione di AirPrint ha reso immediatamente antiquato e (forse!!!) inutile il suo acquisto, ma può comunque essere utilizzata come comoda ed innovativa docking station per caricare il proprio cellulare: fateci un pensiero! Finché sarà attivo, potrete acquistare la stampante collegandovi a questo link. Non credo infatti che la sua vendita si protrarrà oltre il periodo natalizio: complimenti, volponi!

mercoledì 1 dicembre 2010

Le telefonate personali in ufficio

La cassazione ha stabilito che utilizzare un cellulare aziendale o una connessione Internet mentre si é in ufficio per scopi privati non è un reato perseguibile, a patto che i costi siano contenuti. Il tutto nasce da una denuncia nei confronti di un dirigente dell'Ufficio tecnico del comune di Stresa, accusato di peculato nei confronti della pubblica amministrazione. In pratica telefonava ad amici e parenti con il telefonino aziendale e navigava su Internet (a scopo personale) durante l'orario di ufficio. Il giudice dell'udienza preliminare di Verbania e in seguito la cassazione hanno confermato il non luogo a procedere. Di fatto "l'assenza di atti appropriativi di valore economico sufficiente per la configurabilità del delitto di peculato" fa decadere ogni accusa. Lo stesso valer per la navigazione online poiché l'abbonamento era flat. Nello specifico il dipendente ha speso circa 75 euro di credito telefonico in due anni. La corte di cassazione ha confermato che "tutte le sentenze pronunciate sono concordi nel ritenere che danni al patrimonio della pubblica amministrazione di scarsa entità finiscono per essere irrilevanti per rivelarsi le condotte inoffensive del bene giuridico tutelato".

sabato 27 novembre 2010

Reti domestiche: la direttiva 2008/63/CE


Con il decreto legislativo approvato lo scorso 22 ottobre dal consiglio dei ministri in "attuazione della direttiva 2008/63/CE relativa alla concorrenza sui mercati delle apparecchiature terminali di telecomunicazioni" (in questo link trovate il testo completo) sembrerebbe che l'installazione e la configurazione di un router (o di un access point) presso la propria abitazione dovrà essere eseguita esclusivamente da un tecnico abilitato, che avrà il dovere di rilasciare un attestato relativo all'installazione, chiedendo anche un compenso per il proprio lavoro.
Gli utenti delle reti di comunicazione elettronica sono tenuti ad affidare i lavori di installazione, di allacciamento, di collaudo e di manutenzione delle apparecchiature terminali di cui all’articolo 1, comma 1, lettera a), numero 1), che realizzano l’allacciamento dei terminali di telecomunicazione all’interfaccia della rete pubblica, ad imprese abilitate secondo le modalità e ai sensi del comma 2.

Se quanto descritto nel decreto fosse interpretato esattamente alla lettera questo scenario potrebbe diventare presto realtà; sarà comunque competenza del ministro dello sviluppo economico emanare entro 12 mesi un decreto "volto a disciplinare i requisiti necessari all'abilitazione per l'allacciamento dei terminali di telecomunicazione all'interfaccia della rete pubblica". Sono state previste sanzioni per chi effettuerà allacciamenti pur non essendo in possesso dei titoli necessari all'abilitazione: la sanzione amministrativa prevede infatti un importo compreso tra i 15.000 e i 150.000 euro, da stabilirsi "in equo rapporto alla gravità del fatto“. Continuando a leggere, si scopre però che al punto F é riportato quanto segue:

i casi in cui, in ragione della semplicità costruttiva e funzionale delle apparecchiature terminali e dei relativi impianti di connessione, gli utenti possono provvedere autonomamente alle attività di cui al comma 1.
Speriamo quindi in un atteggiamento "illuminato" da parte di chi sarà chiamato a definire nel dettaglio tali questioni poiché, se i semplice dispositivi di rete utilizzati dai normali utenti non venissero fatti ricadere all'interno di questa categoria, saremo costretti a pagare nell'ennesimo inutile balzello ad un installatore per effettuare un'operazione banale e di uso comune, per non dover incorrere in una sanzione amministrativa. Volendo pensare in modo positivo e guardare il "bicchiere mezzo pieno", sembra comunque assurdo (e forse anche inapplicabile) voler obbligare gli utenti a dover ricorrere ad un "tecnico specializzato" per la configurazione della propria rete domestica, vista soprattutto la semplicità del software di installazione di cui sono forniti gli apparati. Nulla esclude che sia un tecnico specializzato ad occuparsi di architetture più grosse e complesse, ma sarebbe assurdo pensare diversamente! Ci dovremo quindi preparare a pagare un nuovo (e inutile) balzello?!? Non ci resta che aspettare e sperare che il provvedimento venga interpretato nel migliore dei modi.

venerdì 26 novembre 2010

Apple store: torna il "Black Friday"

Anche quest'anno Apple festeggia il Black Friday sul suo store online. E' una tradizione tipicamente americana e rappresenta il primo giorno di inizio dello shopping natalizio. Solitamente in America (solo in questa giornata) si effettuano sconti su moltissimi prodotti per invogliare i consumatori allo shopping natalizio. In questa occasione sarà possibile acquistare prodotti ed accessori Apple ad un prezzo scontato (solo per gli acquisti online) e la spedizione, a prescindere dal prezzo dell'oggetto, é gratuita! L'offerta é valida anche in Italia. Gli sconti maggiori sono applicati sui MacBook air (solo per la nuova versione da 13 pollici) ed i modelli iMac, con un risparmio di 101 euro. Lo sconto praticato sui tutti i modelli di iPad é invece di 41 euro, mentre gli iPod Touch hanno una riduzione di prezzo che parte da 21 euro (per la versione da 8gb) fino ad un massimo di 41 euro per la versione a 64gb; per l'iPod Nano é previsto uno sconto di 11 euro. Anche sugli accessori sono interessanti gli sconti: ad esempio il kit da auto TomTom costa 78 euro (invece dei normali 99 euro). Potete trovare la lista di tutti i prodotti scontati visitando questo link alla pagina web creata appositamente per l'evento. Personalmente penso che comprerò la fascia da braccio per l'iPhone 4. Le promozioni non riguardano però i seguenti prodotti: il nuovo MacBook Air da 11 pollici, Apple TV, i MacBook ed i Mac Mini. Un "ottimo giorno" se é vostra intenzione da passare ad Apple!

mercoledì 24 novembre 2010

Find my iPhone: ecco come funziona!

Tra le tante novità introdotte nella versione 4.2.1 di iOS quella più interessante, secondo il mio punto di vista, é la possibilità di utilizzare "Find my iPhone" gratuitamente con dispositivi iPad, iPhone e iPod. "Find my iPhone" da la possibilità all'utente di rintracciare la posizione del proprio dispositivo e, qualora fosse stato smarrito, di cancellarne completamente i dati da remoto, evitando in questo modo che altri utenti ne entrino in possesso. Fino a pochi giorni fa questa funzionalità era inclusa esclusivamente nel pacchetto a pagamento "Mobile Me" di Apple (per chi non conoscesse le sue funzionalità, basta semplicemente sapere che permette la sincronizzazione dei dati di più dispositivi tra di loro). Questo vuol dire che, probabilmente, in futuro parte delle interessanti funzionalità di "Mobile Me" potrebbero essere gratuite. Ad oggi la sottoscrizione dell'abbonamento annuale costa infatti 79 euro.

E' importante precisare che le utenze di nuova attivazione (e pertanto gratuite) dovranno essere registrate esclusivamente utilizzando i nuovi dispositivi (iPad, iPhone 4 e iPod touch di quarta generazione) con iOS 4.2. Provando a registrarsi per la prima volta utilizzando un iPhone 3Gs si riceverà il messaggio “dispositivo non supportato”. Precisiamo subito che la limitazione ai dispositivi di ultima generazione è solo nella creazione dell’account gratuito. Una volta creato un account gratuito su un iPad o su un iPhone 4 è possibile usarlo senza limitazioni di nessun tipo anche su un iPhone 3Gs o su iPod touch di terza generazione a patto, naturalmente, che quest’ultimo abbia installata la versione 4.2 di iOS. La registrazione dei nuovi utenti si presta fortunatamente a piccole forzature, come ad esempio l’utilizzo di dispositivi di ultima generazione di amici o parenti per l’attivazione del proprio account e la successiva rimozione del ID dal dispositivo. In questo modo potremo chiedere ad un amico con un iPhone 4 di farci attivare il nostro ID Apple tramite il suo telefono. A questo punto viene da chiedersi quale sia stata la necessità di imporre questa limitazione!

lunedì 22 novembre 2010

Apple rilascia ufficialmente iOS 4.2

E' finalmente disponibile per il download la nuova versione di iOS che si aggiorna alla release 4.2. Le novità principali riguardano in gran parte alcune funzionalità dell'iPad, sul quale é stato finalmente introdotto il multitasking, le cartelle, una casella email unificata e Game center. Altra novità molto interessante é l'introduzione di AirPlay ed AirPrint, disponibile anche per gli utenti iPhone e iPod Touch. Il nuovo sistema operativo di Apple è compatibile con iPad, iPhone a partire dalla terza generazione (esistono ancora in circolazione versioni 2G?!?) e con l'iPod touch a partire dalla seconda generazione. Le novità introdotte sono più di 100 e non tutte sono direttamente disponibili per l'utente, poiché riguardano miglioramenti di programmi o di prestazioni. Ecco un piccolo elenco riassuntivo con le novità:

  • AirPrint: permette di stampare email, foto, pagine web e tanto altro utilizzando stampanti compatibili con questo nuovo protocollo.
  • AirPlay: permette lo streaming in modalità wireless su Apple TV di video, musica e foto; é possibile effettuare anche lo streaming di musica in modalità wireless utilizzando altoparlanti e ricevitori compatibili con AirPlay, compreso AirPort Express.
  • Aggiornate anche alcune funzionalità di FaceTime, come ad esempio la possibilità di effettuare chiamate utilizzando il controllo vocale o all'interno di una conversazione SMS;
  • Introdotti nuovi font all'interno di Notes.
  • Sono state aggiunte nuove restrizioni (controlli di censura), come ad esempio impostazioni account, amici game center e impostazioni di localizzazione.
  • Sarà possibile importare file ".ics" all'interno del calendario.
  • il servizio "Find my device" disponibile a pagamento e integrato in "Mobile me" é stato reso gratuito per tutti gli utenti possessori di iPhone4 e per gli iPod Touch di ultima generazione.
  • Migliorata la riproduzione audio sugli autoradio tramite porta USB.
Per poter installare iOS 4.2 é necessario aggiornare anche iTunes alla versione 10.1. Al momento non é ancora disponibile una versione Jailbreak. Se volete effettuare tale modifica al vostro dispositivo vi consiglio quindi di attendere ancora un pò, E' comunque risaputo la nuova versione di iTunes non blocca in nessun modo il Jailbreak.

Prove tecniche di trasmissione

Ho finalmente deciso di dedicarmi un pò al restyle del blog. Inizialmente la mia idea era quella di migrare completamente il blog dalla piattaforma attuale (blogger) a WordPress. Per mancanza di tempo ho provato a cercare qualcuno che lo facesse per me ho ho richiesto diversi preventivi a piccole aziende e professionisti del settore che ho trovato sul web. La risposta é stata quasi immediata da parte di tutti ma mi sono sentito comunicare cifre così assurde per un lavoro così semplice e veloce che ho deciso di fare da me! La mia prima decisione é stata quella di rimanere sulla piattaforma di Google, anche perché ho scoperto alcuni nuovi strumenti per la gestione del blog che rispondono a tutte le mie necessità, mentre io pensavo fossero disponibili solo per gli utenti di WordPress. Mi sono quindi risparmiato la scocciatura dell'inutile migrazione e mi tengo in tasca anche un bel gruzzoletto! Mi dedicherò quindi esclusivamente a dare una bella "imbiancata" all'aspetto generale del blog. Per questo motivo nei prossimi giorni troverete continui cambiamenti ed aggiornamenti; un cantiere aperto che spero di chiudere quanto prima... sempre che non mi passi l'ispirazione! Scusate per il disagio.

domenica 21 novembre 2010

I pagamenti dilazionati di Facebook

Era solo una questione di tempo ma alla fine anche su Facebook sarebbero arrivati i pagamenti dilazionati. Sembra infatti che sia in fase di test su una nuova funzionalità chiamata PayLater che permetterà agli utenti del portale di acquistare "crediti" senza pagarli immediatamente. I crediti sono solitamente utilizzati dagli utenti (alquanto stupidi, secondo il mio punto di vista) per acquistare "beni virtuali", spendendo però soldi reali. Tutti i giochi e le applicazioni presenti sul portale ne prevedono infatti il loro utilizzo: é infatti questo il "motore" che spinge le aziende a produrre e pubblicare le loro applicazioni su Facebook. Grazie all'acquisto dei crediti é possibile acquisire opzioni che permetteranno al giocatore di ottenere vantaggi significativi durante il gioco. La partecipazione ai giochi infatti é gratuita ma capita spesso che i gli utenti più accaniti, trovandosi in diretta competizione con altri, cedano alle allettanti offerte e facilitazioni proposte da questi strumenti, riuscendo in questo modo ad avere progressi più veloci nel loro mondo virtuale. Questo meccanismo può generare anche una reazione a catena che spingerà gli altri utenti ad acquistare crediti per non restare indietro rispetto agli giocatori. In questo ciclo vizioso sarà difficile per gli utenti avere la percezione realte dei soldi spesi, forse proprio perché gli importi di volta in volta sono sempre di modesta entità. Tornando alla notizia, sembra che l'accordo sarebbe stato stipulato con i maggiori produttori di giochi per Facebook, primo tra tutti Zynga (con giochi come Farmille, MafiaWars, Treasure Isle, etc.). Il debito accumulato per l’acquisto di crediti potrà essere pagato con una carta di credito o con PayPal, anche se al momento non si hanno indicazioni sull’esistenza di un tetto massimo al debito che un utente potrà contrarre. Solo il buon senso dei giocatori potrà tenerli al riparo da inutili e stupidi acquisti elettronici.

sabato 20 novembre 2010

Windows: un compleanno dimenticato?

25 anni fa faceva la sua prima apparizione sul mercato mondiale il sistema operativo che nel giro di un decennio avrebbe cambiato radicalmente la storia dell'informatica. Era infatti il 20 novembre del 1985 quando Microsoft lanciava sul mercato Windows 1.0: costava 99 dollari, necessitava di soli 256 Kbyte di memoria e non prevedeva la possibilità di utilizzare un mouse. A quei tempi io ancora giocavo con il mio Commodore64! Il nuovo sistema operativo doveva però già rincorrerne un altro, sicuramente più avanzato: Mac OS, che permetteva, tra l'altro, la semplice sovrapposizione delle finestre a video. Le successive versioni, la 2.0 e la 3.0, furono rilasciate nel 1998 e nel 1990 ma ebbero un grande successo. Solo nel 1992, con la versione 3.1, la creatura di Bill Gates raggiunse le capacità operative che potevano essere paragonate a quelle dei Macintosh. In quegli anni io mi godevo lo stupendo Mac Classic II (ancora funzionante nel mio studio!). In 25 anni in mondo dell'informatica é cambiato radicalmente e, gran parte di questi progressi, sono sicuramente da attribuire proprio a questo sistema operativo. Negli anni 90 Steve Jobs perdette la sua causa per violazione di proprietà intellettuale e da lì in poi, con il debutto di Windows 95, Microsoft produrrà il sistema operativo più diffuso al mondo, arrivando a coprire il 95% delle installazioni sui pc domestici. Seguiranno Windows XP (il mio preferito), Vista e Seven (mai utilizzato!). Spente le 25 candeline in Microsoft si lavora come sempre sodo per stupire ancora tutti con la nuova creatura, quel Windows 8 di cui si dice sarà un prodotto che esalterà i cardini dell'informatica moderna. Crediamoci! Tanti auguri Window anche se, ad essere sincero, io me ne sono accorto quasi per sbaglio!

venerdì 19 novembre 2010

La giornata mondiale dell'infanzia

In questi giorni sulle pagine di Facebook le foto del profilo degli amici sono quasi sempre quelle dei personaggi dei cartoni animati. E' una nuova iniziativa che coinvolge gli utenti del social network e suggerisce a tutti gli iscritti di sostituire la propria immagine con una che rappresenti il cartone animato preferito. Lo scopo di questa iniziativa é "sollecitare le coscienze" sulla settimana dedicata ai diritti d’infanzia (dal 15 al 22 novembre), secondo il motto “torniamo bambini!“. Questa iniziativa é stata presa per ricordare il giorno della ratifica della Carta dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, avvenuta il 20 novembre 1995. Un piccolo gesto che può sicuramente aiutare a mettere in evidenza un’iniziativa così importante. Sicuramente senza questa "geniale trovata" molte persone sarebbero rimaste allo scuro di quest'evento. Ora non resta altro da fare che andare su Facebook e cambiare l’immagine del profilo con una foto dei cartoni animati che hanno accompagnato la vostra infanzia. Io ho scelto il mitico Muttley, ma vi assicuro che non sarà certo una scelta facile!

Ciao Nonna!

martedì 16 novembre 2010

La novità di iTunes Store: i Beatles

E' questa la novità tanto attesa: l’intero catalogo dei Beatles disponibile per il download su iTunes Store! Oltre alla possibilità di acquistare i brani e gli album, rispettivamente a 1,29 e 12,99 euro, è disponibile il "The Beatles Box Set" che contiene tutti gli album registrati in studio dai FabFour e la raccolta "Past Masters", con altrettanti album e registrazioni. Se devo essere sincero sono rimasto un pò deluso dalla novità... e chissà quanti, come me, hanno provato la stessa cosa! Ci si aspettava qualche "succulenta" novità ma la sorpresa era di tutt'altro tipo. Ad ogni notizia di Apple ormai ci si aspetta solo l'impossibile; magari, che ne so, il primo razzo a propulsione realizzato da Apple che ha già iniziato le procedure di atterraggio su Marte. Vabbé, magari la prossima volta terremo un "profilo più basso", così da ridurre le aspettative e la relativa delusione. L'ho sempre detto che "i grandi analisti" del mercato sparano solo bufale e gossip, un pò come ha sempre fatto quella mezza fetecchia di Claus Davi con i suoi falsi scoop. Torniamo comunque alla notizia; immediatamente dopo il lancio della discografia dei Beatles su iTunes Store, Apple ha diramato un comunicato stampa nel quale sono riportate le dichiarazioni di Steve Jobs, di Paul McCartney, Ringo Starr e delle mogli di John Lennon e George Harrison.

Amiamo i Beatles ed è un onore per noi accoglierli con calore nella grande famiglia iTunes”, ha dichiarato Jobs. “Abbiamo percorso una lunga e tortuosa strada per arrivare fin qui. Grazie a Beatles e EMI, abbiamo realizzato un sogno che avevamo nel cassetto da quando presentammo iTunes ben dieci anni fa.

Una dichiarazione importante... che altro aggiungere? Peace and love! Bha!

lunedì 15 novembre 2010

Novità in arrivo su iTunes

Tutte le home page internazionali Apple (compresa quella italiana) sono state da poco modificate e, al posto della pagina nera con la pubblicità al nuovo MacBook Air, ora è comparsa una nuova pagina che annuncia novità per quanto riguarda iTunes nella giornata di domani. L'ipotesi più probabile é quella della presentazione del nuovo servizio di streaming a pagamento offerto da Apple, fruibile proprio tramite iTunes e, forse, correlato anche dal tanto atteso rilascio di iOs 4.2, in grado proprio di supportare lo streaming su iPhone/iPhod touch. L’appuntamento è fissato alle ore 16.00 di domani (ora italiana).

Non ho mai detto di essere povero!

Nel corso dell'ultima puntata di "Domenica Cinque" (che fortunatamente non sono riuscito a vedere in televisione!) Barbara d'Urso ha intervistato Franco Califano, che ha fatto chiarezza sulle dichiarazioni uscite su tutti i giornali in cui avrebbe invocato il sussidio della legge Bacchelli:

Io sto bene con quello che ho e non ho bisogno di niente, potrei campare altri venti anni senza lavorare non dovendo chiedere niente a nessuno. Non ho mai detto ora sono povero. Io sui soldi ci ho sempre sputato.

Califano racconta che alcuni amici, in buona fede e seriamente preoccupati per la situazione economica del cantante, al momento convalescente per un infortunio domestico e impossibilitato a lavorare, hanno chiesto a suo nome che egli potesse beneficiare degli aiuti previsti dalla Legge Bacchelli. “Non ho mai chiesto soldi a nessuno”, ha afferma Califano anche a Striscia la Notizia. E ha aggiunto: “Non ho bisogno di chiedere, non ho bisogno di soldi. Vivo dei diritti d’autore e delle mie serate”. Certo, dopo la figuraccia che ha fatto é il minimo che potesse fare, anche se queste sue dichiarazioni sono poco più che un goffo tentativo di riparare a quanto detto nei giorni scorsi. E con questo chiudo ufficialmente e definitivamente ogni ulteriore disquisizione sull'argomento: fatelo santo e chiudiamo il discorso!

In arrivo la mailbox di Facebook?

Stando ad alcune indiscrezioni che circolano insistentemente sulla rete sembrerebbe che a partire da oggi Facebook potrebbe arricchirsi di una nuova funzionalità molto interessante: un vero e proprio servizio email associato al proprio account, andando quindi ad allargare le potenzialità del social network che dispone di 500 milioni di utenti e che, a questo punto, non mancherà di fare una spietata concorrenza agli stessi servizi offerti da Yahoo! e Google. Non c'é niente di ufficiale in merito alla presentazione di questo nuovo servizio e, come al solito, é un'ipotesi avanzata da professionisti e analisti del settore. Un servizio mail, specie se funzionale e con qualche novità, potrebbe accrescere ancora l'interesse che Facebook vanta nei confronti dei suoi utenti. Non ci resta che aspettare!

venerdì 12 novembre 2010

Con l'etilometro al ristorante!

Scatta da domani, sabato 13 novembre, una nuova norma contro la guida in stato di ebberzza e che coinvolge i gestori dei locali dove si consumano alcolici. E che per questo non mancherà di suscitare discussioni. Da domani, infatti, bar e ristoranti dovranno esporre le tabelle che informano sui limiti e sugli effetti dell’alcol; i gestori dovranno inoltre dotarsi di etilometro da mettere a disposizione del pubblico. La norma, introdotta dalla legge 29 luglio 2010, riguarda tutti gli esercizi che protraggono la loro attività oltre la mezzanotte. Non solo i locali dove abitualmente si cena quindi, ma tutti gli impianti che somministrano alcolici (pertanto anche circoli, agriturismi, chioschi, enoteche, alberghi, campeggi, fiere, sagre, feste varie e simili). Per le discoteche l’obbligo era già in vigore. I soggetti interessati dovranno affiggere in evidenza le tabelle approntate dal ministero della Salute. Il codice della strada prevede pesanti sansioni per i guidatori. Basta infatti superare il tasso alcolemico di 0,5 grammi per litro per incorrere in una multa che va da un minimo di 300 ad un massimo di 6.000 euro a seconda dei livelli di alcol riscontrati nel sangue. E oltre gli 0,8 grammi per litro scattano l’arresto e la sospensione della patente.

Il Califfo non é solo (parte 3)

La storia strappalacrime del Califfo continua. Ingenuamente pensavo che fosse terminata con il mio secondo post, ma non é così! Renata Polverini (presidente dalla regione Lazio) ha infatti confermato che sebbene non sia di competenza della Regione l'attuazione della legge Bacchelli (il famoso sussidio per gli artisti in situazioni di indigenza), si troverà comunque il modo di aiutare Franco Califano che ha dimostrato subito di apprezzare la disponibilità della governatrice e ha risposto come solo lui, proverbiale latin lover incallito e mai pago, avrebbe potuto fare "Le dedicherò una canzone. E' una gnocca", subito dopo corretto in un più pacato "È bellissima". Sul come possa arrivare questo aiuto, la Polverini azzarda una soluzione: coinvolgerlo, per esempio, nelle iniziative musicali che offre l'istituzione sul territorio. Sicuramente ci sarà una folla sconfinata ad assistere ai suoi concerti! Dopo l'incontro di martedì pomeriggio col cantante nella hall del palazzo della regione la Polverini ha detto:

Califano mi ha esposto le sue difficoltà, si è confessato anche riconoscendo qualche errore commesso in gioventù. Adesso vedremo come aiutarlo. È una persona che ha dato molto al nostro Paese, le sue canzoni hanno fatto storia, quindi credo sia giusto che un'istituzione sia vicina a tutti coloro che chiedono attenzione.

...a tutte le persone che in questi giorni si rammaricano che un'istituzione si è mostrata disponibile voglio ricordare che l'Italia è una Paese solidale. Al di là di tutti gli errori che una persona può commettere, l'importante è che quando si lancia un grido d'allarme c'è una persona pronta a raccoglierlo.

Una scelta quanto meno impopolare a giudicare dalle reazioni e dai commenti che si possono leggere su web. Forse la Polverini dovrebbe fare più attenzione alle parole che usa visto che "A tutti coloro che chiedono attenzione", "l'Italia è una Paese solidale" e "quando si lancia un grido d'allarme c'è una persona pronta a raccoglierlo" potrebbe indurre, non senza ragione, molti altri italiani a chiedere altrettanta solidarietà. Concittadini che hanno vissuto e vivono come la formica, al contrario del Califfo che infondo si è sempre vantato di non badare a spese (soprattutto quando di mezzo c'erano le donne ) e di non pensare alla vecchiaia (che però inesorabile arriva per tutti) e che infondo, come la cicala, ha speso e sperperato tutto quello che il suo "talento" gli aveva permesso di guadagnare. Forse, il fatto di trovarsi in difficoltà economiche (sempre che 1600 euro al mese per i diritti d'autore possano considerarsi tali!) può benissimo essere considerato una conseguenza delle sue, rispettabili ma né più né meno di tutte le altre, scelte di vita. Come dire: chi è causa del suo mal pianga se stesso... ma non si arroghi poi il diritto di poter chiedere (e magari ottenere) un vitalizio mensile dallo Stato. Il senatore del Pdl Domenico Gramazio, che per altro ha accompagnato il Califfo in Regione, ha dichiarato sempre al Corriere.it: "Ho parlato con il ministro Bondi che ha già dato disposizione al capo di Gabinetto di espletare la pratica per far sì che Franco Califano possa avere accesso alla legge Bacchelli che prevede un massimo di 24mila euro di pensione annuale". E se qualcuno fosse preoccupato per il suo stato di salute (mentale e fisica) sappia che anche il centro benessere Messeguè in provincia di Terni ha mostrato tutta la sua solidarietà al Califfo: "Da noi c'è pronta una stanza per lui, ovviamente tutto a titolo gratuito (ovviamente!) perchè non posso pensare di abbandonare un amico... Può stare da noi tutto il tempo che gli serve per superare questa grande solitudine e malinconia". Franco Califano santo subito!

giovedì 11 novembre 2010

OsX si aggiorna alla versione 10.6.5

Apple ha reso disponibile il nuovo aggiornamento per Mac Os X, che si aggiorna alla versione 10.6.5. Nell’ultima settimana erano state rilasciate agli sviluppatori ben tre beta release, tutte in versione definitiva, indice che la versione finale era vicina. Questa nuova release include numerosi bug-fix e migliorie per la compatibilità, la sicurezza e la stabilità del Mac. Ecco le principali novità introdotte:
  • Migliorata l’affidabilità con i server Microsoft Exchange.
  • Migliorate le prestazioni di alcune operazioni di elaborazione delle immagini in iPhoto e Aperture.
  • Migliorata la stabilità e le prestazioni di applicazioni grafiche e giochi.
  • Risolto un problema di ritardo tra processi di stampa.
  • Corretto un problema di stampa per alcune stampanti HP connesse ad AirPort Extreme.
  • Risolto un problema del trascinamento di contatti dalla Rubrica Indirizzi a iCal.
  • Corretto un problema per il quale trascinando un elemento da una pila, il Dock non può essere nascosto automaticamente.
  • Risolto un problema che causava l’incorretta visualizzazione di informazioni di Wikipedia nel dizionario.
  • Migliorate le prestazioni di MainStage su alcuni sistemi Mac.
  • Risolto un problema di spaziatura con i font OpenType.
  • Migliorata l’affidabilità di alcuni schermi Braille Bluetooth.
  • Corretto un problema di VoiceOver durante la navigazione di alcuni siti web con Safari 5.
La dimensione dell'aggiornamento é di circa 500 megabyte. Per maggiori informazioni potete visitare questo link alla pagina ufficiale di Apple. A breve dovrebbe essere rilasciata anche la nuova versione di iOS 4.2 per iPhone/iPod insieme a iTunes 10.1. Per il momento non ci sono ancora indicazioni ufficiali sulla data del loro rilascio.

mercoledì 10 novembre 2010

Microsoft Kinect in vendita da oggi

È giunto finalmente il grande momento atteso da tutti i possessori italiani di una consolle Xbox360: da oggi é in vendita anche nel nostro paese Kinect! Con la sua uscita cambiano le "regole del gioco"; dopo la rivoluzione lanciata quattro anni fa da Nintendo con la Wii e il lancio di Move da parte di Sony per Ps3 lo scorso settembre, ora anche con la consolle di casa Microsoft sarà possibile "giocare in mobilità", senza avere la necessità di disporre di uno o più joystick. Dotato di videocamera, di un sensore di profondità e di un microfono è anche in grado di leggere e tracciare i movimenti in tre dimensioni, scansionando il nostro corpo nelle sue articolazioni e il nostro volto. Funzionalità che potranno essere sfruttati anche in altre campi che non siano legati strettamente ai videogiochi. Grazie alle due videocamere stereoscopiche VGA e l’ausilio di un sensore di profondità a raggi infrarossi, Kinect riesce a riconoscere il corpo del giocatore sui tre assi e a distinguere le varie giunture del corpo (testa, collo, spalle, polsi, mani, anche, bacino, ginocchia, caviglie e piedi). In questo modo è quindi possibile trasmettere specifici comandi in base ai movimenti effettuati senza l’ausilio di controller aggiuntivi per dare vita ad alter ego virtuali, giocare, navigare nei menù ed utilizzare la dashboard di Xbox 360. Le videocamere vengono utilizzate anche per l’identificazione dell’utente che permette l’abbinamento automatico del profilo giocatore e per la Video Chat tramite Xbox Live e MSN Messenger. La presenza di un sensore a raggi infrarossi permette inoltre l’utilizzo e il funzionamento della periferica anche con fonti di luce molto bassa. Infine, la tecnologia di Kinect comprende anche un microfono a matrice multipla che rende possibile il Controllo Vocale per la navigazione dell’interfaccia della console e i giochi. Una vera rivoluzione nel campo dei videogiochi, iniziata negli anni 80 con le prime consolle che, fino ad oggi, hanno sempre avuto un denominatore comune: il joystick! Forse finalmente potremo perdere anche un pò di peso giocando con i videogiochi. Il suo prezzo di vendita é di150 euro in bundle il titolo "Kinect Adventures"; un prezzo certamente non molto economico. Personalmente non mi affascina molto l'idea di agitarmi come un matto per giocare ad videogioco di ultima generazione, forse per lo stesso motivo per il quale ho regalato a mia sorella il Nintendo Wii: troppo faticoso e noioso se non si gioca in compagnia. Io preferisco ancora rilassarmi stando comodamente sdraiato sul mio divano... chissà se questa volta riusciranno a convincermi e farmi alzare!

martedì 9 novembre 2010

In un momento di difficoltà emotiva

Mi sento quasi in dovere di concludere il post sul "Califfo" con gli ultimi aggiornamenti di cronaca... e poi chiudiamo definitivamente questo squallido spaccato della società italiana. Sembra infatti che Franco Califano NON abbia i requisiti per "invocare" la legge Bacchelli e chiedere un sussidio allo Stato. Ricordiamo infatti che gode di una rendita annuale di 20 mila euro netti. A sostenerlo è lo stesso avvocato del cantante romano, Marco Mastracci, intervistato ieri dal Tg1. Nella sua intervista l'avvocato, che DOVEROSAMENTE é dovuto intervenire per calmare gli animi dopo le dichiarazioni del cantante, prosegue dicendo:

Il cantante ha chiesto il sussidio statale perché a seguito di una brutta caduta non può più fare serate ed è in condizioni indigenti. È vero che è caduto e si è rotto tre vertebre e quindi non può lavorare, però ha tanti amici che gli stanno dando una mano, soprattutto per far fronte alle sue necessità primarie. Il maestro è stato frainteso, sicuramente non si trova per strada. E’ sicuramente in un momento di difficoltà emotiva.

Un applauso (CLAP) per il medico, il cantante e l'avvocato (tirato in mezzo per necessità!) che si sono resi protagonisti per un giorno in quella commedia chiamata Italia.