lunedì 31 agosto 2009

Jessica Biel è una minaccia per il Web

Cosa c’è di più pericoloso di un bel volto, magari quello di un’attrice famosa? Deve essere la stessa cosa che pensano gli sviluppatori di virus, visto che i maggiori pericoli dovuti a virus, spyware e malware sono collegati al nome dell’attrice Jessica Biel. Forse non c’è nulla di nuovo in questo: è così che funziona Internet. Ovvero, un termine popolare viene sfruttato da hacker o aspiranti tali per creare false pagine o link infetti per diffondere i virus o rubare dati personali. Si tratta delle statistiche elaborate da McAfee che dimostrano un cambiamento ed una evoluzione dei comportamenti informatici. L’anno scorso il termine più pericoloso fu Brad Pitt mentre quest’anno si tratta della bella attrice Jessica Biel. Compiendo una ricerca con Google su Jessica Biel si ha una possibilità su 5 di capitare su un sito Web infetto. E quali sono le altre minacce? La cantante Beyoncè al secondo posto (in particolar modo il termine “suonerie Beyoncè”), Jennifer Aniston (attenti agli screensaver) seguiti da Tom Brady, Jessica Simpson, Gisele Bundchen, Miley Cyrus, Megan Fox, Angelina Jolie, e Ashley Tisdale. Che dire, si tratta di una bella compagnia. Naturalmente é sempre valido il consiglio di tenere sempre aggiornati i propri antivirus ma, soprattutto, di stare sempre molto attenti alle email che riceviamo!

Facebook e le utenze personali

Facebook ha annunciato alcune modifiche riguardanti la privacy dei suoi utenti. Tutto è dovuto ad una legge canadese che ha portato il social network ad alcune decisioni importanti, che avranno comunque effetto su tutti i suoi utenti. Maggiori informazioni in merito all’indagine canadese sono disponibili da questo link. Gli utenti che vorranno disattivare (attenzione, “disattivare”, non cancellare!) il proprio account riceveranno un avviso che indicherà chiaramente come la disattivazione dell’account non cancella i dati personali. Come fare allora? La soluzione sarebbe cancellare definitivamente il proprio account Facebook. Peccato che non sia sempre semplice, perchè il link per compiere questa operazione è nascosto tra le richieste di aiuto. Per facilitarvi il compito (nel caso desiderate cancellare definitivamente il vostro account Facebook) il link diretto per la cancellazione è questo. Tuttavia Facebook ha dichiarato che inizierà a lavorare su alcune modifiche che riguardano i dati personali. Facebook chiederà più precisamente il tipo di informazioni da rendere pubbliche e quali nascondere. Insomma, qualcosa si muove, peccato che le modifiche non saranno immediate. Bisognerà, infatti, aspettare 12 mesi prima di vedere qualche risultato.

domenica 30 agosto 2009

Un'estate in camper - parte 1

Quest'estate io e Nadia abbiamo finalmente testato per bene il nostro camper aquistato usato quasi un anno fa e da noi chiamato affettuosamente "il tartarugone". Non é un camper nuovissimo (é un Laika LaserCar del 1987, con più di venti anni!) ma con una buona riverniciata, una messa appunto generale ed un motore nuovo di zecca siamo riusciti a risvegliare i 105 cavalli che battevano sotto il suo motore. Una mia brillante intuizione a pochi giorni dalla partenza mi ha convinto ad installare un pannello ad energia solare sul mezzo, per integrare e ricaricare anche da fermo le batterie del motore e dei servizi. Oggi posso dire di aver fatto un ottimo investimento! In questo modo la nostra autonomia elettrica ci ha permesso di evitare inutili e continue accenzioni del motore per ricaricare le batterie che, inevitabilmente, si sarebbero scaricate per un prolungato soggiorno stanziale. Ho provato anche un gran gusto nel vedere mezzi ultramoderni e costosissimi costretti a ricaricare le proprie batteerie con l'accenzione continua del motore perché il mezzo non era in movimento. Per chi non lo sapesse, un camper in movimento ricarica le proprie batterie ma, se si resta fermi, queste non possono essere ricaricate se non con l'accenzione del motore o collegando il mezzo ad una presa della corrente, come si fa per i cellulari. Non so se per inesperienza dei proprietari (o perché taccagni o squattrinati!), ma oggi posso veramente dire che l'acquisto di un pannello ad energia solare per il proprio camper é un investimento fontamentale, soprattutto se si pensa di viaggiare con piccoli spostamenti e non riuscendo a trovare attacchi elettrici sul proprio percorso (forniti dai campeggi o dalle aree di sosta pubbliche o private). Devo dire che il nostro camper si é comportato egregiamente, superando anche le prove più difficili, come il passo del San Bernardino in Svizzera (2065 metri), il passo del Brennero (1372 metri) ed i continui dislivelli delle alpi Austriache e Tedesche. Il nostro itinerario di viaggio, in 3 settimane, prevedeva una tour della Corsica e della Costa Azzurra ed una sosta in Baviera. La prima tappa, la Corsica, ha modificato immediatamente i nostri programmi, vedendoci costretti a sospendere il nostro tour intinerante per l'isola ed optando per una lunga sosta presso la bellissima spiaggia di Palombaggia situata nel sud della Corsica, tra Bonifacio e Porto Vecchio, godendo però della frescura di una splendida pineta vicino al mare per 12 giorni. La Corsica sotto molti aspetti ricorda la Sardegna ma, forse anche perché più piccola, é veramente straripante di turisti! Comunque, ad essere sincero, le strutture ricettive non sono proprio il massimo per funzionalità ed ospitalità, ma i paesaggi incontrati e lo splendido mare fanno dimenticare molto velocemente questi disagi. Seguendo i consigli di amici e parenti, non abbiamo prenotato l'imbarco per il rientro sul "continente" e siamo costretti ad annullare la nostra visita a Nizza e sulla Costa Azzurra per mancanza di posti disponibili sulle navi, dirottanto in nostro rientro nuovamente su Livorno e costringendoci ad accellerare le tappe di avvicinamento alla Germania, che prevedeva anche il passaggio per il lago di Como. La prima parte del racconto mio primo lungo viaggio in camper termina qui, con il bellissimo mare della Corsica, non prima di aver menzionato il caro vita estivo sull'isola. Se volete infatti recarci in una semplice pizzeria, sappiate che una pizza margherita (anche se pittosto saporita) costa non meno di 12 euro, mentre una bottiglia di acqua ne costa 5. Una bottiglietta di birra da 33cl (io vi consiglio di bere quella locale, la birra Pietra, che é molto saporita) costa invece 4,5 euro. Se volete quindi pianificare un viaggio in Corsica vi consiglio di farlo in compagnia di un bel frigorifero e di fare rifornimento esclusivamente nei supermercati, perché passare tutte le sere a cena nei vari locali (in cui vi assicuro si mangia benissimo) vi costerà non meno di una seconda vacanza!

...e le ferie giungono al termine!

Eccomi nuovamente online con qualche giorno di anticipo e pronto a riprendere la mia attività di blogger. Le mie ferie sono quasi finite e la vacanza itinerante in camper é giunta al termine. Il programma di viaggio ha subito qualche piccolo cambiamento ma, in linea di massima, abbiamo rispettato gli obbiettivi. Ve ne parlerò probabilmente in qualche post! Ora stringiamo i denti e prepariamoci a riprendere la nostra "quotidiana normalità lavorativa": in bocca a lupo a tutti!!!

sabato 8 agosto 2009

Chiuso per ferie!

Con questo post il blog si prende una pausa per il mese di agosto! Io e Nadia siamo in partenza con il nostro camper (il tartarugone, rimesso a nuovo e lucidato apposta per questa occasione!) per un tour in Corsica, Francia e Germania. Buone vacanze a tutti!

Una foto per il giorno

La foto che pubblico oggi l'ho fatta ad Edimburgo, in Scozia. Risale al nostro recente viaggio di luglio. E' veramente una città molto bella con un passato storico molto importante. Consiglio veramente a tutti di aggiungere questa meta nei propri itinerari. Noi siamo stati molto fortunati a trovare un tempo stupendo, con il sole per tutta la durata del nostro soggiorno. Se partite da Roma potete prenotare il vostro volo diretto con Ryanair, risparmiando anche tanti bei soldoni!

Nuovi virus per i social network

Torniamo a parlare di virus informatici e in particolare di Koobface, il virus che sta infestando i principali social network, ed in particolar modo Twitter e Facebook. Koobface è un virus che si diffonde tramite link che, dietro ad un falso video, rimandano a copie di se stesso che infettano i profili sui social network. Attualmente Koobface ha rallentato la sua diffusione, grazie anche agli sforzi dei siti per limitarne la sua propagazione. Tuttavia i recenti attacchi informatici a Twitter e Facebook hanno dimostrato come le reti sociali siano facili da colpire, e nei prossimi mesi dobbiamo aspettarci una naturale evoluzione di Koobface. In che modo? Innanzi tutto Koobface potrebbe mostrarsi attraverso URL di diverso tipo, randomizzando il rinvio ai video e rendendo differenti gli avvisi che compaiono sui profili degli utenti. Attenzione quindi prima di cliccare su un link che vi pare sospetto! Per verificarne la sicurezza basta semplicemente posizionare il mouse sopra e verificare l’indirizzo vero e proprio che compare in basso sul vostro browser: se si tratta di un link particolare, differente da quelli di Twitter o Facebook si tratta con molta certezza di Koobface.

venerdì 7 agosto 2009

Dominio office.com per Microsoft

Microsoft, un pò inaspettatamente, ha annunciato di aver acquistato il dominio Office.com. Il dominio era precedentemente proprietà della società ContactOffice, che a giugno ha annunciato il trasferimento verso un altro sito, e Microsoft ha approfittato per porre una importante pedina del suo scacchiere. Già, perchè tutto è collegato con il recente lancio di Office online, che andrà a competere direttamente con le altre suite online, come Google Docs e Zoho. Finalmente, quindi, Office online avrà una sua casa facile da raggiungere. Molto meglio Office.com, che l’ostico Office.microsoft.com che non tutti potrebbero ricordare.

Una memory stick da 2 terabyte

Sony, in collaborazione con Sandisk, è riuscita a creare una memory stick XC dalla capienza di ben 2 TB. Una quantità enorme, che potrebbe aiutare il mercato dei netbook e delle videocamere. In appena 31 x 20 x 1,6 mm è possibile inserire centinaia di migliaia di file a una velocità di 160 Mbps. Al momento non si conoscono i tempi di costruzione e distribuzione della memoria ma sicuramente, almeno nei primi tempi, il costo sarà proibitivo!

Quei personaggi poco famosi

L'aria di crisi si sente anche nel mondo dello spettacolo e, a quanto pare, anche per gli ex "gieffini" inizia ad essere un periodo di vacche magre. Alberto Scrivano, appena uscito dalla casa, era partito davvero bene: 5000 euro per una sua serata in discoteca. E ora? E ora ne può chiedere 1000, 1500 al massimo. Ma a lui se la cava ancora bene cosa questa che, invece, non si può dire per gli altri ex partecipanti della trasmissione. Alcuni dei ragazzi del Gf9 prendono ancora molto meno: Siria De Fazio, Vittorio Marcelli, la sua fidanzata Vanessa Ravizza e Gianluca Zito, arrivano a 500 euro scarsi. C’è di mezzo davvero la crisi economica o semplicemente la loro fama è sempre più mordi e fuggi? Non che la cosa mi preoccupi, anzi, certi personaggi é bene scordarseli prima possibile: speriamo allora che questa calda estate cancelli il loro ricordo una volta per tutte!

Shopping estivo a Roma

I negozi della capitale rimarranno aperti nonostante la calura e le ferie estive. Gli orari sono stati decisi dall’assessorato alle Attività Produttive, Lavoro e Litorale. Nel dettaglio, le domeniche del 9 e 16 e la giornata festiva del 15 vedranno alcuni esercizi del Centro storico, delle aree adiacenti alle Basiliche di San Paolo, San Pietro e San Giovanni e dell’intero territorio del XIII Municipio, con le serrande alzate. Mentre questi giorni gli altri negozi dovranno rimanere chiusi, nelle restanti domeniche del mese hanno tutti la facoltà di scelta. Una decisione che viene incontro a molti romani rimasti in città (il 10 per cento più rispetto allo scorso anno). Dice il sindaco Alemanno: “E’ il segnale della crisi che stiamo vivendo e di cui la politica deve tener conto con molta attenzione. E’ evidente che dovremo garantire più servizi ai cittadini. Rivedere i turni delle aziende di trasporto pubblico locale, ad esempio, non è semplice, ma cercheremo di fare il possibile per andare incontro alle esigenze dei romani”.

Arrivano le supermulte notturne

Automobilisti, motociclisti e ciclisti attenzione: da sabato 8 agosto, entra in vigore la legge 15 luglio 2009 n. 94 con le modifiche al Codice della Strada. La notizia, passata al momento del varo della legge quasi sotto silenzio, è quella che prevede un incremento di un terzo per molte violazioni commesse di notte, dalle 22 alle 7 del mattino. L'incremento (secondo quanto elaborato dall’Asaps) è previsto per: velocità in genere, superamento dei limiti di velocità, precedenza, inosservanza della segnaletica orizzontale e delle segnalazioni semaforiche, distanza di sicurezza, cambiamento di direzione o di corsia e altre manovre, circolare contromano o invertire il senso di marcia, effettuare la retromarcia, circolare sulle corsia di emergenza sulle autostrade e sulle autostrade extraurbane principali, violare le norme che regolano la sosta di emergenza od omettere di far uso delle luci di posizione durante la sosta e la fermata di notte o in caso di scarsa visibilità e, infine, violare le disposizioni che disciplinano l'uso del libretto individuale di controllo ovvero non rispettare i tempi di guida e di riposo con veicoli per trasporti professionali non muniti di cronotachigrafo, le rispettive sanzioni pecuniarie sono aumentate di un terzo se commesse dopo le ore 22,00 e prima delle ore 07,00. L’incremento, quando le violazionie siano accertate da dipendenti dello Stato (Polstrada e Carabinieri), va ad alimentare il Fondo contro l'incidentalità notturna. E' stato introdotto l'articolo 34-bis che punisce con la sanzione amministrativa da euro 500 a euro 1.000 (euro 500 entro il 60° giorno dalla contestazione o notifica del verbale) chiunque "insozza" (così è scritto nella legge n.94) le strade pubbliche mediante getto di rifiuti o di oggetti dai veicoli in sosta o in movimento. E' raddoppiato il periodo di sospensione della patente di guida per il conducente trovato in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 1,5 gr/litro oppure per sostanze stupefacenti qualora il veicolo col quale è stato commesso il reato sia di proprietà di persona estranea ai fatti. Anche tutte le ammende previste per il reato di guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti aumentano da un terzo alla metà se il reato è commesso dopo le ore 22,00 e prima delle 07,00. In questo caso l'applicazione della sanzione maggiorata avverrà in sede di sentenza davanti al Tribunale. Una quota pari al 20% di queste ammende comminate con la sentenza di condanna andrà ad incentivare il Fondo contro l'incidentalità notturna. Viene introdotto l'obbligo della confisca amministrativa per il veicolo, di proprietà del conducente, trovato a circolare con i documenti assicurativi falsi o contraffatti. E' colpito, invece, dalla sanzione amministrativa della sospensione della patente di guida per un anno, colui che ha contraffatto o alterato i documenti assicurativi. Con l'introduzione dell'articolo 219-bis, si estendono al certificato di idoneità alla guida dei ciclomotoristi le sanzioni accessorie del ritiro, sospensione e revoca del documento. Analogamente, colui che guidi il ciclomotore in vigenza di un provvedimento di ritiro, sospensione o revoca del certificato di idoneità, è punito con le stesse sanzioni amministrative stabilite per il titolare di patente di guida che circoli nonostante abbia avuto il documento ritirato, sospeso o revocato. Al certificato di idoneità alla guida, infine, sono state estese le disposizioni che regolano la decurtazione del punteggio come per la Patente a punti. Anche il titolare di patente che si trovi alla guida di un ciclomotore è soggetto al ritiro, sospensione, revoca o decurtazione del punteggio, se commette, alla guida di questo veicolo a due ruote, violazioni che comportino l'applicazione di tali sanzioni amministrative accessorie.

Social network sotto attacco

I social network più importanti del momento se la stanno passando brutta in queste ultime ore, visto e considerato che Facebook non fa altro che funzionare lentamente e visualizzare messaggi d’errore mentre Twitter è andato letteralmente giù. In realtà almeno per quanto riguarda il secondo si tratterebbe di un attacco DDoS ancora in corso, che ha messo praticamente in ginocchio la piattaforma, mentre per quanto riguarda Facebook non si conoscono ancora le cause precise di questi malfunzionamenti. E' arrivata l'ora di andare in ferie? In questo momento non vorrei proprio essere nel team di amministratori dei siti: sarà una lunga nottata!

giovedì 6 agosto 2009

Rilasciato Mac OS X 10.5.8

Dopo i diversi annunci relativi di nuove versioni beta destinate agli sviluppatori, è stata rilasciata la versione finale dell’aggiornamento a Mac OS X 10.5.8. Considerando che Snow Leopard, Mac OS X 10.6, è previsto per settembre, questa sarà con ogni probabilità l’ultima versione di Mac OS X Leopard. L’aggiornamento, come sempre disponibile mediante Aggiornamento Software (165 Mb) e presto anche tramite download manuale (in versione standard e combo), è raccomandato da Apple a tutti gli utenti di Leopard. Secondo quanto indicato da Apple, include correzioni generali del sistema operativo che ottimizzano la stabilità, compatibilità e sicurezza, ed anche correzioni specifiche per:
  • problemi di compatibilità e affidabilità durante l’accesso a network AirPort
  • un problema che potrebbe far sì che alcune risoluzioni monitor non appaiano più in Preferenze di Sistema Display
  • problemi che possono influenzare l’affidabilità di Bluetooth

Vacanze: overbooking e voli annullati

In questi giorni di intenso traffiso e di partenze per le vacanze succede spesso di sentire parlare di overbooking o di voli annullati e, pultroppo, non si sa mai con certezza come muoversi in questi casi. Ecco quindi una breve guida ai diritti del viaggiatore. In base al regolamento europeo (CE n.261/04) in vigore dal 2005 i passeggeri che non si imbarcano per overbooking o perché il volo è stato annullato a causa di mobilitazioni o altri motivi, hanno davanti a sé varie possibilità di azione.

Appello ai "volontari"
La compagnia aerea deve cercare un accordo con altri passeggeri che eventualmente fossero disposti a cedere il loro posto a chi dovrebbe rimanere “a terra”.

Rimborso del biglietto o volo alternativo
Se lo scambio non è realizzabile, il passeggero ha diritto alla scelta tra il rimborso del biglietto (che deve essere effettuato entro 7 giorni) e un volo alternativo, non appena possibile, o in altra data di suo gradimento. Inoltre, in relazione all'attesa per il nuovo volo, ha diritto a eventuali pasti e pernottamenti gratuiti, oltreché alla possibilità di effettuare 2 telefonate o fax o e-mail gratuitamente.

Compensazione pecuniaria
Oltre all’assistenza la compagnia deve corrispondere i seguenti indennizzi per il negato imbarco: € 250 per voli inferiori a 1500 km, € 400 per voli intra-Ue superiori a 1500 km e per le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km, € 600 per voli extra-UE superiori a 3500 km. Se il passeggero opta per un volo alternativo, la compensazione in denaro può essere ridotta. Gli stessi diritti spettano al passeggero se il volo è stato cancellato.

L’indennizzo non è dovuto qualora:
  1. la compagnia riesca a dimostrare che la responsabilità della cancellazione non è sua, ma dovuta a circostanze eccezionali (onere della prova a carico della compagnia);
  2. il passeggero sia stato informato della cancellazione almeno 2 settimane prima della partenza;
  3. sia stata offerta al passeggero la possibilità di imbarcarsi su un volo alternativo a un orario vicino a quello originale.
In caso di sistemazione su un volo alternativo, se il posto è in una classe superiore il passeggero non deve pagare alcun sovrapprezzo; se il posto è in una classe inferiore, gli viene rimborsata (entro 7 giorni) una percentuale del biglietto, diversa a seconda della lunghezza della tratta: 30% per viaggi fino a 1500 km, 50% per le tratte intra-Ue superiori a 1500 km e per le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km, 75% per le tratte extra-UE superiori a 3500 km.

Il bike sharing arriva a Ostia

Pubblico con questo post una notizia che mi ha reso felice, poiché si parta della mia circoscrizione, la XIII. Il servizio di noleggio bici (il "bike sharing") arriva finalmente anche a Ostia. Da oggi, grazie ad Atac, Aci Consult e XIII Municipio, sarà possibile disporre di venti mezzi di cui sei dotati di trazione elettrica. Le postazioni sono tre e collocate nel Porto Lungomare Duca degli Abruzzi, Venezia Lungomare Amerigo Vespucci, e una terza nei pressi della sede del XIII Municipio. La tessera è la stessa che nelle postazioni del centro storico di Roma, agli stessi costi: 5 euro per l’acquisto della smart card, 5 per il costo della prima ricarica minima iniziale, e 50 centesimi per ogni mezz’ora o frazione. Fabio De Lillo, assessore capitolino all’Ambiente, presenta così l’iniziativa:

Ci tengo a sottolineare che quella di Ostia è un’esperienza particolarmente significativa perchè siamo i primi in Europa a utilizzare nel bike sharing il sistema di pedalata assistita, con l’utilizzo di biciclette a trazione elettrica.

mercoledì 5 agosto 2009

Salta l'anniversario di Woodstock

Alla fine Michael Lang ha gettato la spugna. Il produttore e manager musicale newyorchese che nell'agosto del 1969 è stato tra i promotori del celebre concerto di Woodstock ha dichiarato alla rivista Rolling Stone che non si terrà nessuna festa in occasione dei 40 anni del festival musicale, che ricorrono il prossimo 15 agosto. Il motivo della rinuncia non è cattiva volontà o disinteresse: a far cambiare idea a Lang, originariamente intenzionato a organizzare un concerto gratuito a Brooklyn, è stata l'impossibilità di reperire i 10 milioni di dollari di sponsorizzazioni necessarie alla realizzazione dell'evento musicale. Nemmeno il tentativo di spostare il concerto di un mese, facendolo coincidere con la settimana del clima che si terrà a New York a partire dal 21 settembre in contemporanea con la 64esima sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha consentito di raccogliere fondi a sufficienza. Costernato, quindi, Lang si è visto costretto ad abbandonare il piano originario: sarebbe stato il terzo concerto commemorativo dopo quelli del 1994 e 1999 e, stando a quanto svelato nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi nel marzo di quest'anno, la scaletta del festival dei 40 anni prevedeva la riproposizione di alcune sessioni celebri che nel 1969 hanno mandato in delirio la platea di Woodstock. Ovviamente interpretate dai medesimi artisti di allora.

La Coppa America negli Emirati Arabi

La 33esima edizione dell'America's Cup si disputerà nel febbraio 2010 nel Golfo Persico. Il defender Alinghi, che rappresenta la Société Nautique de Genève, ha annunciato di aver scelto per la sfida contro Bmw Oracle la località di Ras al-Khaimah, nel nord degli Emirati Arabi Uniti. Questa località è caratterizzata da una situazione meteo eccezionale e da ottime condizioni per regatare nel mese di febbraio. Le autorità locali hanno dimostrato di avere un notevole interesse nell'evento e di essere disposte a supportare lo svolgimento della Coppa America. Sarà realizzata un'isola dedicata all'interno dell'Hamra Village nel Ras al-Khaimah per offrire tutte le strutture necessarie ai team di America's Cup, degli sponsor e dei fan. Il circolo velico svizzero, detentore del trofeo, ha da sempre il diritto di scegliere la località dove disputare la prossima Coppa America. In questo caso la scelta è stata anche condizionata dalgi sviluppi della battaglia legale fra Alinghi e il team americano Oracle di Larry Ellison. Le date indicate per la sfida, che si disputerà come prevede l'antico Deed of Gift in tre prove, comincerà l'8 febbraio 2010. E vedrà i due team in acqua con multiscafi (Oracle ha varato un trimarano, Alinghi un catamarano), in questo caso per scelta di Oracle, come stabilito dal giudice in base alle prime regole dell'America's Cup. Peccato, perché la scorsa manifestazione, tenutasi a Valencia, era stato un'evento molto più alla portata di noi europei, con la possibilità di assistere da vicino alle regate ed ai team, oltre a prevedere un numero maggiore di partecipanti.

Disponibile Firefox 3.5.2

Come sempre Mozilla Foundation è molto attiva nel rilascio di aggiornamenti del proprio prodotto di punta, il browser web Firefox. E' stata infatti appena rilasciata la versione 3.5.2, che risolve una serie di problemi sicuramente meno importanti di quelli risolti col precedente aggiornamento, ma comunque non banali. In particolare, la nuova versione risolve alcuni problemi di stabilità e di sicurezza, e rende la visualizzazione delle immagini con profili ICC corretta indipendentemente dal monitor. Le note di rilascio e l’elenco completo dei problemi risolti sono disponibili nel sito ufficiale. La nuova versione è scaricabile manualmente da questo link o tramite la funzione di aggiornamento automatico integrata nel programma.

martedì 4 agosto 2009

Banda larga: Roma prima in Europa

Roma sarà la prima città metropolitana d’Europa ad essere cablata con reti a banda larga di ultima generazione (larghissima banda, ultrabroadband, la rete di nuova generazione: NGN2 in fibra ottica). Sotto gli 8 mila km di strade della capitale si snoderà un reticolo di nuovi cavi ottici che permetterà di accedere alle reti fisse e mobili con una velocità fino a 5 volte superiore all’attuale. Una vera ‘autostrada digitale’ da realizzare per il 2014. L’investimento è di oltre 600 milioni di euro, tutti capitali privati: in partenza (per il biennio 2009-2011 sono previsti interventi per 300 milioni) il 75% lo metterà Telecom Italia, ma i singoli operatori si accorderanno poi sui finanziamenti dei lavori nelle varie zone della città, sulla base delle indicazioni dell’Authority Tlc. Il via degli scavi è garantito per ottobre. C’è solo da chiedersi perché una tale rivoluzione, che nessuno si sogna di contrastare, non si poteva compiere parallelamente alla costante ripavimentazione delle strade e delle piazze romane, sebbene sia anche stato assicurato che i lavori saranno effettuati con tecnologie innovative a basso impatto ambientale, con costi ridotti, di rapida esecuzione, e con poco impatto sulla viabilità. Fatece largo che passamo noi!

Snow Leopard è già un successo

Non sono passati neanche pochi giorni dalla notizia che su Amazon era già disponibile in prenotazione la nuova ed attesa versione di Mac OS X ribattezzata Snow Leopard che é già diventato il prodotto più venduto su Amazon. L’aspetto più interessante dell’intera vicenda resta probabilmente il fatto che anche la nuova versione di Windows (attesa per ottobre) è in prevendita, ma non figura neppure nella top ten, anzi è sceso oramai al sedicesimo posto. Al secondo posto c’è sempre Apple col Family Pack da 5 licenze e disponibile a 49$. Nessuna novità né prezzi per il mercato nostrano, ma è evidente che a breve tutti i dettagli saranno rivelati.

Un gadged indispensabile

Qualora aveste la preoccupazione di avere qualche carietta oppure volete controllare se il dolore pulsante che sentite da qualche giorno è dovuto solo a delle gengive infiammate o a qualcosa di peggio, beh, sappiate che Thanko ha pensato anche a voi, con questo Dental USB Microscope, una videocamera da utilizzare per l’esplorazione dei recessi più nascosti della vostra cavità orale. Lo strumento è in grado di riprendere video AVI a 1280 x 1024 e scattare foto a 640 x 480, si ricarica ovviamente tramite USB e l’illuminazione è garantita da 6 luci a LED, se fremete dalla voglia di accaparrarvelo non dovete fare altro che visitare questo link e potrete effettuare il vostro ordine alla modica cifra di circa 61 euro. Uno strumento sicuramente indispensabile per tutti noi!

Apple e la guerra al VoIP

Un altro duro colpo è stato inferto al mondo del voip da parte della telefonia mobile. Apple ha rimosso Google Voice Mobile e tutte le applicazioni ad esso collegate, dal suo App Store. La ragione ufficiale è che l’applicazione propone servizi che duplicano quelli già offerti dalla stessa Apple, ma ci sono diverse ragioni per pensare che dietro ci sia lo zampino di AT&T, l’operatore statunitense che ha l’esclusiva sullo smartphone Apple. Google Voice, che al momento funziona solamente negli Stati Uniti, permette di chiamare, ricevere e mandare SMS gratuitamente. Di fatto, quindi, un concorrente diretto alla compagnia telefonica. L’applicazione VoIP usa chiaramente la rete dati dell’operatore che offre la SIM, quindi l’utente paga la connessione dati secondo tariffe e promozioni attive, ma il costo della chiamata va a Google, che per il momento la offre gratuitamente. L’applicazione per iPhone si era aggiunta a quelle dedicate per Blackberry e Android che, al momento, continuano a funzionare. La giustificazione ufficiale di Apple, come capirete, sa di ridicolo, visto che un servizio VoIP ha poco a che fare con una chiamata effettuata nel modo tradizionale. Ma come già è succeso con l’avvento di skype, gli operatori mobili vedono come una grossa minaccia il traffico voip.

Il trasposrto pubblico va in ferie

Anche l’Atac va in vacanza. Con il caldo di agosto l’azienda per la mobilità della Capitale attuerà una riduzione del servizio, a partire da oggi fino al 29 agosto, e che segue il primo stop di inizio luglio. Per 48 collegamenti più i 27 della rete notturna, rimarranno gli orari invernali; per gli altri 153 verrà confermata la riduzione che corrisponderà agli orari del sabato. Tre le linee soppresse, decise anche in virtù della decisione di disattivare durante il mese di agosto le Ztl notturne. Inoltre, dal lunedì al sabato e da inizio servizio fino alle 19,30, il tram 8 sarà sostituito da bus per permettere gli interventi di potatura in viale Trastevere. Il servizio in questo caso riprenderà venerdì 14 agosto. Capitolo metro. Sulla linea A, dal 3 al 30 agosto, la frequenza nelle ore di punta dei giorni feriali sarà di 3 minuti e mezzo circa. Sulla linea B, dal 2 al 23 agosto, più alta: 6 minuti circa. Confermato l’orario prolungato fino all’1:30 nel fine settimana. Per informazioni dettagliate sulle linee, rimandiamo al sito Atac disponibile da questo link.

El Niño é tornato!

"El Niño" è di nuovo tra noi. Così dicono alcuni recenti rapporti di centri meteorologici internazionali di Inghilterra, Australia e Stati Uniti. Nei prossimi mesi, assisteremo a diversi scombussolamenti climatici: aumento della siccità in Africa orientale, India e Australia. Precipitazioni più massicce in centro America e Perù. Acuirsi di situazioni estreme (molto freddo o molto caldo rispetto alle medie stagionali) in alcune zone europee limitrofe. Queste condizioni andranno intensificandosi fino al nostro inverno 2009-2010, quando il fenomeno si sarà manifestato pienamente, non con la stessa prepotenza del Niño del 1998, ma secondo, per intensità, solo a quest’ultimo. "El Niño" è una variazione periodica della temperatura dell’Oceano Pacifico orientale (aumento di almeno 0,5 gradi centigradi), che comporta alterazioni sul clima globale, in particolare su quello dell’America centro-occidentale, delle zone più orientali dell’Asia e dell’Australia. Il nome si riferisce alla nascita di Gesù: i pescatori peruviani ed ecuadoriani, che per primo lo osservarono, notarono che il fenomeno si manifestava nel periodo natalizio. Si registra ogni due-sette anni. L’ultima variazione di rilievo è stata osservata nel 2006-2007, quando la temperatura della superficie oceanica crebbe fino a 0,9 gradi in più rispetto al normale. Un livello, questo, che "El Niño" di quest’anno ha già superato, secondo quanto riportato la settimana scorsa dal Climate Prediction Center del National Weather Service statunitense. La temperatura della superficie acquatica sta infatti oscillando tra +0,5 e +1,5 gradi lungo gran parte della fascia equatoriale del Pacifico. Il 2010 si preannuncia insomma come un anno bollente.

Skype sospenderà i suoi servizi?

A causa di una disputa su un brevetto riguardo una tecnologia chiave di Skype, eBay ha informato la SEC che potrebbe essere costretta a chiudere il servizio fornito attraverso il proprio popolarissimo client VOIP. Skype é semplicemente una delle applicazioni più diffuse e di successo. Immaginare il mondo dell’informatica di oggi senza Skype sembra semplicemente impossibile eppure, sebbene remota, la possibilità c’è. Quando eBay acquisì Skype nel 2005, nell’acquisto non era contemplata una particolare tecnologia brevettata da Joltid Limited, in seguito accordata in licenza, e che oggi è il fulcro dell’intera applicazione. Secondo Joltid, eBay avrebbe rivelato alcuni dettagli sulle proprie tecnologie e, in armonia con l’intesa stipulata tra i due, avrebbe unilateralmente interrotto l’accordo. Ovviamente eBay non ci sta, e fissa l’appuntamento coatto: giugno 2010, aula del tribunale. Skype fa sapere di essere al lavoro su tecnologie diverse e sostitutive, ma per le severe leggi statunitensi è stata comunque costretta a notificare la possibilità, per quanto remota, dell’interruzione di servizio.

lunedì 3 agosto 2009

Le indicazioni di Facebook sulle foto

I lettori di questo blog e in generale gli iscritti a Facebook avranno sicuramente letto negli ultimi giorni di una notizia abbastanza inquietante, secondo la quale il social network avrebbe deciso di usare le foto dei propri utenti per pubblicità sulla piattaforma e di permettere lo stesso a terze parti (potete fare riferimento a questo mio post). Il crescendo delle voci ha spinto Barry Schnitt, portavoce ufficile del famoso social network, a intervenire per chiarire queste voci su Facebook in modo ufficiale, smentendo qualsiasi utilizzo delle proprie fotografie per fini pubblicitari ed economici, dichiarando anzi di aver proceduto negli ultimi tempi a chiedere ad alcune applicazioni che già utilizzavano questo tipo di stratagemma pubblicitario di rimuovere le foto degli iscritti. Schnitt ha comunque precisato che è attualmente possibile segnalare la pubblicità non gradita di Facebook, cliccando semplicemente sul pollice in basso all'inserzione con la scritta “Inserzione non gradita”. Il buon Barry ha anche precisato che le applicazioni che attualmente usano le foto degli iscritti (tipo tale “Celebs on Facebook”) sono quelle autorizzate dagli stessi accettandone le condizioni d’uso. Un pò di chiarezza su queste voci era veramente doverosa.

Una nuova crociata: la pillola Ru486

Per mancanza di tempo e, forse, anche per il troppo caldo che non favorisce certo i ragionamenti, non ho ancora parlato della pillola Ru486, giunta finalmente in Italia. Approfitto quindi di questa fresca giornata estiva per esprimere il mio pensiero in merito ai soliti vecchi ragionamenti della "casta papale". Dopo una riunione durata più di quattro ore, è arrivato giovedì in tarda serata il via libera a maggioranza (quattro contro uno) dall'Agenzia italiana del farmaco alla pillola abortiva. Il Consiglio di amministrazione dell'Aifa ha infatti (finalmente) approvato l'immissione in commercio anche nel nostro paese del farmaco già commercializzato in diverse altre Nazioni nel mondo. La Ru486 potrà essere utilizzata in Italia solo in ambito ospedaliero, così come la legge 194 prevede per le interruzioni volontarie di gravidanza ed entro il quarantanovesimo giorno, cioè entro la settima settimana. Entro questo termine, infatti, le complicanze per l'uso del farmaco sono sovrapponibili a quelle dell'aborto chirurgico. Insomma, sembrava proprio che in Italia si potesse fare un passo in avanti verso quella libertà civile che in uno stato libero e sovrano sarebbe lecito aspettarsi senza che la classe dirigenziale di uno stato estero cercasse di imporre il proprio pensiero. Mi viene solo da ridere a pensare a quando nei mesi scorsi tali interferenze nella vita politica di una nazione sono state prontamente rispedite al mittente da parte della Germania e della Francia. Ma il peso dei voti politici in Italia hanno una rilevanza maggiore e trovare una valida opposizione a tali atteggiamenti é certamente difficile, se non improbabile. Tutto questo non può che stridere con la laicità sancita nella nostra costituzione, senza nulla togliere alla libertà di pensiero e di espressione. Un semplice richiamo fatto dalle nostre istituzioni sarebbe stato sicuramente più degno in uno stato che vuole considerarsi libero e laico. Pultroppo noi siamo la culla del cattolicesimo. Abbiamo il papa. Ed allora dobbiamo convivere con tali interferenze ed imposizioni. Ancora prima che l'Aifa si pronunciasse, il vaticano era tornato all'attacco contro la pillola abortiva, preoccupandosi per la salute delle donne che ne avrebbero fatto uso, alla luce dei 29 morti tra donne in vari Paesi del mondo. Insomma, proprio in Italia questo farmaco non si sarebbe dovuto utilizzare. Solo qui da noi, grazie alle interferenze della santa madre chiesa, i danni derivanti dall'utilizzo di questa pillola sarebbero stati amplificati, portandosi dietro una scia di morte. Sarà forse il clima mite o la buona cucina ad amplificarne gli effetti nefasti? Ed allora ecco che arriva anche la scomunica per questo "incredibile" delitto nei confronti di tutte quelle donne e quei medici che ne facciano uso o ne prescrivano l'utilizzo. Un pensiero moderno dettato dagli antichi ricordi di questa casta medioevale. Viene consigliata anche "la disubbidienza morale", grazie all''obiezione di coscienza, aumentando in questo modo i disagi e la sofferenza nei confronti di chi, liberamente, ha ponderato la propria scelta. Questa casta politica di religiosi continua quindi a fare sempre più danni. A questo punto mi viene proprio da pensare che un bel ricovero collettivo in ospedale per danni dovuti ad una eccessiva esposizione al sole sia indicata a questi illustri signori che si sentono in dovere di imporre il loro arcaico pensiero dall'alto di un pulpito. Mi sembra proprio che i sintomi da insolazione ci siano proprio tutti. Questo é innegabile. Sarebbe bene che queste persone si occupassero di questioni più serie ed importanti per la nostra società, invece di impegnarsi mille anni dopo in una nuova crociata. Possibile che gli errori compiuti mille anni fa non abbiano insegnato niente a questi signori?

Combattiamo il randagismo

Pubblico questo post perché in parte, anche se indirettamente, riguarda eventi legati alla mia vita quotidiana. Mi trovo infatti a convivere con una vicina (a suo dire "amante" degli animali) proprietaria di una gatta che, con cadenza periodica, sforna piccoli gattini che, nel giro di poco tempo, vengono messi fuori casa e lasciati liberi di circolare per le abitazioni confinanti, ma provvedendo a mantenere un flebile legame con l'animale con piccoli pasti quotidiani, legando in modo insolubile il loro destino a quello del vicinato. Non nego che questo continuo passare di animali (soprattutto per il fastidioso vizio di lasciare "ricordini" maleodoranti in giardino) abbia incominciato ad infastidire anche a me e, non di rado, stò incominciando a trovare per strada poveri micetti "stecchiti" da qualche forma di avvelenamento (credo) perpetrata da persone ormai stanche delle continue visite dei simpatici felini. L'ultimo mio ritrovamento risale a poco più di una settimana fa, proprio sotto la macchina di Nadia. Le mie richieste di sterilizzazione non hanno ancora avuto successo (e credo che difficilmente riuscirò a far capire a questa donna la problematica dei gatti randagi!), ma voglio pubblicare questo link all'associazione amici degli animali sperando magari di evitare la stessa sorte a tanti altri animali, gatti o cani che siano. Sul sito trovate anche tante utili indicazioni per aiutare i nostri amici animali: documentatevi e diffondete, grazie!

domenica 2 agosto 2009

Installare Nero9 gratuitamente

Se siete tra gli utilizzatori del famoso software per masterizzare, Nero 9, e siete intestatari di una copia del prodotto che utilizza una licenza che non si potrebbe definire proprio del tutto "ufficiale", sappiate che oggi è possibile scaricare la versione 9 in modo completamente gratuito e senza alcuna limitazione. Ovviamente non é disponibile tutta la suite completa, ma semplicemente il programma per la masterizzazione su CD o DVD. Potete effettuare il download gratuito di questa applicazione direttamente da questo link. Inoltre, se al termine del vostro "periodo di valutazione" avete deciso di disinstallare completamente questo programma da Windows (evitando magari generici problemi o errori del sistema operativo), potete farlo utilizzando Nero General Clean Tool, una utility creata appositamente per cancellare ogni traccia di Nero dal proprio PC. Anche questa applicazione é del tutto gratuita e potete scaricarla da questo link.

Snow Leopard é in prevendita!

Amazon ha pubblicato una pagina speciale per Mac OS X Snow Leopard dalla quale è possibile ordinare in anteprima una copia del nuovo sistema operativo. Mac OS X Snow Leopard è disponibile per i possessori di Leopard ad un prezzo di $29. Il portale non menziona nessuna data di consegna anche se è noto che il rilascio ufficiale avverrà a settembre. Sulla pagina del portale è stato inserito un box per informare i clienti del fatto che solo i possessori di Leopard possono acquistare il sistema operativo a prezzo iper-scontato. Per maggiori informazioni potete visitare questo link di Amazon.