mercoledì 29 luglio 2009

Fantastica Federica!

Secondo oro per Federica Pellegrini ai mondiali di nuoto a Roma! Secondo oro e nuovo record del mondo in 1'52"98, migliorando il precedente, sempre suo, stabilito in vasca proprio ieri. Quest'oggi allo stadio del nuoto al foro italico c'é stato veramente il tripudio: grande Fede!

lunedì 27 luglio 2009

I nuovi iPod avranno la fotocamera?

Da giorni circolano in rete notizie relative alla imminente commercializzazione di nuovi iPod equipaggiati con fotocamera. Mentre i piccoli rivenditori avevano dichiarato di aver ricevuto custodie con aperture sospette, adesso a confermare il tutto sarebbero i grandi produttori cinesi che pare avrebbero ricevuto, a Maggio, le specifiche ufficiali circa le dimensioni della quinta generazione di iPod Nano e la terza generazione di iPod Touch. Molti sarebbero così sicuri da aver riavviato la produzione di custodie alla luce delle nuove specifiche in modo da arrivare primi sul mercato. Le aziende concordano sull’affidabilità delle specifiche e si preparano alla produzione per il mercato statunitense. Tutte le custodie sembrano confermare i rumor delle scorse settimane, che volevano un iPod Nano più magro ed alto con un display 1.5:1 ed una click-wheel più piccola così come una fotocamera in positione non centrata. L’iPod Touch dovrebbe essere del tutto simile all’attuale modello, eccezion fatta per la fotocamera posizionata al centro nella parte superiore del pannello posteriore contrariamente a quella di iPhone: posizionata all’angolo. Maggiori informazioni potete trovarle leggendo questo link in lingua inglese.

venerdì 24 luglio 2009

Packaging brevettato per iPhone!

L'ufficio brevetti degli Stati Uniti ha riconosciuto ufficialmente ad Apple (nelle persone di Steve Jobs, Jonathan Ive e più di una dozzina di designer) il brevetto del packaging di iPhone. Questo brevetto va ad aggiungersi agli oltre 200 che Jobs ha da sempre vantato per il suo melafonino. Credo che questa notizia sia un po’ il culmine della lunga storia dell’affezione dell’azienda Apple al concetto di inscatolamento di qualità dei suoi prodotti, e tutto sommato un giusto riconoscimento a una cura maniacale e a un minimalismo, non in ultima istanza, anche ecologico!

giovedì 23 luglio 2009

Prime schede madri con USB 3.0

Ormai ci siamo ed incominciano ad apparire sul mercato i primi prodotti compatibili con il nuovo standard USB 3.0 ed Ausus é tra le prime aziende ad adottare questa nuova tecnologia avendo incluso due porte USB 3.0 nella nuova scheda madre P6X58. USB 3.0 adotta dei nuovi connettori (era difficile pensare di mantenere lo standard attuale?!?), visibili nella foto e separati da quelli USB 2.0, che permettono il raggiungimento di una velocità di trasferimento dati di ben 4.8 Gb/s, 10 volte superiore a quella dell’USB 2.0. Per quanto riguarda la scheda madre si tratta di una motherboard per processori Intel Core i7, con sei slot per memorie DDR3, 3 slot PCI-Express 2.0 e una ricca dotazione di porte SATA 3.0 con velocità di trasferimento massima di 6 Gb/s, solo leggermente più veloci dell’USB 3.0. Al momento non sono stati ancora resi noti quali saranno le disponibilità ed i prezzi.

Skype ed il Voip sui cellulari

E’ ormai noto che molti operatori telefonici (Vofafone per prima!) non vedano di buon occhio l’arrivo del voip sui cellulari e stanno cercando di ostacolarlo in tutti i modi, limitando o bloccando tali servizi sulla loro rete telefonica. Skype si è stancata dell’ostruzionismo di alcuni operatori mobili che impediscono ai loro clienti di usare il software per il voip e si è rivolta direttamente alla commissione Europea, chiedendo di liberare questa tecnologia per il bene del mondo dell’IT ma sopratuttto dei clienti europei. La commissione Europea è sembrata interessata all’argomento considerando questo ostruzionismo una violazione alle norme dell’antitrust. Sarebbe una vera rivoluzione nel campo della telefonia mobile.

martedì 21 luglio 2009

Le proprie foto sfruttate da Facebook

Da venerdi Facebook ha introdotto una pessima novità nelle modalità di utilizzo delle fotografie pubblicate dai singoli utenti. I gestori del famoso social network potranno infatti utilizzare tutte le nostre fotografie (personali e non) per la creazione di nuovi banner pubblicitari che saranno pubblicati a lato nei profili degli utenti presenti nella nostra lista di amici. Tale scelta é legata semplicemente al fatto di poter incrementare gli introiti ricavati dalla pubblicità (sfruttando le nostre fotografie) grazie ai click fatti dai nostri amici sui banner in cui compaiono le nostre fotografie, riconducibili spesso a volti o situazioni che in un certo senso possono sembrare familiari, ma che invece nascondono semplicemente una pubblicità. Ovviamente si tratta di una cosa del tutto legale, poiché con la nostra iscrizione a Facebook abbiamo accettato le condizioni d’uso che prevedono di fatto lo sfruttamento delle nostre fotografie da parte dei gestori di Facebook. Fortunatamente abbiamo ancora la possibilità di poter scegliere se accettare o meno questo tipo di trattamento che potrebbe essere riservato anche alle nostre fotografie. Per proteggere la propria privacy ed evitare quindi uno "sconsiderato sfruttamento della propria immagine" (bhe, magari non esageriamo!) consiglio a tutti gli utenti di modificare le impostazioni del proprio account, secondo quanto riportato di seguito:
Andate in
Impostazioni Privacy
Notizie e Bacheca

Inserzioni di Facebook

Presenza nelle Inserzioni di Facebook
Impostare il valore a “Nessuno


Personalmente sono sempre molto cauto nella gestione dei miei dati personali (così come per le mie fotografie) e cerco, per quanto possibile, di limitare al massimo la loro libera circolazione su internet. Vi consiglio quindi sempre la massima attenzione nella configurazione delle impostazioni sulla privacy dei propri account personali, in particolare per quanto riguarda Facebook.

Google Earth arriva sulla Luna

Celebrando il 40esimo anniversario del primo uomo sulla Luna, Google ha lanciato sul suo software di mappe la possibilità di girare sulla superficie del satellite terrestre, aggiungendo così altro materiale a quello già presente, tra cui i fondali sottomarini della versione 5.0. Per dare come si deve il via alle nostre esplorazioni lunari è stato pubblicato anche il video che vedete qui sopra, in cui vengono spiegate brevemente le nuove funzionalità aggiunte dallo staff di Google.

Arriva Skype 2.8 per Mac OS X

Dopo mesi di beta testing è stata finalmente rilasciata la versione Gold di Skype 2.8 per Mac. Rispetto alla versione precedente e a generici bug fix, le novità introdotte in questa nuova versione sono principalmente 2: screen sharing e Skype Access. La lista completa e dettagliata è disponibile in questo pdf. La funzione di screen sharing, come dice il nome, permette di condividere lo schermo, o una parte di esso, con la persona con la quale stiamo parlando. Per attivarla è sufficiente chiamare un contatto e, nella finestra "Conversazioni", cliccare su "Condividi" e poi su "Condividi schermo". La persona con la quale condividiamo lo schermo potrà vedere la nostra schermata in modalità schermo intero. Skype Access, invece, è una novità che riguarda soltanto gli utenti Mac (per il momento): quando si ha bisogno di un collegamento ad Internet, Skype Access permette di connettersi agli hotsopt WiFi di Bingo e pagare la connessione con il proprio credito Skype. Basta selezionare una qualsiasi rete WiFi ad accesso pubblico disponibile e Skype visualizzerà automaticamente un messaggio se è possibile collegarsi a questa rete. Il costo è calcolato al minuto e per l’area euro è di o.16€ (Iva inclusa). Per vedere tutti gli altri costi, si rimanda a questa pagina. Per chi non lo avesse ancora scaricato, Skype 2.8 per Mac è disponibile direttamente da questo link.

domenica 19 luglio 2009

Tutti in coda sulle autostrade!

Anche quest'anno é incominciato l'esodo estivo per chi partirà con la propria vettura per le tanto attese vacanze estive. Quest'anno di cantieri aperti ne resteranno soltanto 9, rispetto ai 140 medi giornalieri, e non sono previsti restringimenti delle carreggiate per "agevolare la fluidità del traffico". Dal 17 luglio all'8 settembre forse si potrà viaggiare con un pò meno di traffico. Ecco i tratti con i cantieri ancora aperti sulla nostre rete autostradale:
  • Bretella Santhià – Riqualifica Spartitraffico
  • A1: Terza Corsia (Fi Nord - Fi Sud)
  • A1: Terza Corsia (Bo Casalecchio – Sasso Marconi)
  • A3: Terza Corsia (S. Giorgio Crem. – Torre Annunziata)
  • A7: Galleria Monte Galletto (allacciamento A7/A12 – Ge Bolzaneto)
  • A14: Terza Corsia (Ancona sud - Fermo)
  • A14: Riqualifica Spartitraffico (Bari Nord – Acquaviva delle fonti)
  • A16: Riqualifica Spartitraffico (Candela - Cerignola)
  • A24: Riqualifica Spartitraffico (Vicovaro - Carsoli)
Le date peggiori per mettersi in viaggio sono quelle dell'8 agosto (per le partenze) e del 29 e 30 agosto (per i rientri). Per informazioni sul traffico, è possibile contattare il call center 840-042121, con 120 linee o direttamente sul sito ufficiale della rete autostrade. Buone vacanze a chi é già in partenza!

"La luna di carta" a Roma

Tra le tante iniziative romane per festeggiare i 40 anni dell’allunaggio, la Sala delle Navi del Complesso monumentale San Michele a Ripa Grande, di via di San Michele 22, ospita "La luna di carta". Una storia raccontata da 69 prime pagine di 20 quotidiani italiani del 1969: Corriere della Sera, Corriere dello Sport, Gazzetta del Sud, Gazzetta di Parma, Giornale di Sicilia, Il Giornale d'Italia, Il Giorno, Il Mattino, Il Messaggero, Il Piccolo, Il Popolo, Il Resto del Carlino, Il Tempo, La Stampa, L'Osservatore Romano, L'Unione Sarda, L'Unità, Momento Sera, Paese Sera, Stampa Sera. Le pagine ingiallite dei quotidiani italiani ricostruiscono quegli storici giorni dal 16 al 25 luglio 1969: dai preparativi per il lancio da Cape Kennedy alla partenza del vettore Saturno 5, dallo sbarco sulla Luna alla passeggiata dei due astronauti, fino al viaggio di ritorno verso la Terra e all'ammaraggio della capsula nell'Oceano Pacifico. La mostra è aperta gratuitamente al pubblico oggi, lunedì 20 e martedì 21 luglio, dalle ore 10.00 alle 17.00. Ad arricchire l’esposizione la proiezione di filmati originali della Nasa sul primo sbarco sulla Luna e un razzo modello del grande vettore Saturno 5 (in scala 1:100, alto 120 cm), realizzato dalla FME (Federazione Missilistica Europea) ed in grado di essere lanciato con un piccolo propulsore a razzo. Virgin Galactic presenterà anche il primo video sul progetto SpaceShipTwo per offrire voli turistici in orbita a partire dal 2010: le prenotazioni sono aperte a chiunque (si fa per dire) e il biglietto costerà solo 200 mila dollari (!!!).

Scaricare le mappe di Google Maps

Tutti noi conosciamo ed utilizziamo quotidianamente Google Maps, ed ormai è diventato uno dei siti di mappe più popolari su Internet. Peccato però che non sia possibile scaricare le mappe create sul proprio computer. L’unica possibilità é quella un pò "casareccia" di fare un print-screen ed incollarlo tramite un editor di immagini. Una possibilità abbastanza limitata, viste le grandi potenzialità offerte da questo servizio. Fortunatamente a risolvere questo problema ci pensa Google Map Buddy: il software permette infatti di scaricare una mappa di Google e di navigare al suo interno direttamente dal desktop. Google Map Buddy offre alcuni funzioni avanzate che permettono di inserire una griglia sulla mappa o un rettangolo di selezione. E’ possibile zoomare le mappe, navigare al loro interno ed unire mappe diverse. Questo software é completamente gratuito e potete scaricarlo direttamente da questo link.

Nuove policy su Facebook

Se siete tra quegli utenti ai quali Facebook ha sospeso l’account a causa di comportamenti ritenuti "non consoni" dagli amministratori del sito, sappiate che Facebook sta lavorando per rendere più semplice il ripristino del profilo. L’annuncio è stato dato sul blog ufficiale: Facebook ha introdotto una procedura apposita per verificare l’account sospeso. Da oggi, quando un profilo verrà disabilitato a causa di spam, il suo proprietario riceverà una email che lo indirizzerà sulla pagina di verifica e confermarne la titolarità. La pagina di verifica avrà, quindi, il duplice scopo di aiutare gli utenti a riottenere il possesso del proprio account, mentre Facebook renderà più semplice il sistema, visto che fino adesso la procedura consisteva in uno scambio di email con il team di Facebook.

I 45 giri in vendita su iTunes

In questi giorni su iTunes Store è apparsa una uova sezione dedicata agli appassionati di musica, chiamata D45. L’idea alla base è quella di proporre, a un prezzo favorevole, brani in coppia di vari artisti, riprendendo i classici 45 giri in vinile, ma ovviamente nel formato digitale di iTunes (da qui il nome della sezione, che sta per “Digital 45″). Peccato però che, come per i “Single of the Week“, offerti gratuitamente e per il noleggio e vendita di film, video musicali e serie TV, la cosa resti, almeno per il momento, confinata ai soli Stati Uniti (o quasi). Sicuramente questa nuova sezione è più facile da portare anche in Italia rispetto ai video, quindi la speranza è che possa arrivare anche qui e che si allarghi il gruppo degli artisti proposti (attualmente sono una ventina, con prezzi compresi tra 1,49 e 1,99 dollari).

mercoledì 15 luglio 2009

Una miseria questi 290 euro al giorno

Una diaria di 290 euro! 'Sta miseria. Non ci si sta dentro. Questi non sanno cosa si prende al Parlamento italiano.

Clemente Mastella esterna il suo disappunto per le nuove "durezze" a cui sono sottoposti i 736 eurodeputati. "Si prende meno che in Italia". Lo urla in ascensore, sventolando furioso le carte che via via gli porgono i suoi assistenti. Studia i chilometraggi. Chiede a Cristiana Muscardini, storica eurodeputata di An, ora nel Pdl assieme all'ex ministro di Prodi, come funzionino le firme-presenze per essere pagati. Per albergo e vitto la Ue paga ai deputati 295 euro al giorno. Più una correzione legata alla durata del viaggio e alla distanza fra casa e aeroporto (tre euro al chilometro). Fino a questa legislatura gli euro erano 250: l'aumento è legato alla nuova normativa scattata all'Europarlamento. Da quest'anno tutti i deputati guadagnano uguale: 7.666,31 lordi al mese, indicizzati sull'inflazione. Al netto, sono 5.700 euro. Con pensione dopo cinque anni, finito il mandato. Finora invece gli stipendi erano equiparati a quelli dei parlamentari nazionali: gli italiani erano i Paperoni e adesso prendono meno; ma per lituani, bulgari, e molti altri è una pacchia. Nel conto, poi, ci sono 4.402 euro al mese per spese generali: vere o no, non si deve dimostrare nulla. Solo essere presenti in aula almeno sette volte all'anno. Altri 17.570 euro mensili, invece, sono per l'indennità di segreteria: stipendi e spese degli assistenti scelti dal deputato. Finora anche questa cifra era intascata senza ricevute, magari per collaboratori condivisi fra deputati. I biglietti aerei per la prima volta non sono rimborsati a forfait: i rimborsi di business class per biglietti low cost o per viaggi di gruppo in auto erano prassi diffusa. Così ora è obbligatoria la ricevuta. Idem per la benzina: 0,49 euro al km. Infine, 4.148 euro sono destinati a viaggi fuori dai rispettivi Stati e 149 euro al giorno, hotel escluso, per missioni extra-Ue. Finisce così l'escamotage di incassare 1.500 euro in nero a settimana per i viaggi aerei che i deputati compiono per le tre settimane mensili di sedute a Bruxelles o Strasburgo. Alcuni, peraltro, si facevano vedere all'Europarlamento anche la quarta settimana, quella destinata al collegio di casa. Altri 1.500 euro. Non servono geniali intuizioni per pensare ed attuare questi regolamenti. Basta semplicemente un pò di buona volontà, cosa questa che ai nostri politici manca sempre.

Nuovamente online!

Dopo la breve pausa di ieri per protesta, eccomi nuovamente online! Sono rientrato in Italia dopo una breve parentesi nella bellissima città di Edimburgo. Penso di essere uno dei pochi fortunati ad essere tornato da un viaggio in terra scozzese con un pò di abbronzatura! Io e Nadia abbiamo avuto la fortuna di trovare un tempo fantastico, con un sole caldo e splendente. Credo proprio che gli scozzesi non siano molto abituati a queste temperature "primaverili". Certo che se in Scozia avessero il nostro clima sarebbe veramente un paese perfetto, quasi da invidiarli!

martedì 14 luglio 2009

Blog in sciopero


Per la prima volta nella storia della Rete i blog entrano in sciopero. Con una giornata di rumoroso silenzio dei blog italiani contro il disegno di legge Alfano, i cui effetti sarebbero quelli di imbavagliare l'informazione in Rete. Il cosiddetto obbligo di rettifica, pensato sessant'anni fa per la stampa, se imposto a tutti i blog (anche amatoriali) e con le pesanti sanzioni pecuniarie previste, metterebbe di fatto un silenziatore alle conversazioni on line e alla libera espressione in Internet. Oggi, invece dei consueti post, i blog italiani metteranno on line solo il logo della protesta, con un link al manifesto per il Diritto alla Rete: http://dirittoallarete.ning.com. Sul network verrà pubblicato inoltre uno slideshow di tuti i blogger imbavagliati che hanno aderito. L'iniziativa prevede un incontro-sit in piazza Navona a Roma, alle ore 19 e un simbolico imbavagliamento sia dei blogger presenti sia della statua simbolo della libertà di espressione, quella del Pasquino.


venerdì 10 luglio 2009

Il blog riprende il 13 luglio!

Io e Nadia siamo in partenza per un weekend lungo in Scozia, ad Edimburgo. Sospendo quindi il blog per i prossimi giorni fino al mio ritorno, previsto per lunedi! Buon weekend a tutti... a presto!

giovedì 9 luglio 2009

Cresce la povertà a Roma

Mentre i cosiddetti grandi della Terra parlano, i piccoli hanno fame. Ed anche qui, a Roma, aumentano le persone che dormono nei ricoveri e quelle che vanno a mangiare alle mense. Il 15% delle famiglie e’ sotto la soglia di poverta’. E’ l’allarme lanciato dal presidente del Forum del Terzo settore del Lazio. Dalla Caritas fanno sapere che ormai sono migliaia le famiglie romane che non riescono ad arrivare a fine mese e chiedono l’accesso all’emporio della Caritas, un supermercato pensato per le persone povere. Nel 2008 c’erano 200 tessere, ora sono 600, ma sono tantissime le richieste.

Donne: come ci vestiamo oggi?

Sedici minuti, tutte le mattine prima di andare a lavorare, vengono dedicati dalle donne a pensare cosa indosseranno quel giorno, provandosi mediamente almeno un paio di combinazioni possibili, rimuginando sugli accostamenti e fissando lo specchio con aria perplessa. Il tempo medio dedicato alla vestizione diminuisce leggermente il sabato e la domenica mattina, scendendo a quattordici minuti, per poi toccare il picco dei venti minuti nel caso di un’uscita serale nel week end. In vacanza i minuti trascorsi a scegliere la mise si aggirano sui dieci, ma in compenso ogni volta che un’esponente del gentil sesso va in ferie passa ben cinquantadue minuti a scegliere gli abiti da mettere in valigia. Infine il pensiero dell’abbigliamento da sfoggiare in occasione delle feste natalizie o dei party occupa comprensibilmente ben trentasei minuti nella mente delle signore. I dati provengono dal sondaggio effettuato dal brand d’abbigliamento Matalan su un campione di 2.491 donne tra i sedici e i sessanta anni e non fanno che confermare il fatto che, nonostante spesso si parli di mascolinizzazione delle femmine, in realtà l’universo rosa è sempre sufficientemente e deliziosamente frivolo e vanitoso. Una portavoce di Matalan commenta:

E’ una questione importante per le donne: uscire di casa con un vestito in cui ci si sente a proprio agio è fondamentale e influisce su come ci percepiamo durante tutta la giornata e sull’immagine che abbiamo di noi stesse.

Può anche darsi che l’abito non faccia il monaco, ma rimane una questione molto seria per le signore se nell’intera esistenza più di nove mesi (come una gravidanza!) vengono consacrati a questa causa. Per quanto mi riguarda, osservando mia moglie Nadia, confermo pienamente quanto riportato da questo studio statistico... ma permettetemi di aggiungere un rapidissimo commento: siete matte!

Rilasciato Safari 4.0.2

Apple ha rilasciato quest’oggi una nuova versione di Safari con l’obiettivo di sistemare alcuni bug riscontrati nella precedente versione. La release, indicata come Safari 4.0.2, corregge un paio di vulnerabilità relative alla sicurezza, falle che potrebbero pregiudicare la stabilità del sistema. La prima vulnerabilità corretta riguarda la possibilità di subire attacchi XSS (cross site scripting) in caso di navigazione su siti Web appositamente progettati, mentre la seconda è relativa alla possibilità che venga eseguito codice in maniera arbitraria e senza i permessi dell’utente. Le modifiche hanno consentito di migliorare anche la stabilità di Safari, in dettagli pare che con la nuova versione Apple abbia reso più stabile il motore Nitro Javascript. Safari 4.0.2 è disponibile per Leopard, Tiger e Windows (XP e vista).

Acquisti sull'Apple Store online

Per quanti di voi se lo fossero mai chiesto, Forbes ha calcolato quanti dollari ci vorrebbero se un utente acquistasse ogni singola applicazione presente nell'Apple Store. Curiosi? Il calcolo è stato completato il 6 Luglio 2009 ed include 55732 applicazioni. L’ammontare è di ben 144.326,06 dollari! Il costo medio di ogni applicazione è di circa 2,59 dollari se si includono nel conteggio anche quelle gratuite, altrimenti sale a 3,34 dollari (dal momento che ben 12538 applicazioni sono gratuite).

mercoledì 8 luglio 2009

Rilasciato VLC Media Player 1.0.0

VLC Media player, il multimedia player free, opensource e multipiattaforma ha raggiunto l’importante tappa de suo rilascio, giungendo alla versione 1.0. Numerose sono le novità presenti in questa nuova versione:
  • supporto all’HD (codec per AES3, Dolby Digital Plus, TrueHD, Blu-Ray Linear PCM, Real Video 3.0 and 4.0);
  • toolbars customizzabili;
  • supporto a nuovi formati come Raw Dirac e M2TS;
  • supporto al Frame-by-Frame a al video scaling in fullscreen.
Videolan 1.0 è disponibile per il download sia per piattaforma windows che per linux e MAC. Il download é disponibile direttamente da questo link.

Incontro a Roma per la Notte Bianca

Questa sera a Roma, a partire dalle ore 21.00, presso l’Alpheus Multiclub in Via del Commercio 36 sarà la prima Notte Bianca contro la legge bavaglio, dedicata all’informazione libera e indipendente, contro il provvedimento legislativo sulle intercettazioni e la loro pubblicazione. Sarà anche l’occasione per la presentazione del nuovo giornale “Il Fatto Quotidiano” in uscita a partire da settembre, diretto da Antonio Padellaro. Moltissimi gli ospiti del mondo giornalistico, culturale e dello spettacolo. Marco Travaglio, Peter Gomez, Bruno Tinti, Oliviero Beha, Flavio Oreglio, Alessandro Bergonzoni, Gianni Barbacetto, Vauro sono solo alcuni dei nomi che aderiscono all’evento. I giornalisti si esprimeranno, in quello che viene definito un happening di protesta, di satira, di testimonianza, ma soprattutto di informazione, “contro ogni forma di censura e prevaricazione nei confronti di stampa, televisione e tutti i media che popolano il mondo italiano dell’informazione”.

martedì 7 luglio 2009

Il mistero del triangolo delle bermuda

Sembra che ci sia una soluzione alle misteriose scomparse di navi e aerei nel Triangolo delle Bermude. La colpa non sarebbe degli alieni ma del metano. La teoria è stata presentata da Anatoli Nesterov direttore aggiunto presso l’Istituto della Criosfera della Terra della sezione siberiana dell’Accademia delle scienze della Russia, che con il suo gruppo di ricerca ha osservato la possibile connessione tra accumulo di idrati di gas nelle acque dell’Atlantico e le misteriosi sparizioni nel triangolo. La rivelazione è stata fatta durante una conferenza dal titolo “Geologia e ricchezza del petrolio del mega-bacino in Siberia occidentale”. In pratica, lo scienziato ha potuto notare che sul fondo dell’Atlantico, proprio nella regione delle Bahamas, Florida e Isole delle Bermude si sono concentrate enormi quantità di idrati di gas. Quando avvengono movimenti del suolo si formano fratture tettoniche e gli idrati di gas iniziano a decomporsi. Emerge allora il metano. Se da quelle parti si trova una nave, allora è destinata ad affondare a causa della diversa densità dell’acqua. Lo stesso effetto lo si osserva se un aereo finisce in una nuvola di metano, causato dalla dispersione degli idrati in atmosfera, e la conseguenza è che l’aereo è destinato a schiantarsi. Queste ipotesi, conviene Anatoli Nesterov non possono essere ancora provate scientificamente, ma la presenza di gas idrati nell’Atlantico è stata confermata dal programma americano di ricerca sulle perforazioni di petrolio a metà degli anni ‘80. Gli idrati, sono delle combinazioni solide che si formano con metano e acqua in condizioni ottimali di temperatura e pressione e si ritrovano specialmente negli oceani e nelle regioni settentrionali dove è presente il permafrost. Gli idrati naturali contenenti metano furono scoperti in URSS nel 1965 da Yuri Magakon, giovane ricercatore alla Università Goubine che segnalò l’esistenza di serbatoi di gas idrati e gas naturali. Un anno e mezzo dopo fu scoperto il giacimento di Messoyarskoyé nei pressi del Polo Nord. gli studiosi stimano che oggi le riserve di gas che si trovano negli idrati sono superiori a quelle di gas naturale e atttualmente sono censiti 220 giacimenti di idrati che potrebbero supplire alla domanda di gas.

Nuove regole al codice stadale

Svuotare il posace­nere al semaforo, lanciare la car­taccia dal finestrino o il mozzi­cone di sigaretta acceso, la latti­na, la bottiglia d’acqua vuota mentre si sfreccia in autostrada. Insomma tutti quei comportamenti così male­ducati eppure così diffusi e che oltraggiano il decoro urbano, da oggi saranno sanzionati as­sai più severamente. Lo preve­de uno speciale capitolo del de­creto sulla sicurezza che modifi­ca il codice della strada. Multe da 500 a 1.000 euro. Una stangata rispetto alla contravvenzione dai 23 ai 92 eu­ro prevista finora. Speriamo solo che tanto impegno verrà mantenuto nel tempo.

lunedì 6 luglio 2009

La protesta del silenzio


Per la prima volta nella storia della Rete, il 14 luglio 2009 i blog osserveranno una giornata di silenzio per protestare, insieme ai giornalisti dei quotidiani delle televisioni e dei siti intenet, contro il decreto Alfano.
Non si tratta di un'adesione allo sciopero dei giornalisti, ma di una protesta della Rete italiana contro un provvedimento che avrà l'effetto di disincentivare l'uso dei blog e delle libere piattaforme di condivisione dei contenuti

spiegano in una nota i promotori dell'iniziativa, il blogger e giornalista Alessandro Gilioli e il docente di diritto informatico Guido Scorza. Alla "protesta del silenzio" aderirà anche il blog del leader dell’Idv, Antonio Di Pietro: "Il 14 luglio aderirò allo sciopero dei blogger contro il bavaglio alle intercettazioni e all'informazione, promosso dalla legge criminale del ministro Alfano, e contro la norma del diritto di rettifica entro 48 ore per tutti i siti, norma ribattezzata dalla Rete ammazza Internet". Al posto dei consueti post, i blog italiani pubblicheranno solo un banner di protesta contro il provvedimento, "in particolare contro quella parte che soffoca la libertà della Rete con il pretesto dell'obbligo di rettifica". Le adesioni a quella che è stata ribattezzata la giornata del "rumoroso silenzio" dei blog sono raccolte sul sito diritto alla rete.
I blogger sono già oggi del tutto responsabili, in termini penali, di eventuali reati di ingiuria, diffamazione o altro: non c'è alcun bisogno di introdurre sanzioni insostenibili per i “citizen journalist”. Chiediamo ai blog e ai siti italiani di fare una giornata di silenzio, con un logo che ne spiega le ragioni, nel giorno in cui anche i giornali e le tv tacciono.

È un segnale di tutti quelli che fanno comunicazione che, insieme, dicono al potere: non vogliamo farci imbavagliare!

Quelle fotografie sempre online

Le foto cancellate da Facebook scompaiono definitivamente dai server? Sembrerebbe proprio di no! Questo è il risultato di un esperimento condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Cambridge che hanno controllato se una foto cancellata da un social network venga effettivamente rimossa dai gestori del sito. L’esperimento è stato realizzato sfruttando diverse piattaforme, ovvero MySpace, Facebook, Flickr e Twitter . Secondo i risultati dell’esperimento, non tutti i social network cancellano definitivamente le immagini, che spesso rimangono sui server a disposizione di chiunque voglia incorporarle su altri siti. Twitter e Flickr sono stati gli unici social network ad aver rimosso le foto, compresi i collegamenti diretti, che non funzionano più dopo la richiesta di cancellazione. Facebook e MySpace, invece, non si sono comportati allo stesso modo. Dopo un mese (l’esperimento è stato condotto a maggio) le foto sono ancora disponibili sui server dei due social network, così come pure i collegamenti diretti. Sia MySpace che Facebook hanno lasciato una dichiarazione in merito a questo esperimento, affermando che, generalmente, c’è bisogno di un po’ di tempo per rimuovere le immagini dal terzo server (MySpace), oppure possano persistere delle copie di backup per un ragionevole periodo di tempo (Facebook). Tuttavia entrambi i social network hanno dichiarato che stanno lavorando per ridurre la quantità di tempo necessaria per rimuovere le copie di backup.

venerdì 3 luglio 2009

Ultimo atterraggio per l'aereoplanino

E' arrivata l'ora per un ultimo atterraggio nella carriera agonistica di Vincenzo Montella. L'aeroplanino della Roma ha deciso di ritirarsi e di non partire con la squadra giallorossa che proprio in questi giorni incomincia la sua preparazione agonistica in vista del prossimo campionato di calcio di serie A. E' raro in questo blog trovare post che parlino di calcio (suprattutto del calcio giocato in Italia!) ma voglio dedicare un mio personale "tributo" a questo grande giocatore che lascia al calcio italiano il ricordo di tutti i suoi gol (141 in serie A, di cui 83 con la Roma), molti dei quali realizzati in acrobazia e di straordinaria bellezza. Resterà nella storia del club capitolino e dei tifosi affezionati a lui per i tanti gol e in particolare per il poker calato alla Lazio nel derby vinto 5-1 l'11 marzo del 2002. Nel giorno in cui comincia la preparazione della Roma, Montella decide di dire basta con il calcio giocato e di provare a rientrare in campo passando per la panchina. La società infatti dovrebbe affidargli la guida di una squadra delle giovanili. Ciao Vincenzo e grazie per lo spettacolo che ci hai offerto con i tuoi goal!

giovedì 2 luglio 2009

I furbi ristoratori romani

Doveva essere una pranzetto romantico nella città più "bella del mondo". Ci sono arrivati dal Giappone. Tavolo all'aperto, al fresco del venticello romano, a due passi da piazza Navona. Lui e lei, fidanzati e innamorati. Solo che il conto ha rovinato tutto: 695 euro per due antipasti, due primi, due secondi, due coppette di gelato. Nella salata ricevuta inclusa anche la mancia: 115,50 euro. È accaduto venerdì 19 giugno nel pomeriggio al Passetto, noto ristorante romano nel cuore della città, dietro piazza Navona, a due passi dal Senato. Quando la coppia di fidanzati è arrivata nel locale, nessuno ha dato loro un menu dove poter scegliere cosa mangiare. È stato invece mandato un cameriere che parlava in inglese. Ed è stato lui che con modi gentili e affabili li ha convinti: "Fidatevi di me, faccio io". E così il menù del pranzo non è stato scelto dai ragazzi che quindi non conoscevano il costo di ogni singola portata. Hanno però mangiato ed apprezzato. Meno piacevole è stato invece il conto. Totale: 695 euro. In un primo momento i due turisti hanno pensato a un errore, ma i dubbi sono venuti meno quando sono tornati in possesso della carta di credito: sulla ricevuta risultava che al totale era stata addirittura aggiunta una "piccola" mancia di 115,50 euro, prelevata senza la loro autorizzazione. Di fronte alle proteste, il ristoratore è rimasto irremovibile ribadendo che quelli erano i prezzi normali del locale. Ma la coppia non si è rassegnata e uscita dal ristorante ha raccontato l'accaduto alla polizia. Così i due hanno presentato una denuncia al commissariato Trevi Campo Marzio. Gli agenti hanno compiuto i controlli nell'esercizio commerciale ed è emerso che i prezzi applicati ai due giapponesi non corrispondevano a quelli del menu. Gli agenti hanno anche richiesto i controlli sanitari da parte del Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl RmA, che ne ha disposto l'immediata chiusura per gravi carenze igienico sanitarie, dopo aver riscontrato carenze strutturali, ambienti sporchi e frigoriferi non funzionanti. Ecco il commento del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in merito all'accaduto:

Per quanto mi riguarda questo ristorante non deve più aprire e per casi di questo genere si deve arrivare alla revoca della licenza. Ho dato mandato alla Polizia Municipale di predisporre dei controlli straordinari, anche di personale in borghese, per smascherare queste truffe che devono essere perseguite con fermezza fino ad arrivare alla revoca della licenza. Questi singoli casi, che rappresentano una minima parte, rischiano di infangare la reputazione della stragrande maggioranza dei ristoratori romani, conosciuti in tutto il mondo per l'ottima qualità del cibo e del servizio e per i prezzi equi.