martedì 22 dicembre 2009

Il blog riprende il 10 gennaio!

Finalmente il giorno é arrivato: stanno per incominciare le vacanze natalizie e sospendo la pubblicazione di tutti i post su questo blog fino al 10 gennaio. Vi auguro buon Natale ed un felice anno nuovo! Arrivederci al 10 gennaio! Auguri a tutti!

Treni in ritardo sotto controllo (?!?)

Questi giorni di forti nevicate e ghiaccio stanno causando pesanti problemi alla circolazione ferroviaria con grossi ritardi sui treni a corta e lunga percorrenza. Dobbiamo stringere i denti ancora per qualche giorno e potremo goderci la neve guardandola sotto un'altro aspetto, nel più classico dei paesaggi natalizi. Un piccolo aiuto, forse giusto per passare il tempo, può essere dato dal sito Tuttotreno, che fornisce in tempo reale la percorrenza dei treni sulla rete ferroviaria italiana. Questo é un servizio offerto da Trenitalia e permette ai passeggeri di monitorare la puntualità del treno che stanno per prendere. Questo servizio è disponibile anche per i dispositivi mobili all’indirizzo http://mobile.viaggiatreno.it Scusatemi ma per scaramanzia non me la sento proprio di augurarvi buon viaggio: al massimo posso dirvi "Buona fortuna!". Ah, dimenticavo! Non lasciate a casa panini e coperte: lo raccomanda l'AD di Trenitalia!

domenica 20 dicembre 2009

I gruppi rinominati su Facebook

Ultimamente su Facebook si stanno verificando molti casi legati al cambio del nome di un gruppo in cui ci si era iscritti. Molto spesso succede che, dopo essersi iscritti ad un gruppo che si pensava di proprio gradimento, ci si ritrovi involontariamente iscritti a qualcosa del tutto differente dall'idea iniziale. Tutto questo é possibile grazie alle ampie funzionalità di gestione offerte ai "fondatori" dei singoli gruppi in qualità di amministratori (vorrei ben vedere!), ma queste funzinalità possono essere usate in modo poco onesto nei confronti di tutti gli utenti che si sono iscritti ad un gruppo. In fin dei conti con questo semplice giochetto é possibile spostare a piacere tutti gli utenti iscritti in quel gruppo e cambiarne l'ideologia di base, magari completamente differente da quella che ha portato all'adesione o, più semplicemente, utilizzando questa lista per inviare email di pubblicità o spam. Per evitare tutto ciò é stata introdotta una nuova contromisura molto efficace che prevede una notifica da parte del social network in caso di tali avvenimenti. Per attivarlo basta semplicemente seguire questi semplici passi:
  • Cliccate sul link Impostazioni in alto a destra
  • Nella nuova schermata che apparità selezionate il tab Notifiche
  • Spuntate la voce cambia il nome di un gruppo al quale appartengo cercandolo all'interno della voce gruppi.
Una volta attivata questa notifica non correrete più il pericolo di essere usati come merce di scambio (anche solo per fini politici) e sarete avvisati immediatamente avendo la possibilità di uscire immediatamente dal gruppo con un nome (ma soprattutto un scopo) differente da quello iniziale. Certo basterebbe semplicemente anche solo un pò di buonsenso, evitando di iscriversi a gruppi sospetti o inutili!

giovedì 17 dicembre 2009

Babbo Natale? Un cattivo esempio!

Babbo Natale é un cattivo esempio per i giovani. Obeso, troppo dedito all'alcol e irrispettoso del codice della strada; con il suo stile di vita irregolare rischia di rappresentare un cattivo modello per i bambini. A sostenerlo sono il professor Nathan Grills della Monash University di Melbourne in Australia e l'illustratore Brendan Halyday, autori di un articolo apparso sul British medical Journal in cui si elencano i comportamenti poco raccomandabili in cui Babbo Natale indulgerebbe. Rileggendo quest'articolo mi viene in mente il film "Babbo bastardo" (in programmazione proprio questi giorni in televisione). Va comunque detto che le riviste mediche anglosassoni spesso cercano di trarre esempio dal loro tipico humor britannico, cogliendo l'occasione per prendere un pò in giro i loro serissimi lettori in occasioni come il 1 aprile o le festività di fine anno, pubblicando studi chiaramente impossibili e inverosimili e arrivando a considerazioni tragicomiche. Quest'anno é toccato al poveno Babbo natale. Non traete quindi conclusioni affrettate, poiché questa notizia non é da prendere troppo sul serio! L'immagine che viene fuori dal quadro stilato dai due studiosi è quella di un vecchio signore che, girando casa per casa, approfitta del brandy che ogni famiglia gli lascia (anche se questa non é una usanza tipicamente italiana). Dopo aver bevuto così tanto, sale semi ubriaco in sella alla sua slitta, senza mai indossare la cintura di sicurezza o il casco. Sarebbe meglio, sostengono gli autori, che rinunciasse all'alcol e camminasse di più, per fare un pò di esercizio fisico. I due autori paragonano la popolarità di Babbo Natale a quella di un'altra icona negativa per la salute dei più giovani: Ronald McDonald, il clown lanciato dalla nota catena di fast food, popolarissimo tra i bimbi americani. "Se Ronald McDonald riesce così bene a vendere panini, scrivono gli autori, dobbiamo aspettarci che Santa Claus abbia la stessa influenza nel vendere altro". L'immagine di Babbo Natale è infatti utilizzata da numerose ditte per pubblicizzare prodotti, spesso nocivi per la salute dei più piccoli. Del resto in passato il vecchietto dalla barba bianca si è macchiato addirittura della pubblicità di sigarette, ricordano gli autori. Quello di Babbo Natale insomma è uno stile di vita non salutare, con un'alimentazione basata sugli avanzi di dolci che raccoglie in giro, abitudini pericolose come quelle di lanciarsi giù per i camini o camminare sui tetti delle case. Prossima in lista é la befana ma, secondo me, questi due "illustri dottori" devono aver avuto un'infanzia poco felice!

mercoledì 16 dicembre 2009

Italia: la rete internet sia libera!


"Sono sempre molto scettico quanto sento di un Governo che cerca di limitare in qualsiasi modo la libertà di espressione. Vivo in un paese in cui persone sono morte per permettere ad altri di esprimere pareri opposti al loro".

Dan Gillmor, giornalista americano, blogger e scrittore.


La Coppa America a Valencia


Ne avevo già parlato, ma ora é a tutti gli effetti ufficiale: la 33 esima edizione della Coppa America si disputerà a Valencia nel febbraio 2010. La decisione definitiva sulla sede delle regate è arrivata dalla divisione d’appello dell’Alta Corte dello Stato di New York, che ha respinto il ricorso presentato dal la Società Nautica di Ginevra, il circolo che detiene il trofeo conquistato (per due edizioni consecutive) dal team svizzero Alinghi di Ernesto Bertarelli. Il confronto tra i due multiscafi di 30 metri (un catamarano per Alinghi, un trimarano per Oracle) avverrà quindi, al meglio delle tre regate a Valencia, in Spagna, a partire dall’8 febbraio 2010. In gara, ovviamente, soltanto il detentore e lo sfidante, anche in questo caso per via dell'applicazione delle vecchie regole, quando ancora non era prevista, come prologo della Coppa America vera e propria, una selezione degli sfidanti che sarebbe poi diventata la Vuitton Cup. Questo é il link ufficiale della manifestazione.

martedì 15 dicembre 2009

iPhone: arriva il firmware 3.13?

Il firmware 3.1.3 dovrebbe essere rilasciato a breve e non porterà con se nessuna novità ma esclusivamente correggerà alcuni bug di sistema. Il firmware 4.0, invece, dovrebbe essere rilasciato in versione beta nel mese di marzo 2010 e pubblicamente tra giugno e luglio in concomitanza con il rilascio del nuovo iPhone. Questa immagine riporta un log in cui sono raccolte le prime prove sull’esistenza di questi due firmware. Insomma, Apple é già al lavoro!

lunedì 14 dicembre 2009

Google Crome

Pubblico questo video molto carino su Crome, il browser di casa Google, prodotto in modo originale e a metà tra una pubblicità ed una guida introduttiva al browser stesso. Buona visione!

Il telefono di Google: ecco Nexus One

Il mercato degli smartphone torna a vivacizzarsi grazie alle prime indiscrezioni e ai nuovi dettagli sul telefonino marchiato Google in arrivo nei prossimi mesi, svincolato da contratti con i gestori telefonici, e senza nessuna restrizione dal punto di vista del software installabile, esattamente l'opposto di quello che succede con l'iPhone di casa Apple. Questa strategia di mercato potrebbe rivelarsi vincente, poiché permetterebbe una più veloce diffusione del telefono sul mercato. Il nuovo gioiellino si chiamerà Nexus One; avrà caratteristiche hardware di alto livello ed un’inedita versione di Android, il sistema operativo open source sviluppato da Google. Già sono in circolazione i primi modelli, assegnati a gran parte dei dipendenti di Google, al fine di testarne le funzionalità e rilevare eventuali bug. Riporto di sequito quelle che dovrebbero essere le principali caratteristiche del telefono:
  • Schermo OLED da 3,5″ (o forse da 3,7") ad altissima risoluzione e Touch Screen capacitivo
  • Nuovo Sistema Operativo Android 2.1 con UI interamente ridisegnata da Google
  • Scroll ball e tastiera virtuale
  • Nessun vincolo di Unlocked e basato su tecnologia GSM
  • Processore Snapdragon da 1 GHZ
  • Due microfoni, quello posteriore per ridurre il rumore di fondo
  • Fotocamera da 5 Megapixel e dotata di Flash a doppio LED
  • Più sottile rispetto ad iPhone
Questi "rumors" favoriranno certamente la concorrenza, spingendo magari Apple ad introdurre modifiche in corso d'opera nella progettazione del nuovo iPhone in versione 4G, evitando magari per una volta di centellinare le novità che saranno introdotte con il nuovo dispositivo! La guerra tra Google ed Apple è ufficialmente iniziata e questa volta i vantaggi saranno tutti a favore degli utenti! Scusate... ma qualcuno ha sentito parlare di grosse novità introdotte da Windows Mobile?!? ahahah

domenica 13 dicembre 2009

Il re perduto: Tiger Woods

La Tigre si ferma. A tempo indeterminato. Ora dovrà smettere di cacciare donne e non graffierà più. Diventerà un gattone da famiglia. Niente più tornei e trasferte. Eviterà il green, diventato forse solo una scorciatoia per le camere da letto. Tiger Woods é stato il primo atleta della storia a incassare un miliardo di dollari (!!!), ma ora dovrà proprio ripulire la sua immagine, apparsa alquanto sbiadita dopo le rivelazioni delle sue numerose amanti. Quello che io mi domando é come sia possibile arrivare a scegliere delle donne così brutte! Ma le avete viste? Almeno la metà di loro é veramente inguardabile! Dico io, ma con tutta la fama che lo precede e con tutti quei soldi che ha guardagnato, non poteva almeno scegliere donne più belle? Ed é anche sposato! Ma l'avete vista bene la moglie? Una stupenda donna svedese, bionda ed ex modella di bikini: Elin Nordegren. Ma allora perché questi personaggi pubblici fanno scelte consì insensate? Sono ricchi, famosi, primi in classifica e vivono una vita certamente poco noiosa. Eppure anche lui, come i suoi "illustri predecessori", c'é cascato rovinandosi l'immagine. Contenti loro.

sabato 12 dicembre 2009

La TV in streaming di 3 su iPhone

Finalmente, dopo mesi di attesa, 3 Italia ha rilasciato la sua applicazione ufficiale su AppStore per la visione dei canali TV trasmessi in streaming. Il rilascio dell'applicazione ha però scatenato grande curiosità negli utenti, causando l'immediato intasamento dei server e rendendo inaccessibili per lungo tempo i contenuti in streaming. L'offerta Mobile 3TV comprende al momento 5 canali gratuiti (La3, La3 Live, La3 Cinema, Mediaset, Sky Meteo 24) ed una serie di pacchetti SkyTv a pagamento (principalmente calcio o cinema). In pochi giorni questa è diventata l’Applicazione gratuita più scaricata in tutto l'AppStore, con decine di migliaia di download. Dopo quasi una settimana anch' io sono riuscito a vedere per la prima volta la televisione in streaming sul mio iPhone; devo ammettere che lo streaming é abbastanza fluido, anche se la qualità delle immagini non é eccelsa (ma non potrebbe essere altrimenti se si vuole mantenere un'elevata fluidità nella visione). È importante sottolineare che si tratta di un programma pensato e gestito da 3 ad uso esclusivo dei soli clienti 3, i quali avranno anche la possibilità di scegliere tra il pacchetto da 3 euro o 4 euro a settimana, oltre ai contenuti gratuiti. Gli utenti degli altri operatori, anche se potranno scaricare Tv Mobile sul proprio iPhone, non avranno l’opportunità di usufruire in alcun modo del servizio televisivo, neanche tramite connessione WiFi. Ad essere sincero non credo molto nel futuro di questa applicazione (soprattutto se i contenuti offerti gratuitamente continueranno ad essere così poveri). Può essere presa in cosiderazione giusto per pavoneggiarsi con gli amici o con i colleghi, lasciandola nel dimenticatoio quanto prima. Da provare e cancellare: completamente inutile ma, per fortuna, é gratuita! In questo link potete trovare tutte le informazioni ufficiali sulla programmazione televisiva e gli eventuali costi dei vari pacchetti.

Finalmente Skype per Symbian!

Finalmente, dopo un’attesa durata anni, Skype si è decisa a rilasciare una prima beta del proprio popolare client per smartphone con sistema operativo Symbian, anche se in realtà mancano ancora all’appello parte tutti i telefoni con sistema operativo S60 5th Edition, dato che, al momento, l’applicazione è disponibile solo per S60 FP1 e S60 FP2. Ecco le funzionalità offerte da questa prima beta release:
  • possibilità di effettuare chiamate SkypeOut;
  • possibilità di effettuare chiamate SkypeIn;
  • invio e ricezione di file;
  • chiamate tra utenti Skype;
  • instant messaging;
  • conversazioni di gruppo.
Un promettente inizio in questa nuova battaglia tra i differenti client VoIp disponibili per gli smartphone. Ecco di seguito l'elenco completo dei telefoni al momento compatibili con questa applicazione:

Symbian S60 3rd Edition Feature Pack 1 devices
* Nokia E71
* Nokia E63
* Nokia E66
* Nokia N82
* Nokia E51
* Nokia N95
* Nokia N95 8GB
* Nokia N81
* Nokia N81 8GB
* Nokia E90

Symbian S60 3rd Edition Feature Pack 2 devices
* Nokia N96
* Nokia N85
* Nokia 5320
* Nokia 6210 Navigator
* Nokia 6210 Classic
* Nokia N78
* Nokia N79


venerdì 11 dicembre 2009

Un falchetto per Elisabetta e Flavio

Questa notizia non potevo certo risparmiarvela, vista la rilevanza con cui i media se ne stanno occupando e, soprattutto, perché mi rende fiero ed orgoglioso di appartenere alla razza italica: quanto prima la nostra patria genererà un nuovo maschio su cui riporre speranze per il futuro e, forse, gli verrà imposto il nome di Falco, che è tutto un programma per portare bene e risollevare le sorti, se non del paese, almeno della famiglia Briatore, che ultimamente ne ha un pò bisogno dopo la recente radiazione di Flavio dalla Formula1; poco importa se nascerà a Londra, perché comunque potrà godere della doppia nazionalità. Lo ha annunciato con orgoglio la futura mamma Elisabetta Gregoraci al "Chiambretti Night"; il falchetto verrà alla luce probabilmente a Londra, dove i due piccioncini stanno ultimando il loro nido d'amore. E pensare che migliaia di donne partoriscono ogni giorno senza tanta prosopopea, qualcuna abitando persino in una casa in affitto!

Condannato a 3 anni e 8 mesi

Sul banco degli imputati si é presentato un uomo a cui è crollato addosso il castello di chiacchiere, spavalderie e menefreghismo che lui stesso aveva costruito e che lo avevano reso invidiato, accolto, e riverito. Adesso il film è finito. Tre anni e otto mesi per estorsione. Non andrà in galera per questo, o almeno non subito. Ma il dado è tratto, il conto tante volte rinviato arriva a Corona e si aggiungerà alle tante sue piccole imprese da buffone, i soldi falsi, le guida senza patente, i bilanci truccati, che giacciono nei meandri della giustizia ma che un po’ alla volta arriveranno sul suo tavolo. Lui sa, si rende conto che questa è la fine del film, e infatti appena apre bocca dopo la sentenza dice cose da pazzi, impedendo definitivamente di provare simpatia per questo personaggio, ma anche compassione e, soprattutto, di revisione del suo processo; quale corte d’appello assolverà mai un imputato che davanti alla sentenza di primo grado reagisce dicendo "non me ne frega un cazzo", "mi vergogno di essere italiano" e "la scritta che dice che la legge è uguale per tutti è una colossale presa per il culo?". Scusate per le parole ma il "diritto di cronaca" mi impone di riportarle tutte. Ma davvero si aspettava che la sua vicenda finisse diversamente? Ancora mi chiedo come facciano i ragazzi a prendere esempio da un personaggio come questo. Infondo c'é sempre la speranza che, una volta entrato in carcere, possano buttare definitivamente la chiave della sua cella. O almeno smarrirla per qualche mese.

giovedì 10 dicembre 2009

Internet sarà tassato. In Germania.

Gli utenti internet dovranno pagare un canone di 17,98 euro al mese per l’uso della connessione internet tramite computer o telefoniocellulare. Almeno (per ora) soltanto per chi vive in Germania. E' questa la soluzione trovata dal governo tedesco per aiutare l'editoria in crisi permettendo di fatto agli editori di aggrapparsi ad internet sperando di ricavarne qualcosa, "spremendo" i contribuenti, indipendentemente se un utente usi internet per lavoro, per giocare o per comunicare con i parenti all’estero. L’importante è pagare il balzello agli editori. Possibile che questi editori, con tanta tecnologia a disposizione, non siano riusciti a trovare nuove idee per rilanciarsi sul mercato e debbano rivolgersi al proprio governo per ottenere una sovvenzione con una tassa (per ora) unica al mondo. Si andrebbe comunque a colpire chi non ha una televisione (e, quindi, non paga alcun canone). Mi viene da ridere al solo pensiero di vedere applicata una tassa del genere in Italia, dove migliaglia di persone ogni anno si "dimenticano spontaneamente" di pagare il canone Rai. Sarebbe veramente il panico ma almeno ci sarebbe un pò più scelta: potremo scegliere se vedere la televisione o navigare su internet e sarà veramente difficile trovare una valida giustificazione nei confronti l'erario affermando di non guardare la televisione o di non navigare su internet!

mercoledì 9 dicembre 2009

La pizza napoletana é certificata

Come per lo scudetto (ai bei tempi di Maradona!) o per capodanno, Napoli si prepara a grandi festeggiamenti perché dopo ben 5 anni di attesa oggi è il gran giorno. L'unicità della pizza napoletana è stata sancita in modo ufficiale con il si definitivo Ue alla certificazione di "Specialità tradizionale garantita". La certificazione Stg è un'attestazione comunitaria volta a valorizzare prodotti agro-alimentari le cui peculiarità non dipendono dall'origine geografica (come invece accade per le dop e le igp), ma dalla composizione tradizionale del prodotto, da una ricetta tipica o da un metodo di produzione tradizionale. In Italia (che in Europa vanta il maggior numero di certificazioni, in tutto 187) da oggi le stg sono due, visto che la pizza va ad aggiungersi alla mozzarella. La "Pizza napoletana prodotta seconda la tradizione napoletana", dovrà rispondere a una serie di requisiti a garanzia di qualità della materia prima e artigianalità di produzione. E si presenterà come un disco di pasta con uno spessore al centro di circa 3 millimetri e un cornicione alto circa 1-2 cm. Per la stesura non sono consentiti altri strumenti di lavorazione che non siano le mani dell'artigiano, in particolar modo è da escludere l'utilizzo del matterello e/o della macchina a disco tipo pressa meccanica. La pizza verace è prevista in tre "versioni": marinara, margherita e margherita extra. Agli ingredienti base, cioè, devono essere aggiunti, rispettivamente, aglio e origano; mozzarella Stg o fior di latte Appennino meridionale e basilico fresco; mozzarella di bufala campana Dop, basilico fresco e pomodoro fresco. Gli elementi che definiscono la specificità della Pizza Napoletana Stg sono direttamente riconducibili ai tempi e ai modi delle operazioni, nonché all'abilità e all'esperienza del pizzaiolo, figura centrale della tecnica napoletana di preparazione della pizza. Il forno a legna, infine, è un elemento di primaria importanza per la cottura. La festa a Napoli e provincia può quindi iniziare!

Roma: un nuovo piano energetico

"Roma contro i cambiamenti climatici". Con questo slogan il sindaco Gianni Alemanno ha lanciato ufficialmente il nuovo Piano energetico ambientale di Roma, un ambizioso programma di risparmio energetico di sviluppo di fonti energetiche rinnovabili ideato insieme all'economista ed ambientalista americano Jeremy Rifkin. Il piano prevede una serie di progetti che entro il 2020, secondo le intenzioni del sindaco, dovrebbero portare Roma all’avanguardia tra le Capitali europee in termini di sostenibilità ambientale. Oltre allo sviluppo dei trasporti sotterranei il piano prevede la realizzazione di minicentrali energetiche sui tetti di Roma, una prima rete di distributori di idrogeno misto a metano, la coogenerazione e l’energia solare negli ospedali a partire dal Sant’Andrea, sui tetti delle scuole e sopra i capannoni industriali. Ed ancora: punti luce che sprecano meno energia, colonnine per la ricarica di auto elettriche ed uno sviluppo del fotovoltaico che passerà dagli attuali 3,3 watt a persona ai 18 del 2012 ed ai 50 del 2020. Ecco i progetti del piano: si va dall’applicazione di un nuovo modello di produzione energetica diffusa sui tetti dei palazzi romani, alla realizzazione di 10 stazioni di distribuzione di una miscela di idrogeno misto metano, alla coogenerazione dell’ospedale sant’Andrea fino alla costruzione di una rete di infrastrutture per le ricariche delle auto elettriche. Nel caso venissero costruiti nuovi stadi il principio sarà quello del “free carbon” e dell’autosostenibilità energetica. Sarà poi favorito lo sviluppo di impianti di coogenerazione condominiale con incentivi mirati ed estesi anche all’efficentamento energetico. Le scuole saranno dotate di impianti fotovoltaici, così come i capannoni industriali, per ottenere, con una spesa di 2 milioni di euro l’anno, una riduzione del 50% del consumo elettrico ed dell’80% di quello termico. Infine le piscine comunali dovranno dotarsi di coogeneratori ad idrometano per il riscaldamento delle acque, i punti luce della Capitale dovranno dotarsi di luci al led, più attente al risparmio energetico, ed il fotovoltaico passera’ dagli attuali 3,3 watt a persona ai 18 del 2012 ed ai 50 del 2020. In questo link al comune di Roma potete trovare maggiori informazioni.

I propri driver sempre aggiornati!

DeviceDoctor è una applicazione gratuita disponibile per tutte le versioni di Windows in grado di ricercare e scaricare autonomamente i drivers più aggiornati di tutte le periferiche hardware installate sul proprio pc. Una volta scaricato ed installato, all’avvio del programma ci verrà presentata una schermata mediante la quale eseguire la scansione di tutti i driver installati sulla macchina. Entro pochi secondi comparirà nella parte bassa della finestra l’eventuale elenco degli aggiornamenti, scaricabili singolarmente per poi essere installati a mano. Personalmente ho trovato questo software molto utile e ben fatto: vi consiglio quindi di provarlo, anche perché é completamente gratuito! Potete scaricarlo da questo link.

Una stupenda vista virtuale di NYC

Questa volta vi regalo un link sensazionale! Vorreste gustarvi il panorama mozzafiato che offrono i grattacieli di New York standovene comodamente seduti in scrivania? Se non soffrite di vertigini lo spettacolo é assicurato! Ho scovato questo bellissimo sito che permetterà di ammirare e navigare a "volo d'uccello" lasciandovi letteralmente a bocca aperta e permettendovi di godere di una fantastica vista virtuale della città di New York. E' possibile selezionare differenti vedute, come ad esempio Central Park, Times Square, Downtown e molto altro ancora. E' possibile vedere questi panorami mozzafiato anche in modalità fullscreen ed in qualità HD! Sedetevi comodi e visitate quanto prima questo link: ne vale veramente la pena!

Donne al volante

Guardando questo video può risultare difficile crederlo reale! Vi garantisco comunque che il video é originale ed é stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza nel parcheggio dell'Extreme Fitness Thornhill, ad Ontario, in Canada. La persona al volante della BMW X5 è una donna che grazie al video è stata rintracciata e citata in giudizio. Non datemi del maschilista ma vedendo queste immagini la prima cosa che mi é saltata alla mente é il vecchio detto popolare che dice "donna al volante...".

lunedì 7 dicembre 2009

L'iPhone come chiavetta USB

In questi giorni stò passando molto tempo a capire per bene tutte le funzionalità "nascoscte" del mio stupendo iPhone e mi stò anche dedicando alla prova di moltissime applicazioni che potrebbero semplificare il mio lavoro. Oggi vi segnalo iPhone Explorer, un'applicazione disponibile sia in versione Mac Os che Windows. Questo programma permette di collegare un qualsiasi iPhone al computer tramite porta USB ed avere accesso diretto a tutti i files presenti sul melafonino come se fosse una vera e propria chiavetta USB. Inoltre é supportato il drag & drop e permette di creare, cancellare e rinominare file e cartelle. La compatibilità é garantita con tutti i dispositivi, inclusi iPhone 3g e iPod Touch 2g. Inoltre, se il vostro iPhone è jailbrekkato, potrete accedere comodamente anche alla root del dispositivo permettendovi la gestione completa dello stesso ed effettuare un backup completo (in versione manuale) di tutti i contatti, gli sms, le email, etc, etc. Potete utilizzare gratuitamente quest'applicazione scaricandola direttamente da questo link, scegliendo la versione per il vostro sistema operativo.

sabato 5 dicembre 2009

iTunes regalerà applicazioni!

Ecco una gustosa chicca per gli amanti del melafonino: a partire dal 26 dicembre fino al 6 gennaio (segnatevi queste date!) tutti potranno scaricare gratuitamente un’applicazione iPhone o un brano presenti su iTunes. Il download sarà gratuito e valido solo per 24 ore, variando di giorno in giorno i contenuti che verranno ragalati! Non resta da fare altro che aspettare impazienti il 26 dicembre! Per l'occasione é stato aperto anche un sito web ad-hoc per essere informati in merito a tutte le novità. Questo é il link.

Un MotorShow in cerca d'identità

Dal 4 all'8 dicembre si terrà a Bologna il MotorShow! A salvare un'edizione che si annuncia in tono decisamente minore arriveranno gli ultimi modelli di tredici marchi d'auto. Anche Valentino Rossi conferma la sua presenza alla guida di una Ford Focus WRC, la stessa che porterà in gara nel prossimo Rally di Monza. Un contesto generale che, comunque, sarà molto più scialbo rispetto alle precendenti edizioni; gli show sono stati infatti nettamente ridimensionati e limitati alle sole esibizioni agonistiche, eliminando anche gran parte della sezione che caratterizzava il "Salone dell’Auto invernale" e, con esso, la maggiore attrazione: le ragazze immagine! La loro assenza si farà certamente notare, anche perché saranno l’85 per cento in meno rispetto all’anno scorso! Il connubio belle donne e motori e sempre stata la principale attrattiva di questo evento. In mancanza di hostess però il salone si gioca la carta Miss Italia. I casting d’ammissione al concorso, denominati "Prove & Provini per Miss Italia", si terranno dal 5 all’8 dicembre, terminando in una finale regionale per i titoli "Nomination Emilia" e "Nomination Romagna" validi per l’accesso alla finale nazionale di "Prima Miss del 2010". A pensare male si potrebbe dire che questa é una mossa degli organizzatori per cercare di attirare belle ragazze a costo zero! Questo é il link al sito ufficiale del Motorshow, dove potrete trovare tutte le informazioni ed il progamma degli eventi che si terranno durante manifestazione motoristica più famosa d'Italia!

venerdì 4 dicembre 2009

Mondiali 2010: ci é andata bene!

Il popolo italiano del pallone può tirare un respiro di sollievo e guardare con un pò di fiducia ai prossimi mondiali di calcio! Questa sera si sono svolti infatti i sorteggi per gli abbinamenti nei gironi e, a guardare i primi avversari, non sembra ci sia andata male. Certo, se le partite si giocassero sulla carta sarebbe molto più semplice, perché la nostra nazionale riesce sempre a complicarsi il cammino anche con partite facili! Ecco le date degli incontri del girone di qualificazione:
  • 14 giugno ore 20.30: Italia - Paraguay
  • 20 giugno ore 16.00: Italia - Nuova Zelanda
  • 24 giugno ore 16.00: Slovacchia - Italia
Certo seguire le partite in televisione alle 4 del pomeriggio non sarà proprio il massimo! Per scaramanzia mi fermo qui e non faccio ulteriori commenti, rinviando tutto al 14 giugno!

La PlayStation compie 15 anni

La prima console della Sony, la PlayStation (nota anche come PSX), ha compiuto 15 anni di vita! Il suo primo lancio sul mercato é stato infatto in Giappone il 3 dicembre del 1994. Venne commercializzata nel resto del mondo un anno dopo, rispettivamente il 9 settembre 1995 in America e il 29 settembre 1995 in Europa, riuscendo a vendere 125 milioni di unità. Per festegguare la ricorrenza la divisione giapponese della Sony ha aperto una pagina dedicata a questa consolle ed al suo percorso evolutivo in questi 15 anni di vita. Ormai il suo mito vive anche nella versione "portable" (la stupenda PSP), grazie ad un emulatore che permette di esseguirne tutti i giochi (ovviamente disponendo di una consolle modificata!). Questo é il link alla pagina commemorativa. Buon compleanno PlayStation!

giovedì 3 dicembre 2009

SMS Consumatori per iPhone

Con questo post apro ufficialmente il nuovo tag dedicato al software per iPhone e iPod Touch, aggiungendo anche anche il link per poter scaricare i programmi recensiti direttamente da AppStore. Parliamo allora di SMS Consumatori, apparso da pochi giorni sull'Apple store e completamente gratuito, a patto di disporre di una tariffa flat per la connessione dati su rete 3G o di un accesso internet tramite WiFi. Questo servizio, come dice il nome stesso, é nato da un progetto sviluppato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e, originariamente, consisteva in un numero SMS (il mumero 47947) a cui inviare le richieste per avere i prezzi medi sul mercato di ortaggi e frutta, dotando l’utente di uno strumento per il controllo e la verifica dei prezzi. Le caratteristiche grafiche e tecnologiche dell'iPhone e dell'iPod Touch hanno permesso di migliorarne il servizio implementando un'interfaccia utente interattiva e di utilizzo semplice e immediata. I prodotti rilevati sono suddivisi per macro-categorie: Ortaggi, Frutta, Carne, Pesce, Latticini e Altri Prodotti. Da queste macro-categorie, si raggiungono le singole schede prodotto che consentono all'utente di accedere a tutta la filiera dei prezzi associati al prodotto stesso; e più precisamente: il prezzo medio giornaliero nazionale, i prezzi medi giornalieri rilevati al Nord, al Centro e al Sud d'Italia, i prezzi medi settimanali all'origine e all'ingrosso, i prezzi medi mensili suddivisi per canale distributivo (grande distribuzione, mercati, negozi) e i prezzi medi mensili delle principali città. La georeferenziazione dell'iPhone permette, su richiesta, di avere in automatico la scheda prezzi della città oggetto di rilevazione più vicina al luogo in cui ci si trova. L'utente può comunque aggiungere altre città di interesse e averle sempre disponibili all'interno di ogni singola scheda prodotto. Molto interessante é la funzionalità del "nuovo carrello della spesa" che permette all'utente di costruirsi la propria lista degli acquisti impostando le specifiche quantità di ogni singolo prodotto e ottenere così i costi unitari e il totale della spesa che l'utente intende fare. Questo valore è una media ponderata su scala nazionale ed è un utile strumento di valutazione per informare il consumatore sul “prezzo giusto” per i suoi acquisti. Certo, non dico di passare le ore in supermercato sfogliando il proprio melafonino, ma sicuramente é uno strumento molto utile ed interessante (con funzionalità superiori al servizio SMS gratuito) che può aiutare realmente ad indirizzare la propria spesa verso i produtti più convenienti. Se non disponete di un iPhone potete comunque visitare il link ufficiale al sito web e scoprire come utilizzare gratuitamente il servizio SMS. Scaricate SMSConsumatori da App Store e ricordatevi di usarlo la prossima volta che andrete a fare la spesa!

mercoledì 2 dicembre 2009

Microsoft: il Black screen of death


Gli ultimi aggiornamenti sulla sicurezza rilasciati lo scorso 10 novembre per i sistemi operativi Microsoft sarebbero all'origine di un problema che causa una schermata nera all'avvio del sistema operativo. Al momento sembra che il problema non sia generalizzato, ma si verifica in modo "randomico" sulle differenti postazioni. Il problema è stato portato per la prima volta all'attenzione delle cronache dalla società britannica Prevx, la quale ha già pubblicato un workaround non ufficiale che dovrebbe correggere buona parte (anche se non tutte) le cause della schermata nera. Ieri un portavoce di Microsoft ha confermato l'esistenza e problema, confermando che sono in corso verifiche sulle segnalazioni fin qui ricevute. Se il problema verrà confermato, Microsoft si è impegnata a "fornire istruzioni dettagliate su come prevenire o risolvere questi inconvenienti". Intanto la Prevx ha spiegato che il problema, ribattezzato Black Screen of Death (in assonanza con il famoso Blue Screen of Death), interessa potenzialmente tutte le versioni di Windows comprese tra NT e Windows 7, e impedisce di fatto il caricamento dell'interfaccia grafica del sistema operativo (desktop, barra dei task, sfondo, icone ecc.); dopo il login l'utente si trova di fronte ad una schermata nera e alla sola finestra My Computer Explorer. Il problema sembra causato da una modifica all'Access Control List (ACL) apportata da un recente update di sicurezza di Microsoft: tale modifica genera il malfunzionamento di alcune applicazioni per la sicurezza, e impedisce a Windows di caricarsi completamente. Al momento attuale è difficile stimare quanti utenti abbiano sperimentato il problema, ma secondo diverse fonti si tratterebbe di una piccola minoranza. Sicuro?

martedì 1 dicembre 2009

Ecco le videochiamate su iPhone!

Finalmente qualcuno ha deciso di pensarci: ora é possibile effettuare videochiamate anche con l'iPhone! Tutto questo grazie al nuovo aggiornamento di Fring che é stato appena rilasciato! Certo, chi ci chiama difficilmente potrà vederci (la telecamera dell'iPhone é posta frontalmente!), ma almeno sarà possibile vedere il nostro interlocutore! Tale servizio viene reso possibile tra gli utenti fring-e-fring (quindi anche tra noi e chi utilizza l’applicazione su un Nokia piuttosto che qualsiasi altra piattaforma) e gli utenti fring-e-skype (quindi anche dal computer). Il funzionamento è molto semplice e la videochiamata parte semplicemente selezionando un contatto e cliccando sul nuovo tasto “Video Call”. Per chi non lo sapesse, Fring é un programma molto semplice e per connetterci possiamo utilizzare comodamente anche il nostro account di Skype, ritrovando tutti i nostri contatti. Speriamo che, quanto prima, anche Skype si decida ad introdurre questa piacevole novità! Maggiori informazioni su Fring potete trovarle direttamente da questo link. Enjoy!

Campagna per il WiFi libero

In nessun Paese occidentale, neppure dove sono più rigorose le misure contro il terrorismo, è prevista una normativa tanto restringente in materia di identificazione di chi accede a Internet da postazioni pubbliche». E «costringere chi vuole accedere a Internet a sottoporsi alla procedura oggi prevista è un enorme disincentivo all’utilizzo della Rete». Quindi questa legge va cambiata, anche perché «la crescita economica, sociale e culturale dell’Italia non può prescindere da una piena diffusione delle moderne tecnologie di comunicazione.

Il 31 dicembre 2009 sono in scadenza alcune disposizioni del cosiddetto Decreto Pisanu (”Misure urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale”) che assoggettano la concessione dell’accesso a Internet nei pubblici esercizi a una serie di obblighi quali la richiesta di una speciale licenza al questore. Lo stesso Decreto, inoltre, obbliga i gestori di tutti gli esercizi pubblici che offrono accesso a Internet all’identificazione degli utenti tramite documento d’identità. Queste norme furono introdotte per decreto pochi giorni dopo gli attentati terroristici di Londra del luglio 2005, senza alcuna analisi d’impatto economico-sociale e senza discussione pubblica. Doveva essere provvisoria, ed è infatti già scaduta due volte (fine 2007 e fine 2008) ma è stata due volte prorogata. Si tratta di norme che non hanno alcun corrispettivo in nessun Paese democratico; nemmeno il Patriot Act USA, approvato dopo l’11 settembre 2001, prevede l’identificazione di chi si connette a Internet da una postazione pubblica. Tra gli effetti di queste norme, ce n’è uno in particolare: il freno alla diffusione di Internet via Wi-Fi, cioè senza fili. Gli oneri causati dall’obbligo di identificare i fruitori del servizio sono infatti un gigantesco disincentivo a creare reti wireless aperte. Non a caso l’Italia ha 4,806 accessi WiFi mentre in Francia ce ne sono cinque volte di più. Questa legge ha assestato un colpo durissimo alle potenzialità di crescita tecnologica e culturale di un paese già in ritardo su tutti gli indici internazionali della connettività a Internet. Nel mondo la Rete si apre sempre di più, grazie alle tecnologie wireless e ai tanti punti di accesso condivisi liberamente da privati, da istituzioni e da locali pubblici: in Italia invece abbiamo imposto lucchetti e procedure artificiali, contrarie alla sua immediatezza ed efficacia e onerose anche da un punto di vista economico. Questa politica rappresenta una limitazione nei fatti al diritto dei cittadini all’accesso alla Rete e un ostacolo per la crescita civile, democratica, scientifica ed economica del nostro Paese.

Per questo, in vista della nuova scadenza del 31 dicembre, chiediamo al governo e al parlamento di non prorogare l’efficacia delle disposizioni del Decreto Pisanu in scadenza e di abrogare la previsione relativa all’obbligo di identificazione degli utenti contribuendo così a promuovere la diffusione della Rete senza fili per tutti.

Anche questo blog, come per Codice Internet in articolo originale, sosterrà la campagna per il WiFi libero in Italia. Per maggiori informazioni potete visitare anche questo link.

Arriva Farmville.com

Penso che siano rimaste pochissime persone che non abbiamo ancora giocato (almeno una volta!) a Farmville su Facebook. Da alcuni giorni é è disponibile una nuova versione online giocabile direttamente da internet senza dover accedere a Facebook, utilizzabile magari da tutti quelli che vorrebbero farsi una partitina ma si ritrovano l'accesso a Facebook bloccato ed inaccessibile dai proxy aziendali. Il gioco utilizza comunque l'autenticazione con la propria utenza di Facebook, mantenendo così la possibilità di continuare la propria partita online utilizzando il profilo personale, ma fornando un'interfaccia migliorata rispetto alla versione di Facebook. Potete giocarci direttamente da questo link. Buon divertimento a tutti!

Polizia: distrutta la Lamborghini

La Lamborghini in dotazione alla polizia stradale di Bologna è andata distrutta contro delle auto in sosta per evitare una vettura che le avrebbe tagliato la strada. I due agenti a bordo della Lamborghini sono rimasti feriti in modo non grave: il conducente ha riportato lo schiacciamento di una vertebra e la frattura di una costola, l'altro solo contusioni. La vettura, 5.000 di cilindrata, era il fiore all'occhiello in dotazione alle forze di polizia. Ritornerà in strada? Speriamo di si!

lunedì 30 novembre 2009

Una foto per il giorno

Come al solito non trovo mail il tempo per organizzare le mie foto e, di conseguenza, anche per pubblicarle su questo blog. Quella che pubblico oggi é molto recente; risale infatti allo scorso weekend ed é stata scattata in Alsazia, in Francia, e più precisamente a Strasburgo, situata a pochi km dal confine con la Germania. Un'atmosfera di magia e di festa che ha radici molto antiche. La tradizione del "Christkindelsmarik" (letteralmente "mercato di Gesù Bambino") risale al Sacro Romano Impero Germanico e al giorno della festa di S.Nicola in cui venivano distribuiti regali ai bambini. Il mercato di Natale di Strasburgo, il più antico d'Europa, esiste da 500 anni. Molto bello e suggestivo anche quello di Heidelberg, in Germania, con origini molto più recenti (circa 25 anni) ma non per questo meno attraente.

Natale tra sole, plastica e mercatini

Io e Nadia siamo appena rientrati da un bellissimo weekend pre-natalizio passato nei mercatini tedeschi e già sentiamo la nostalgia di quelle atmosfere. Come al solito abbiamo viaggiato low-cost, scegliendo Ryanair. Con questo post non voglio però raccontarvi le bellezze dei mercatini nordici, ma voglio porre l'attenzione su quanto la Germania stà facendo in campo ecologico, cercando anche di stimolare il mercato del lavoro. Già nel nostro viaggio estivo avevamo notato un numero "imbarazzante" di pannessi solari installati sui tetti di moltissime case e negozi. Energia pulita, efficate e, alla fine dei conti anche reditizia. Ho scoperto poi che lo stato da forti incentivi all'installazione di questa tecnologia, diversamente dall'Italia, dove ormai riuscire ad usufruire dell'incentivo é diventato come partecipare ad una lotteria. Inoltre lo stato tedesco ha dichiarato apertamente di voler diventare leader mondiale in questo settore tecnologico, fornendo servizi di alta qualità anche a basso prezzo e, cosa importante, riuscendo a creare nuovi posti di lavoro. E pensare che il sole da quelle parti é coperto da spesse nuvole per gran parte dell'anno! Parliamo ora delle bottiglie di plastica e di vetro. Lo stato da qualche anno ha imposto una tassa di 25 centesimi sull'acquisto di bottiglie di plastica o di vetro. Ogni volta che si compra una bottiglia d'acqua o di birra si deve infatti pagare un deposito di 25 centesimi di euro. In tutti i supermercati ci sono però macchine automatiche nelle quali si infilano i vuoti. Spesso anche i piccoli negozi ritirano i vuoti a mano, restituendo sempre la caparra pagata. Queste macchine sono delle dimensioni di un distributore di bibite e presentano un buco tondo sulla facciata, nel quale si infilano le bottiglie. Su ogni macchina sono sempre presenti le istruzioni per l’uso, anche in lingua inglese, ovviamente necessarie per gli stranieri. I vuoti devono essere inseriti integri e con l’etichetta e le bottiglie di plastica non vanno schiacciate. I vuoti vanno inseriti uno alla volta. La macchina legge l’etichetta e fa il conto dei vuoti. Quando si è terminato l’inserimento, si preme il pulsante "fine" e la macchina emette un buono con la somma realizzata, che si può spendere subito nel supermercato stesso. La cosa funziona così: chi compra le birre o le bibite se le porta a casa e le beve, ma non getta via i vuoti e li conserva, perchè il deposito che ha pagato è piuttosto alto. Non appena si ritorna al supermercato a fare la spesa, infila i vuoti nelle macchine, si ritira lo scontrino con l’importo recuperato e lo si spende per fare la spesa. Non è obbligatorio riportare le bottiglie nello stesso supermercato dove le si sono acquistate. Infatti, se io ho comprato una bottiglia a Berlino la posso tranquillamente infilare in una macchinetta di Heidelberg ed usufruire immediatamente del rimborso. Non è semplice? Se lo facessimo qui da noi in Italia la gente si azzufferebbe per raccogliere le bottiglie nelle strade per recuperarne il costo ed i contenitori per il riciclo della plastica sarebbero perennemente vuoti ma, magari le città un pò più pulite. Ma ci vuole tanto a pensare una cosa del genere e introdurla anche in Italia? Bsterebbe semplicemente copiare l'idea, ma non siamo capaci neanche a fare questo!

venerdì 27 novembre 2009

Incomincia il monitoraggio della rete

Brutte notizie per gli utenti del file sharing e del peer-to-peer e questa volta la notizia è davvero una di quelle che può presagire un cambiamento epocale. Virgin Media, provider internet britannico, ha annunciato che comincerà ad effettuare ispezioni approfondite ai pacchetti scambiati tramite la banda da essa fornita, in modo da monitorare il tipo e la quantità di file sharing effettuato dai suoi clienti. Il suo scopo è rendersi conto di quanto incida sulla banda disponibile l’attività di scambio di contenuti digitali illegali. Il sistema adottato si chiama CView, ed è una soluzione commerciale prodotta dalla Detica (dunque non è una tecnologia proprietaria di Virgin, e può essere comprata anche da altri provider). Virgin rassicura i suoi clienti sostenendo che CView effettua i suoi controlli in maniera del tutto anonima, ma il disagio degli inglesi comincia a farsi sentire. Non sepevo che la Virgin fosse anche un provider internet!

Ecco come costruirsi un MAC in casa!

Hackintosh, una parola che da un pò di tempo si sente pronunciare con una certa frequenza. Praticamente si tratta di "hacking" dei sistemi Apple. Quello che pubblico oggi é un video realizzato da Will Urbina che, partendo dalla base di una console Xbox della Microsoft (questo potrebbe essere il lato comico del video!) è riuscito a tirare fuori una macchina dalla potenza paragonabile a quella di un Mac Pro di alta gamma, La sua spesa é stata di circa 1500 dollari, a fronte del 4000-4500 necessari per portarsi a casa un Mac di pari livello. Will di mestiere si occupa di editing video e questo si nota anche dalla qualità del filmato che ha postato su YouTube. Il risultato? 2.93GHz Intel Core 2 Quad Q9550s combinati a una scheda video NVIDIA GeForce 9800GT, 8GB di RAM, un drive SSD da 16GB e 4 altri dischi fissi da 500 GB l’uno, a seconda del sistema operativo (Windows 7, Snow Leopard e Ubuntu). Complimenti per la tecnica realizzativae per l'idea! Posso avere anche io un tavolo da lavoro come il suo, e completo di tutti gli accessori?!? Per chi fosse curioso questo é il link al suo sito.

Bloccare il vostro Nokia da remoto

Custodite importanti informazioni all’interno del vostro telefono e non volete che in caso di furto esse vengano rivelate? Nokia offre un modo intelligente (ma poco conosciuto) per bloccare il proprio cellulare e rendere inutilizzabili i dati in esso memorizzati Per fare ciò basta semplicemente abilitare una voce tra le varie configurazioni del cellulare. Andate nel menù delle "impostazioni" aprendo la scheda "generali" e avanzate fino al menù "sicurezza". Fatto ciò aprite "Telefono e Scheda SIM" e, infine, abilitate la voce “Permetti blocco remoto”. Ora sarà possibile inserire un proprio codice segreto che si potrà inviare da un qualsiasi altro cellulare. Una volta che avrete completato questa procedura sarete più tranquilli perché potrete bloccare il telefono semplicemente un messaggio SMS inviato da qualsiasi cellulare. Attenzione al codice segreto che imposterete poiché, chiunque, inviandolo un SMS potrebbe bloccarvi il telefono! Una volta che il telefono sarà stato bloccato con questa procedura non sarà possibile ripristinarlo se non con un reset generale e reinstallando nuovamente il firmware, operazione che renderà il telefono nuovamente funzionante ma senza nessun dato al suo interno.

martedì 24 novembre 2009

Confermato! Arriva il "Black friday"

Apple ha annunciato ufficialmente che il 27 novembre si terrà, come da tradizione, una giornata di sconti speciali validi in tutti gli Apple Store, compreso quello online. L’occasione è quella del Black Friday statunitense, ovvero il venerdì del ponte del ringraziamento, che segna ufficialmente l’inizio della stagione di compere natalizie. Ancora nessuna indiscrezione sugli sconti in programma. In questo link al sito Apple Italia potete trovare maggiori informazioni.

domenica 22 novembre 2009

Desktop multipli su Windows

Tutti gli utenti abituati al lavorare con sistemi operativi Apple o Linux avranno provato almeno una volta nella vita la comodità dei desktop multipli. Questi permettono infatti di disporre di più "scrivanie virtuali" disponibili contemporaneamente sul proprio pc, una pratica molto utile soprattutto quando si vuole suddividere in aree logiche lo spazio che utilizziamo con il proprio pc. Fino ad oggi questa modalità non era disponibile per i sistemi operativi di casa Microsoft (stiamo parlando di Windows) ma, finalmente, grazie a VirtualWin, sarà possibile utilizzare desktop multipli anche con questo sistema operativo. Tutti i Desktop verrano gestiti tramite una semplice icona presente nella trayicon in basso a destra. Il programma é completamente gratuito ed é disponibile direttamente da questo link.

venerdì 20 novembre 2009

Skype venduto all'asta

Skype è stato venduto all'asta per 1,3 miliardi di euro. Ad assicurarsi il servizio di telefonia online di proprietà di eBay é stato un gruppo di fondi d'investimento privati di cui fanno parte anche i due fondatori. Prezzo: due miliardi di dollari (1,34 miliardi di euro). Il via libera alla vendita è arrivato dopo che eBay ha risolto il conflitto giuridico con i co-fondatori Niklas Zennstrom e Janus Friis, che detenevano i diritti per l'algoritmo di cifratura usato da Skype per le telefonate. L'accordo raggiunto prevede che Skype conservi la proprietà del software attraverso l’azienda di diritti d’autore, Joltid Ltd. A questo punto mi aspetterei soltanto miglioramenti software da parte dei nuovi proprietari, sperando che questo non si traduca in un aumento dei costi per gli utenti.

mercoledì 18 novembre 2009

Sconti Apple per il "Black friday" ?

Natale si avvicina ed ecco una bella indiscrezione su ciò che potrebbe toccare agli utenti Apple d’oltre oceano (e si spera anche da noi in Italia!) . Nel giorno della ricorrenza del Black Friday, cioè il venerdì successivo al giorno del ringraziamento (il 27 novembre) ,saranno praticati forti sconti sui molti prodotti Apple (iPod, Mac e accessori di terze parti, oltre che sul software) . Queste offerte già erano state laciate l'anno scorso con grande successo anche in Italia (potete leggere un mio post a riguardo direttamente da questo link). Secondo indiscrezioni ecco come potrebbe essere il dettaglio delle offerte:
  • Fino al 30% su tutti gli iPod, esclusi Shuffle ed iPhone
  • Fino al 25% su tutti i Mac
  • Fino al 15% su tutti gli accessori, il software e l’hardware Apple
Stando a quanto si legge su internet queste offerte saranno valide soltanto per la giornata del "Black friday" e, almeno negli Apple Store statunitensi, dovrebbe essere disponibile anche un servizio di incartamento per i regali. Se siete intenzionati a fare shopping acquistando prodotti Apple a questo punto conviene rinviare la spesa di qualche giorno ed attendere novità a riguardo: appuntamento al 27 novembre prossimo!

martedì 17 novembre 2009

Oggi si festeggia il "gatto nero day"

Oggi facciamo "la festa" al gatto nero. E' solo un modo di dire, nel senso che oggi si festeggia la terza edizione della giornata del Gatto Nero voluta dall’associazione Italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) allo scopo di valorizzare i "mici neromantati" e di denunciare l’eccidio di questi gatti. Per la verità oggi é la "Giornata del gatto", ma il gatto nero sembra giustamente meritare un ricordo a parte e, per questo motivo, é stato deciso di dedicare a lui questa particolare giornata di tutela e difesa perché ogni anno in Italia ne spariscono 60.000 e di questi, solo 1500, nelle citta’ di Milano, Roma e Torino. Questo sfortunato felino da sempre é stato perseguitato per la superstizione a lui legata, che trae origine proprio dal Medioevo, periodo storico generalmente poco favorevole ai felini, che, anche su indicazione della Chiesa, venivano associati al diavolo e ritenuti compagni delle streghe perché, come loro, uscivano di notte. Proprio per questa abitudine il gatto nero era considerato particolarmente infausto. Quando, praticamente invisibile nelle strade buie dell’epoca, tagliava la strada a un cavaliere, il cavallo spesso si imbizzarriva e lo disarcionava. Fra il 1000 e il 1700 milioni di gatti, di ogni colore, vennero uccisi in nome della loro presunta affinità con il Maligno. Secondo alcuni studiosi questo massacro, permettendo il moltiplicarsi dei topi, avrebbe favorito il dilagare delle epidemie di peste. Insomma, con questa giornata si cerca di riabilitare questo simpatico felino agli occhi della gente. Quest’anno, a differenza degli altri anni, non si svolgeranno manifestazioni o iniziative particolari, ma si chiede a tutti i possessori di gatti neri di accendere una luce a una delle finestre di casa o sul davanzale di una di esse proprio a testimoniare il loro amore per questi animali.

domenica 15 novembre 2009

Televisori al buio: ecco lo switch-off

La fatidica data é finalmente arrivata, almeno per me che abito a Roma! Da domani, lunedì 16 novembre, scatta infatti lo switch-off: alle 10 del mattino tutti i canali tv visibili nel Lazio (ad esclusione di Viterbo e provincia) passeranno dal sistema analogico a quello digitale terrestre. Per guardare qualsiasi canale tv, nazionale e locale, sarà ora necessario ricevere il segnale digitale e, per farlo, bisogna dotarsi di un decoder o, in alternativa, di un sistema satellitare (come quello fornito da Sky). Da domani in tutto il Lazio non sarà più visibile alcun canale, né della Rai, né delle emittenti nazionali o locali private. Ora però ci saranno 34 canali nazionali (tutti quelli attualmente in chiaro più quelli tematici gratuiti) e una sessantina di emittenti locali. Non che tutto questo sia una novità, perché é già fruibile da diversi mesi. I decoder con l’alloggiamento per le carte prepagate consentiranno anche l’accesso alle pay tv (Mediaset Premium o Dahlia tv), il grande "businnes" che gli strateghi del marketing sono riusciti ad infilare in questa grande migrazione di massa del popolo televisivo italiano. E poi Roma avrà amche "l'onore" di essere la prima capitale europea ad utilizzare esclusivamente il segnale digitale per la trasmissione dei programmi televisivi. Infondo già sentivo la mancanza di Emilio Fede su Rete4 e da domani avrò la certezza di poterlo rivedere, perché se anche io vorrò guardare qualche programma in televisione dovrò farlo utilizzando il segnale digitale. Quest'oggi mi sono trovato a passare da Euronics ed ho potuto assistere a folli scene di isterismo nella ricerca del miglior decoder digitale (e per migliore quasi sicuramente si intente il più economico!). La gente é proprio matta. Intere montagne con scatole di decoder sono state prese d'assalto dai clienti nei vari negozi. Ma il popolo italiano sarebbe capace di sopravvivere (almeno) una giornata senza televisione? Senza informazione? Senza reality? Credo proprio di no! Ma io mi sono adeguato per tempo. Da diversi mesi ormai non seguo più i telegiornali e la televisione la accendo soltanto per guardarmi qualche film in formato DivX con il mio bel lettore multimediale. In casa abbiamo 4 televisioni, (abito in una casa divisa su 2 piani!) ma io ho acquistato un solo decoder, da utilizzare con la televisione al plasma nel salotto. La sera io e Nadia ormai ceniamo solo ascoltando buona musica dalla nostra fedele emittente radiofonica (Voxon Vintage Radio). Comunque, per chi non potesse fare a meno della televisione ed avesse problemi di sintonia può sempre chiamare il numero verde gratuito del ministero 800.022.000, attivo dal lunedì al sabato, festivi esclusi, dalle 8 alle 20. In tutto questo gran casino io però non ho capito una cosa: perché Viterbo e provincia sono state escluse dallo switch-off del Lazio?

venerdì 13 novembre 2009

Le bufale di facebook

Facebook a pagamento, account VIP e scopri chi visita il tuo profilo sono probabilmente le tre più grandi bufale inventate finora su Facebook, create da persone con lo scopo di ingannare gli iscritti offrendo loro un miraggio per qualcosa di puramente inventato e/o impossibile da ottenere senza il supporto ufficiale dello staff tecnico del social network. I tre link proposti sopra sono solo un esempio della schiera di fanpage e gruppi creati su Facebook negli ultimi tempi, in grado in alcuni casi (come per il sedicente No a facebook a pagamento nel 2010, servono 10.000.000 iscritti!) di arrivare a ben quasi 2 milioni di iscritti grazie al tamtam tra gli utenti e alla stessa richiesta di chi crea le pagine di effettuare una catena di Sant’Antonio a tutti gli effetti, invitando “almeno 50 amici” per ottenere quanto truffaldinamente promesso. Perché tutto ciò? Al di là del fatto che il mondo è pieno di persone che non hanno niente da fare, spesso dietro a queste pagine e gruppi si nascondono ragioni di marketing senza scrupoli: iscrivendosi si dà infatti la possibilità ai gestori della pagina di inviare messaggi in vario modo al proprio account, incluso al proprio indirizzo email se si hanno (come nel 99% dei casi) le notifiche attivate per determinati eventi. Nel momento in cui ci si dimenticherà dell’iscrizione, la pagina o il gruppo magari verranno “venduti” cambiando nome, con una base di fan/iscritti già bella e pronta. Tentare di sapere chi viene a ficcanasare nel vostro profilo è un controsenso, in quanto basta semplicemente non accettare le richieste d’amicizia delle persone sgradite oppure impostare a dovere i filtri per la privacy, così come non esistono account VIP e il progetto di rendere Facebook a pagamento. Morale della favola: rimuovetevi dai gruppi di questo tipo ai quali vi siete iscritti, sarà meglio per voi e per i vostri amici che vedendo voi iscriversi potrebbero abboccare. Possibile che ci sia tanta gente così stupida?

Disponibile Safari 4.0.4

È stato rilasciato un nuovo aggiornamento per Safari, il browser internet di casa Apple, che arriva così alla versione 4.0.4. L’aggiornamento è consigliato a tutti gli utenti di Safari e include miglioramenti delle prestazioni, stabilità e sicurezza, tra cui:
  • Prestazioni di JavaScript migliorate
  • Prestazioni migliorate di ricerca nella cronologia, per gli utenti con un numero elevato di elementi cronologici
  • Miglioramento della stabilità di plug-in di terze parti, del campo di ricerca e Yahoo! Mail
L’aggiornamento è disponibile tramite Aggiornamento Software e ha una dimensione di 29,8 Mb. Al termine dell’aggiornamento sarà chiesto di riavviare. Per informazioni dettagliate, potete visitare questo link al sito ufficiale Apple per il supporto tecnico.

V E N E R D I' 13 ! ! !

Una tartaruga in salvo

Nonostante l’esistenza di leggi a tutela degli animali e, in particolare, delle specie protette e a rischio estinzione, la cronaca ci continua a torturare con la stupidità e la cattiveria gratuita tipica di alcuni esseri umani. Nei giorni scorsi, infatti, è stata rinvenuta a casa di un pescatore di Bisceglie, in Puglia, un esemplare di tartaruga Caretta Caretta (una specie gravemente a rischio estinzione) disidratata, in pessime condizioni e, ovviamente, detenuta illegalmente. Catturata da un peschereccio in prossimità della costa, l’animale, un adulto di sesso femminile, era immobilizzato tramite una corda al collo. Fortunatamente, a seguito di una segnalazione, i carabinieri sono riusciti ad intervenire denunciando l’uomo per detenzione e maltrattamenti di specie protetta, e la tartaruga al centro di recupero WWF di Molfetta in attesa delle necessarie cure e della riabilitazione necessaria per la rimessa in libertà dell’esemplare. Il fatto di cronaca, tristemente banale, suggerisce un aspetto essenziale della legalità: la partecipazione attiva di tutti affinché le leggi vengano rispettate.

giovedì 12 novembre 2009

Il C64 nuovamente su iPhone!

Buone notizie per chi aveva scaricato l’emulatore Commodore 64 per iPhone (e per chi, pur essendo interessato, non aveva fatto in tempo a scaricarlo prima che venisse rimosso!), visto che è nuovamente presente in App Store. Come forse ricorderete, la storia di questo emulatore è stata piuttosto travagliata, essendo stato inizialmente rifiutato da Apple, successivamente approvato ma rimosso quasi subito perché, nonostante non fosse ufficialmente presente, c’era modo di attivare facilmente l’interprete BASIC, elemento focale della vicenda. Ora l’emulatore è nuovamente disponibile e porta, oltre alla rimozione dell’interprete BASIC, un miglioramento delle performance del 30% e tre nuovi giochi: International Basketball, International Tennis e International Soccer. È stato inoltre inserita, per ogni gioco, una piccola guida, con dettagli su come giocare. L’aggiornamento è gratuito per chi aveva scaricato la versione precedente. Per gli altri i prezzo è di 3,99 €. È in inglese, compatibile con iPhone e iPod touch.