giovedì 31 luglio 2008

Achmed: the Dead Terrorist

Eccovi un divertente video (con sottotitoli in italiano) sul terrorista "Achmed". E' una parodia comica sui terroristi. Alcune battute sono tipicamente americane e potrebbero essere di difficile interpretazione per noi italiani, ma vi assicuro che é veramente molto divertente: ascoltate per bene la battuta sui preti cattolici o quella sul monumento a Bill Clinton! Il video é stato girato a Washington e l'artista ventriloquo é Jeff Dunham. Buona visione!

martedì 29 luglio 2008

Ho visto più nebbia che smog!

I "fantastici giochi" di Pechino sono ormai alle porte e, nell'imminenza dell'evento (almeno per ora!), il principale problema é solamente lo smog. I valori rilevali dalle centraline riportano emissioni tre volte superiori al valore massimo stabilito dall'OMS. Quei furbacchioni dei cinesi hanno pensato bene di decentrare anche parte delle centraline di rilevamento, arrivando a posizionarle ben lontane dal centro città, fino a 60km di distanza (in aperta campagna!) avendo anche la faccia tosta di dichiarare una diminuzione dei valori medi rilevati, dando il merito alla politica del governo nella lotta all'inquinamento! Il problema dello smog é comunque dimostrato da dati ufficiali e certificati. Il nostro presidente del Coni, Giovanni Petricci, evidentemente in linea con quella che é la politica di propaganda del governo cinese, cerca di minimizzare il disagio della capitale con un'affermazione che sfiora il ridicolo. Eccovi quanto dichiarato e riportato dal Televideo Rai:

"Ho visto più nebbia che smog. Nessun timore, poi lo smog in gara è uguale per tutti. Ci hanno assicurato che sarà tutto a posto e nelle immagini viste in questi giorni c'è più nebbia che smog. Con le fabbriche chiuse e le targhe alterne la situazione migliorerà".

Se io fossi un'atleta iscritto alle gare olimpiche come minimo ci penserei bene prima di partecipare a quest'evento, pensando per prima cosa alla salute. Non é comunque facile rinunciare ad una competizione di questo livello ma almeno il presidente Petrucci poteva risparmiarsi queste affermazioni, a conferma che anche nel nostro sport chi governa si distingue per arguzia ed originalità di idee, e non certo per meriti personali o bravura. Le consiglierei comunque un paio di occhiali nuovi, almeno per leggere su qualche libro la differenza tra nebbia e smog...

lunedì 28 luglio 2008

Una foto per il giorno

Finalmente ho trovavo cinque minuti di tempo per riguardami qualche foto che ho fatto nei vari viaggi. Tra le tante, mi é capitata quella che ho postato proprio ora. L'ho scattata a New York, sulla 5th av all'incrocio con Central Park (proprio nelle vicinanze dell'apple store!). E' una foto che ho scattato in gran fretta in una stupenda domenica di novembre, piena di sole. Vi lascio liberi di immaginare la bellezza del parco con i mille colori autunnali delle foglie sugli alberi... uno spettacolo che solo in America viene valorizzato con tanta bravura. Pubblico questa foto di New York perché, proprio in questi giorni, io e Nadia stiamo pensando ad un prossimo viaggio negli "States" ed una delle mete potrebbe includere un ritorno a New York!

venerdì 25 luglio 2008

La guerra delle major discografiche

In Gran Bretagna i sei principali provider (British Telecom, Virgin, Orange, Tiscali, BSkyB e Carphone Warehouse) hanno firmato un accordo con le major discografiche per iniziare a vigilare sul traffico internet. Una volta identificato un utente che scarica MP3 o film in modo illegale tramite software P2P gli sarà inviata una lettera d'ammonimento che potrebbe trasformarsi in un taglio di velocità di connessione. In questo moto tutti i principali fornitori di servizi Internet nel Regno Unito si sono impegnati ad affrontare il fenomeno del file-sharing illegale sulle loro reti utilizzando metodi molto forti. Sarà ora compito del governo tradurre l'accordo in nuove disposizioni legislative contro la pirateria. Per il momento a dissuadere i "pirati" del web ci sarebbe una punizione tecnologica: un taglio alla banda di navigazione. Successivamente ci potrebbe essere la chiusura definitiva del collegamento dopo tre richiami ufficiali. Insomma, il grande fratello della rete ha cominciato a cercare gli downloader. Quel che succederà è ancora da stabilire, ma sicuramente é una mossa eccessiva nei confronti degli utenti. Speriamo che l'unione europea intervenga anche in questo caso mitigando quelle che saranno le decisioni prese.

Demolito il velodromo dell'Eur

Questo post riguarda la città di Roma, ed in particolare il quartire dell'Eur, dove ho vissuto per circa 17 anni, fino al mio matrimonio. La storia del velodromo si é infatti conclusa con un boato ed una nuvola di polvere dal quale non apparirà più. Progettato da Nervi per ospitare le gare di ciclismo su pista per le Olimpiadi di Roma del 1960, questa struttura é caduta in disuso per anni, diventando fatiscente e pericolosa. Un’esplosione controllata, ma rinviata nel corso delle ore per una serie di sospensioni a seguito di un esposto urgente dei residenti, che ne aveva rimandato la demolizione. La sospensione ottenuta era legata ai timori dei comitati di quartiere, preoccupati per l’intensa costruzione di opere che presto saranno messe in cantiere al posto del Velodromo. Quest'area é passata dal 2000 dal Coni ad Eur Spa, che ha concordato nel 2003 con il Comune di Roma la riconversione del terreno in "Città dell'acqua e del benessere", un centro fitness acquatico, con tanto di piscine, alberghi, un edificio di 21 mila metri quadri a via dell’Oceano Pacifico e 38 mila metri quadri di parcheggio con un’affluenza prevista di 10 mila persone. La sospensione ordinata dal magistrato ha posto la situazione per ore in bilico tra il bizzarro e il rischioso. Nella struttura erano state piazzate 1800 mine al plastico e 180 detonatori pronti a rendere polvere e calcinacci l’ex impianto olimpionico: di fatto una bomba a cielo aperto. A rompere gli indugi è stato il Prefetto Mosca, che valutata la situzione di pericolosità ha ordinato che le cariche fossero fatte brillare. Tre squilli di tromba, un boato e la fine della storia del Velodromo. Un pezzo di storia del mio quartire che va in fumo...

giovedì 24 luglio 2008

24 luglio 1972

Oggi festeggio i miei "primi 36 anni"! Che vecchio che stò diventando! In questi giorni non riesco a trovare un minuto per postare qualcosa sul blog... ne approfitto ora per farmi gli auguri di buon compleanno! Quest'anno non posso proprio lamentarmi per i regali ricevuti: iPod 3g, scarpe e profumi! Certo... non ho molta voglia di replicare con grande fretta questo giorno... ma i regali sono ben accettati anche tutto l'anno!

lunedì 21 luglio 2008

Misteri della mente umana

Quella che riporto di seguito é una triste notizia che riguarda un'avvenimento accaduto nella mia città, Roma, nello scorso weekend. Mi limiterò semplicemente alla cronaca, perché ogni commento mi sembra superfluo.

"Julian Monit, francese di 37 anni, ha ridotto in fin di vita la figlia di quattro anni picchiandola e sbattendole la testa contro i marmi dell’Altare della Patria. L’uomo è stato subito bloccato dai vigili urbani e dai carabinieri e arrestato con l’accusa di lesioni gravissime. La bambina, in condizioni gravissime, è stata ricoverata all’ospedale Bambino Gesù e sottoposta a intervento neurochirurgico. I forti colpi le hanno provocato un profondo trauma cranico. Alcuni passanti che hanno assistito alla scena hanno descritto l’uomo come un forsennato, che in un primo momento è riuscito a divincolarsi da chi lo bloccava e ha cominciato a prendere lui stesso a testate il marmo alla base del monumento così come aveva fatto con la figlia. Monit è stato medicato al Fatebenefratelli e quindi trasferito nel carcere di Regina Coeli. "

domenica 20 luglio 2008

Valentino infinito

La gara di questa sera é stata una vera e propria battaglia! Non so se avete seguito in notturna il moto Gp di Laguna Seca, ma é stata una gara veramente avvincente... finalmente il primo vero scontro tra Rossi e Stoner. Si sono sfidati veramente fino al limite della forza di gravità...finché Stoner non é "andato dritto"! Certo, il dottore evasore aveva perso un pò del suo "magico appeal" nei confronti dei suoi tifosi per quanto fatto con il fisco italiano, ma non possiamo proprio negargli i meriti sportivi che si guadagna ad ogni gara sui circuiti di tutto il mondo. Grande Vale!

sabato 19 luglio 2008

16 anni fa la morte di Borsellino

Oggi, 19 luglio, sono passati 16 anni dalla strage di via D'Amelio a Palermo in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e 5 uomini della sua scorta. Tra le varie iniziative per ricordare il magistrato scomparso c'è da segnalare soprattutto quella della magistratura. Alle undici si terrà un incontro nell'aula magna del palazzo di giustizia a cui parteciperanno il presidente della Corte d'Appello Armando D'Agato, il presidente dell'Anm, Guido Lo Forte, il presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati, Enrico Sanseverino, il vicepresidente dell'Anm nazionale Gioacchino Natoli e il pm Antonino Di Matteo. Sedici anni non sono stati ancora sufficienti tuttavia per avere una conclusione definitiva delle varie inchieste legate alla strage. Identificati gli autori materiali, restano ancora alcuni misteri. La nostra italietta di serie C non si smentisce mai. "In sedici anni la lotta alla mafia ha ottenuto risultati importantissimi, ma Cosa Nostra si è rigenerata ed è mutata. È entrata nel mondo degli affari e della politica. E se è logico che la mafia cerchi questi appoggi, è meno logico che li trovi" ha dichiarato Rita Borsellino. Per la sorella del magistrato ucciso "ora bisogna guardare a queste collusioni. L'eredità di mio fratello è viva ma sempre minacciata. Le previste riforme della giustizia sono una grande contraddizione, vanno in una direzione opposta alla sua. Questo significa celebrarne la morte".

venerdì 18 luglio 2008

Maledetta mailbox di libero!

Sono ormai passate un paio di settimane dall'ultimo restyle grafico del sito di libero. Dallo stesso momento sono incominciati i miei problemi con la mailbox. Possiedo infatti 3 differenti account che utilizzo costantemente e questo vuol dire semplicemente ricordarsi ulteriori password. Per esperienza personale utilizzo password complesse, con lettere e numeri. Queste password, inoltre, sono differenti tra di loro, per evitare eventuali problemi di hackeraggio. Il mio problema, ora, é che questi stramaleddetti amministratori di sistema si divertono a cambiare (quasi con cadenza giornaliera) le impostazioni o la metodologia di accesso. Come in molti avrete già notato, più di una volta, si riceve il messaggio "account non riconosciuto". Soltando dopo un cambio password é possibile accedere nuovamente con il proprio account per consultare la posta elettronica. Il mio problema é che ho cambiato la password diverse volte, arrivando ad utilizzarne nuove e complesse ma ora stò veramente per andare in tilt! Non é infatti possibile utilizzare le vecchie password e questo mi impone l'utilizzo di nuove... sapete cosa vuol dire ricordarsi uteriori password per uno come che che si occupa di amministrazione di sistemi? In questo momento sono proprio in tilt e, lunedi, spero solo di ricordarmi ancora le password che ho impostato quest'oggi, altrimenti non leggerò mai più la mia posta personale!!! Stamaledico veramente chi amministra questo portale in modo così poco professionale.... e ti prendono anche in giro: "Entra in Libero Mail. Con pochi click puoi..."

giovedì 17 luglio 2008

Pistorius: niente 400 mt a Pechino

Questa volta, per fortuna, é il "campo" a dare il suo verdetto. Purtroppo però Oscar Pistorius non correrà i 400 metri alle Olimpiadi di Pechino. Lo sprinter sudafricano con protesi ad entrambe le gambe ha fallito a Lucerna l’ultimo tentativo di centrare il minimo olimpico di 45"55 sulla distanza dei 400 metri. Pistorius ha corso la distanza in 46"26, abbassando di 11 centesimi il suo primato personale. Ma per lui c'è ancora una speranza: potrebbe essere scelto come sesto uomo della 4x400. L'annuncio giovedì o venerdì, quando la federazione sudafricana avrà stabilito la squadra per Pechino. Subito il segretario generale della Iaaf, Pierre Weiss, si affrettato a rilasciare una dichiarazione ufficiale in cui esprime tutta la sua preoccupazione per l'incolumità di corridori in caso fosse schierato come staffettista dalla sua squadra. "Le dichiarazioni della Iaaf sono contrarie alla decisione del TAS del 16 maggio 2008 che lo ha riammesso alle competizioni senza condizioni", si legge nella nota dei legali del sudafricano. "Si tratta di un ulteriore tentativo della federazione internazionale di ostacolarne la presenza nelle maggiori gare internazionali di atletica". Avrà tempo e modo di migliorarsi il ventunenne atleta e sono sicuro che non mancherà l'appuntamento con la storia alla prossima olimpiade. Quella di Pechino non é degna di essere ricordata per i meriti di quest'atleta.

mercoledì 16 luglio 2008

Alfabetiere 2.0

In questi giorni mi stò prendendo troppo sul serio e continuo a divagare troppo su concetti noiosi e ripetitivi... ma che posso farci se, a vedere tutto questo schifo, mi "girano le p****"?!?. Ops! Scusate la volgarità! Ora ricomincio a prendere le notizie più alla leggera e, per ritornare a quello che é lo spirito di questo blog, pubblico un bel "Alfabetiere moderno", anche se, secondo me, c'è veramente poco da ridere, perché sono sicuro che mia figlia studierà l'alfabeto sicuramente su qualcosa del genere! Avete notato che nel blog manca qualcosa? Ieri notte mi sono messo a giocare con il codice HTML sperando di apportare qualche miglioramento estetico al blog ma ho fatto solo un gran casino! Ma che razza di sistemista sono se mi sono dimenticato di effettuare una copia di backup?!? Che figuraccia!

Siamo proprio un'italietta di serie C

Eccovi una bella sfornata di ottimismo direttamente dalle prime pagine dei maggiori quotidiani italiani di oggi:

La Repubblica
Dati pessimi nel bollettino. Pil invariato, produzione in calo. Consumi e investimenti al palo. Istat: inflazioneal 3,8%, la più alta dal 1996. In Borsa bruciati 147 miliardi. Milano -2,5. Record per euro (1,60) e benzina. Bush: "Fiducia nella ripresa".

Il corriere della sera
Il Pil crescerà di appena lo 0,4% sia nel 2008 sia il prossimo. L'incremento dei consumi non andrà oltre lo 0,2% nel 2008 e lo 0,3% nel 2009. Rischio mutui: al 70% a tasso variabile.

La stampa
In Europa bruciatiquasi 150 miliardi.Draghi: consumi e investimenti fermi
Il bollettino di palazzo Koch: «Paese in stallo, il Pil rallenta».La Fed: aumenta l'allarme per inflazione, «significativi rischi» per la crescita Usa. E dopo le parole di Bernanke crollano le piazze europee. Euro record.


L'espresso
Benzina alle stelle, servizi scadenti, costi altissimi. Per risparmiare si va all'estero, si riducono i soggiorni, si fanno debiti. Fuggono anche gli stranieri. Ora l'Italia è 28ma nelle classifiche del turismo.

Tgcom
Nel primo trimestre 2008 i consumi delle famiglie sono stagnanti e non c'è nessun segnale per la ripresa nel secondo trimestre dell'anno. Corre invece l'euro tocca il massimo sul dollaro. E l'inflazione vola ai massimi dagli ultimi 12 anni.

Ora, anche solo dopo aver letto le prime righe dei vari notiziari on-line (vi ricordo che mi rifiuto di seguire i telegiornali), é veramente difficile trovare le parole giuste per continuare con questo post, anche solo cercando di essere ironici, perché ci siamo dentro ormai tutti! Io ci provo ad essere frivolo e sono comunque fiducioso del nostro futuro da serie C. Tanta fiducia in me deriva principalmente da due motivi: primo, se andiamo negli Stati Uniti possiamo fare veramente i signori (previa prenotazione del volo con congruo anticipo!) e, secondo, a settembre ci sarà finalmente la riforma della giustizia. Una riforma che tutti noi vogliamo, specialmente in questo periodo, ed attendiamo con grande fiducia il nuovo testo legislativo, certi che in questo modo risolleveremo definitivamente l'economia del nostro paese e diraderemo difinitivamente le nubi di una sorte avversa sulla nostra povera Italietta da serie C. E' proprio questo ciò che ci meritiamo e non c'é ne destra o sinistra che tenga. Tutto questo per dirvi: "domani non alzatevi dal vostro letto: sarà peggio di come sembra!"

martedì 15 luglio 2008

La festa delle olimpiadi

Le prossime olimpiadi, che cominceranno tra poco meno di un mese, continuano a far parlare di se, nel bene e nel male. Un'olimpiade che, almeno fino ad ora, ha uno "spirito olimpico" ben poco visibile. Si svolgeranno in un paese in cui regna un regime che governa con pugno di ferro il "proprio podere". Certo, visto il numero così elevato di cinesi un pugno duro ci vuole proprio, ma non in questo senso! Il comitato organizzatore delle Olimpiadi di Pechino ha oggi diffuso le regole di ingresso alle strutture che ospiteranno le gare dei Giochi. Un bel modo per divertisi in un evento che dovrebbe avvicinare i popoli grazie allo sport. Mi immagino quanti volti allegri saranno presenti sulle tribune... io, al solo pensiero di quanto mi sarebbe costato l'ingresso ad un evento sportivo (dal punto di vista economico), mi metterei sibito a piagere! Comunque, nel caso qualcuno di voi avesse acquistato i biglietti e stesse per recarsi a questa manifestazione sportiva, eccovi un breve riassunto degli ultimi divieti (aggiornate quanto prima la vostra lista!):
  • sono severamente vietati striscioni e bandiere (più grandi di due metri per uno);
  • vietati libri e opuscoli di contenuto commerciale;
  • vietati libri e opuscoli di contenuto religioso;
  • vietati libri e opuscoli di contenuto politico;
  • vietati libri e opuscoli di contenuto militare;
  • vietati libri e opuscoli di contenuto relativo ai diritti umani, all'ambiente o alla difesa degli animali;
  • non si potrà portare con sè strumenti musicali, trombette e fischietti;
  • vietato scattare fotografie utilizzando il flash;
  • sarà bandita in Cina ogni tipo di manifestazione politica, religiosa e di propaganda razziale in qualsiasi luogo di gara e nelle altre aree;
  • telecamere e registratori saranno completamente banditi dai siti di gara ad esclusione delle sole tv accreditate;
  • potranno entrare negli impianti solo bandiere dei Paesi iscritti al comitato Olimpico e Paraolimpico (vietato quindi sventolare i vessilli di Tibet e Taiwan);
  • fuori dagli stadi dovranno restare bottigliette e lattine, strumenti musicali e accendini;
  • sarà ovviamente proibito inveire contro gli arbitri, gli atleti e altro personale;
  • non sarà tollerato nessun tipo di scommessa, sit-in o dimostrazione;
  • vietato ubriacarsi, denudarsi o svolgere qualunque attività che ostacoli i giochi o sia considerato illegale dalla legge cinese;
  • zainetti troppo ingombranti verranno sequestrati;
  • sono vietati gli slogan a favore dei diritti umani, della tutela ambientale o che servano per raccogliere fondi;
  • solo i cani guida potranno entrare negli stadi;
  • non è consentito l'ingresso a walkie talkie e radio.

Per non sbagliare sappiate comunque che gli organizzatori hanno stilato in tutto 26 tra norme e divieti riassunti nello slogan "Buoni costumi per Giochi di successo" e pubblicati su un relativo manuale già rinominato "libretto rosso". Vorrei proprio sapere cosa succederebbe al malcapitato di turno se, sbadatamente, si dimenticasse di togliere il flash alla propria macchinetta mentre scatta le sue foto: Nadia e Marco (un mio amico) sono famosi per aver scattato foto con i flash nei luoghi più riservati e controllati della terra, ma solo per dimenticanza! Ma non tutto è proibito. I cinesi fanno sapere che un oggetto bandito dagli stadi di Atene 2004 a Pechino sarà consentito: l'ombrello! A patto che "non ostacoli la vista di chi siede nelle file retrostanti". Come non detto! Comunque, concludendo il mio post giornaliero, in questo momento mi é proprio difficile provare simpatia per un paese come la Cina, e non sono certo queste regole ad influenzare il mio pensiero. Buona olimpiade a tutti!

lunedì 14 luglio 2008

Una migrazione infinita!

Finalmente ho finito! La migrazione Sap di ambienti BW, con relativo upgrade di Oracle a 10g e migrazione Unicode é terminata! Una fatica pazzesca, durata più di tre settimane, weekend compresi! Non ce la facevo proprio più. Per fortuna tutto si é concluso nel migliore dei modi, anche in "perfetto orario" con quelle che erano le scadenze previste! Ora me ne torno beatamente in sede a coccolarmi la mia bella scrivania in attesa di poter incominciare le mie meritate ferie ad agosto... ne approfitterò per pianificare nel migliore dei modi la prossima vacanza in Germania ed Olanda.

Tale padre, tale figlio

Questa é una notizia che, per motivi di tempo legati al mio lavoro, non ho avuto modo di postare. Ne approfitto subito oggi, perché mi sembra di rilevante importanza per il proseguio della nostra giornata! Si parla infatti (indirettamente) di politica e, più recisamente, del figlio del "Senatur" Umberto Bossi. La tesina su "La valorizzazione romantica dell'appartenenza e delle identità" non è servita a Renzo Bossi a superare gli esami di maturità presso il liceo Bentivoglio di Tradate. Il suo lavoro, ispirato al federalismo e a Carlo Cattaneo, non gli ha consentito di superare la fatidica soglia del "60", voto minimo per ottenere il diploma. Per Renzo si tratta del secondo stop alla Maturità. Ecco il commento di don Gaetano Caracciolo, rettore del Bentivoglio, " La tesina è solo una parte dell'esame e il ragazzo ha dovuto sostenere anche 3 prove scritte e un esame orale. Bossi si è presentato qui da privatista, non so che tipo di preparazione abbia seguito". Deve essere proprio difficile trovare gli stimoli per studiare avendo un padre tanto importante, potente e ricco! E' proprio vero che i figli rappresentano agli occhi del mondo quello che sono veramente i genitori e, questo caso, non ne é che una conferma. La sua preparazione culturare é comunque in linea con quella del parlamento italiano. Può comunque esserne fiero il padre e pensare di candidarlo alle prossime elezioni europee. Tutta questa pubblicità non ha fatto altro che accrescerne la stima negli elettori!

sabato 12 luglio 2008

E' morto Gianfranco Funari

Se n'è andato in mattinata, in punta di piedi: senza far confusione e creare troppi problemi. Gianfranco Funari, cabarettista e showman televisivo, è morto sabato mattina nell'ospedale San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da 5 mesi per gravissimi problemi cardiaci e polmonari. Aveva 76 anni. Nel 2007 l'ultima avventura tv, l'Apocalipse Show sui temi ambientalisti: avrebbe dovuto rivoluzionare il sabato sera di Raiuno e invece si rivelò un grande flop. Ciao Gianfranco.

Il G8 discute di pirateria informatica

Durante il loro ultimo incontro al vertice annuale in Giappone, i membri del G8 si sono organizzati per firmare un accordo, chiamato Anti Counterfeiting Trade Agreement (ACTA) contro la pirateria. Il testo del G8 recita: “Noi incoraggiamo l’accelerazione dei negoziati per stabilire un nuovo quadro giuridico internazionale, ACTA, e cercare di completare i negoziati entro la fine di quest’anno". Cosa rappresenterà l’ACTA per gli utenti del P2P? Non è chiaro: il grado di segretezza che circonda i negoziati è soprendente, e non è possibile avere notizie certe. Sostanzialmente nessun rappresentante del G8 vedrà il testo completo dell’ACTA fino a quando non sarà pronto a firmare, almeno secondo quanto emerso da alcune indiscrezioni. Dietro l’ACTA ovviamente vi sono i suggerimenti della RIAA, che ha lavorato a stretto contatto con i redattori del testo giuridico. Ed in questa occasione le proposte della RIAA vanno ben oltre la legislazione americana in materia di diritti d’autore online. Fortunatamente l’Unione Europea non sembra essere d’accordo con questa politica. Certo, quello della pirateria informatica é un problema, ma altri problemi più seri ed importanti dovrebbero essere posti in primo piano invece di pensare ai guadagni delle major discografiche. Ecco le nuove idee e la nuova strategia della RIAA, che cerca di "ungere gli ingranaggi del potere" per sferrare a livello globale un nuovo attacco planeario a tutti gli utentii utilizzatori di software P2P, accusati di scaricare illegalmente qualche file MP3 per uso personale: la RIAA stà proprio diventando noiosa ed inopportuna come il vaticano.

giovedì 10 luglio 2008

Internet e la sicurezza dei dati

Quali sono i pericoli cui si va incontro se rispondi a quelle 'fantastiche offerte' che appaiono nella tua casella di posta elettronica da un mittente completamente sconosciuto? Se lo hai ordinato, il prodotto arriverà veramente? I tuoi dati saranno passati a altri 'elenchi di spam'? Il tuo computer potrebbe essere infettato da Spyware o Malware o peggio ancora, potresti diventare una vittima del cybercrime?

Questo é il messaggio di benvenuto che troverete sul nuovo sito che la McAfee, leader mondiale sulla sicurezza informatica, ha preparato per sensibilizzare gli utenti sui problemi legati allo spamming ed al phishing (cliccate sui link delle parole per conoscerne il significato). Questo sito nasce a seguito di un esperimento durante il quale 50 persone di tutto il mondo hanno navigato sul web senza protezione per 30 giorni. I partecipanti che hanno aderito sono stati autorizzati a navigare su siti dove la maggior parte degli utenti di Internet non andrebbe, in modo da scoprire quali sarebbero state le conseguenze correlate con la loro navigazione. Dopo aver studiato i blog quotidiani e analizzato lo spam, i ricercatori di McAfee confermano che gli spammer sono più attivi che mai e utilizzano sempre più trucchetti psicologici per ingannare gli utenti Internet con l'obiettivo di spingerli a fornire i loro dati personali, informazioni sulla loro identità e anche denaro. L'esperimento dimostra chiaramente che lo spam continua a evolvere, utilizzando sempre più lingue straniere e sfumature culturali, e che sta diventando sempre più mirato, per evitare di essere individuato. In questo esperimento, il primo nel suo genere, i partecipanti di 10 nazioni hanno ricevuto oltre 104.000 messaggi spam, vale a dire una media di 2.096 messaggi a testa, l'equivalente di 70 messaggi al giorno. Uno degli obiettivi di McAfee era quello di evidenziare che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, lo spam non è solo un semplice fastidio, ma rappresenta una vera e propria minaccia e non mostra alcun segno di rallentamento. Molti dei messaggi spam ricevuti erano email di phishing, email che si presentano come fonti attendibili per acquisire illegalmente informazioni riservate come nome utente, password e dettagli del conto corrente. Altre email includevano virus e molte altre spingevano a installare di nascosto malware sui computer, convincendo i partecipanti a navigare su siti web pericolosi. Alcuni partecipanti hanno inoltre notato una diminuzione nella velocità di elaborazione del computer, oltre a un maggior numero di pop-up che si aprivano senza alcuna possibilità di controllo da parte dell'utente. Ecco quindi un'ulteriore conferma sulla pericolosità della navigazione su internet senza le dovute precauzioni (qualora ci fossero stati ancora dei dubbi!) e l'importanza di conservare in modo scrupoloso e sicuro le proprie informazioni personali, anche quelle legate ad un semplice indirizzo email.

Domani sarà un grande giorno!

Siete tutti pronti? Domani, venerdi 11 luglio 2008, é il giorno dei giorni per la telefonia mobile! Il punto di svolta, il punto di non ritorno per la tecnologia e la telefonia mobile. Scommetto proprio che siete tutti in trepidante attesa per l'imminente sbarco in Italia dell'iphone 3G. Nooo?!? Ma come?!? Bhe, a dire il vero neanche io sono in "trepidente attesa"! Che buffonata! I media sembrano impazziti per quest'evento. Non si parla d'altro. Ma poi, chi se lo comprerà? Ma avete visto quali sono i costi reali di quest'oggetto? Si parte da un minimo di 200 euro (per la versione da 8gb del telefono), un canone mensile di 30 euro (da pagarsi per almeno 24 mesi) a cui aggiungere il costo delle telefonate e degli sms (rispettivamente 15 cent al minuto per le chiamate e 15 cent per gli sms). Tutto questo se avete scelto TIM come operatore di telefonia mobile. Se invece scegliete Vodafone, il costo delle chiamate al minuto scende a 9 centesimi, a l'abbonamento mensile é di 9 euro, a cui aggiungere 10 euro al mese per il traffico internet. Concludendo, non possiamo certo dire di aver fatto un'affare! Se segliessimo infatti Vodafone (sembra essere l'offerta più conveniente), pagheremo almeno 456 euro di canone più 200 euro di telefono. Certo l'importo é a rate, come piace tanto a noi italiani, ma é veramente così importante leggere la posta quando non siamo a casa o in ufficio? Mha?!? Ognuno spende i suoi soldi come meglio crede, ma sicuramente i miei interessi in questo momento sono sicuramente altri! AH! Se proprio non riuscite ad arrivare a domani mattina per comprare il vostro iPhone, sappiate che già dalla mezzanotte di questa sera sarà possibile comprare il vostro gioiellino presso i principali centri di telefonia dei due operatori mobili. Potrete così destinare a tempo di record parte del vostro stipendio su una nuova rata mensile da pagare! Beati voi! Un'ultima cosa! Tutti gli articoli che leggerete nei prossimi giorni su riviste o su internet avranno sicuramente come titolo: "lo abbiamo provato per voi!", Ma che novità é questa?!? Io l'avevo già provato a novembre 2007 a New York... certo, hanno aggiunto qualche funzionalità, ma non mi sembra proprio così diverso! Spendete gente, spendete!

mercoledì 9 luglio 2008

Le flatulenze del ruminante

A pensarci bene viene quasi da ridere, ma questi simpatici ruminanti sono tra le maggiori cause nell'emissione di metano nell'atmosfera. I gas emessi da questi animali durante la digestione delle fibre vegetali sono infatti nocive per la stabilità del nostro clima. In Argentina questo problema è particolarmente sentito a causa del’elevata presenza di allevamenti di bovini, ed hanno incominciato a sperimentare nuovi sistemi per studiare pià a fondo questo problema. Gli scienziati stanno infatti utilizzando un serbatoio gonfiabile attaccato all’animale per raccogliere tutte le “emissioni corporee climalteranti" (rutti, feci e flatulenze). Il risultato visivo dell’operazione é decisamente ridicolo ma almeno il motivo di studio questa volta é molto serio! L'obbiettivo infatti é quello di riuscire a coinvogliare in modo poco invasivo i gas prodotti dall'animale e riutilizzarli per usi umani. Gustatevi il video sugli esperimenti, anche se é in spagnolo, e pensate a questi poveri ruminanti con un tubo fissato nello stomaco ed un "pallone d'aria" sulla schiena perché non se la devono passare molto bene!

martedì 8 luglio 2008

Rivive il mito di Jim Morrison

Sulle pagine del Daily Mail l'ex tastierista dei Doors, Ray Manzarek, fornisce alla stampa un incredibile scoop su Jim Morrison. Secondo le sue affermazioni sembrerebbe infatti che Jim Morrison in realtà non sia morto e ora viva alle Seychelles. Secondo Manzarek, Morrison avrebbe simulato la sua morte nel 1971 e oggi continuerebbe a vivere in incognito nelle splendide isole dell'Oceono Indiano. La tragica scomparsa del leader dei Doors risale a trentasette anni, quando il cantante fu trovato morto nella vasca da bagno del suo appartamento parigino e da allora le speculazioni su un'eventuale montatura non si sono mai fermate, ma ufficialmente Morrison è morto per collasso cardiaco, ufficiosamente per un'overdose di eroina. Manzarek ha però raccontato la sua storia: "Jim era un'anima inquieta, era sempre in cerca di qualcosa di diverso nella vita, e anche sei anni di successo e di eccessi con i Doors non erano abbastanza per lui". Un anno prima di morire, Morrison mostrò ai suoi compagni una brochure delle Seychelles e disse: "Non sarebbe un luogo perfetto per fuggire, mentre tutti pensano che sei morto?". Al tempo Manzarek non ci diede molto peso. Quando apprese della morte di Jim si trovava in California, non prese sul serio la telefonata del manager Bill Siddons, allora come oggi: "La mia prima reazione fu che la morte di Jim era solo un'altra chiacchiera da Rock'n'Roll". Siddons fu spedito a Parigi per scoprire la verità. Troppo tardi, però, perchè Morrison era già stato sepolto da quattro giorni al cimitero parigino di Pere Lachaise. Nessuno ha mai esaminato la salma del cantante e la bara fu sigillata subito dopo la morte del musicista. "Mi chiedo sempre se la sua morte sia stata una raffinata messa in scena", ha concluso l'ex tastierista. Certo, se questa scelta di vita fosse veramente stata fatta da Jim Morrison la mia stima in lui crescerebbe, ma ho seri dubbi in un suo "lucido momento di ravvedimento". Ma tu guarda che si deve fare "ppé campà!".

lunedì 7 luglio 2008

Il tassista romano? Un grande furbo!

Da diverse settimane il mio lavoro mi vede impegnato a Milano per tutta la settimana, per terminare una migrazione SAP presso un cliente. Per questo motivo, con una certa frequenza, stò utilizzando per i miei spostamenti il taxi. Da bravo osservatore ho notato subito con quanta grazia i tassisti della capitale cercano in tutti i modi di alzare il prezzo della corsa. In quattro settimane infatti non sono mai riuscito a pagare la stessa tariffa, pur facendo sempre la stessa strada negli stessi orari (senza mai incontrare traffico). Grazie al web check-in mi muovo infatti sempre abbastanza in ritardo e cerco sempre di prenotare i miei voli in orari "tranquilli", in modo da ridurre al minimo gli inconvenienti, anche perché i miei margini sono abbastanza ridotti. Nella mia battaglia quotidiana con i tassisti ho capito veramente che il più debole perde e, soprattutto, PAGA! Questo quanto pagato per ogni mia tratta, partendo da casa mia ad Acilia, ed arrivando all'aeroporto di Fiumicino:


GIORNO

ORARIO

IMPORTO

07 luglio

09.45

35,00 euro

30 giugno

09.45

31,00 euro

23 giugno

09.45

29,00 euro

16 giugno

09.45

40,00 euro

12 giugno

09.45

34,00 euro

Importo medio 33,8 euro

Questi invece gli importi da me pagati per la tratta dall'aeroporto di Fiumicino a casa mia:


GIORNO

ORARIO

IMPORTO

04 luglio

13.30

32,00 euro

27 giugno

13.30

27,00 euro

20 giugno

13.30

30,00 euro

13 giugno

13.30

40,00 euro

Importo medio 32,25 euro

Tutti gli importi pagati sono documentati dalle ricevute che, regolarmente, mi faccio rilasciare per richiedere il rimborso alla mia azienda. Analizzando questi dati é facile capire le incongruenze in questo servizio. Una differenza di 13 euro non é certo frutto dell'inesperienza dell'autista o di una serie di semafori rossi troppo lunghi. A me viene proprio da pensare la furbizia del guidatore incida notevolmente sul prezzo finale. I trucchi utilizzati dai tassisti? Eccone alcuni! Per la mia partenza prenoto sempre il giorno prima il mio taxi e, puntualmente, mi ritrovo il tassista che si presenta all'appuntamento anche con 10 minuti di anticipo, con il tachimetro già fumante e carico di 5 / 8 euro, che cresceranno per ogni mio secondo di ritardo. Se, ovviamente, io non mi accorgessi della presenza, pagherei un importo ancora maggiore. Il secondo trucchetto é quello di cambiare abilmente la tariffa. Se si percorre il GRA esiste una maggiorazione d'importo che, con grande abilità, viene velocemente inserita anche quando non si percorre questa strada. Per quanto mi riguarda faccio sempre la litoranea, senza mai passare dal GRA. Altro trucco, questa volta prendendo il taxi direttamente dall'aeroporto, é la maggiorazione in partenza. In questo caso é previsto un'aggravio di 5,50 euro, come riportato da tariffario, ma é praticamente impossibile trovare una taxi che parta da fermo con meno di 8 / 10 euro già tariffati. Anche chiedendo di pagare la tariffa fissa con partenza dall'aeroporto si rischia di incappare in qualche astuzia. Nel mio caso spenderei infatti massimo 35 euro (la tariffa minima dall'aeroporto), ma in più di un'occasione hanno provato a chiedermi (insistentemente) almeno 40 euro (35 euro é l'importo riportato sul tariffario ufficiale). Pagherei comunque meno se utilizzassi sempre la tariffa a percorrenza. Quando poi l'importo da pagare era inferiore ai 30 euro, mi é stato imposto il pagamento di un'ulteriore importo per la mia valigia (un trolley di ridotte dimensioni, che porto sempre con me sull'aereo) pur di aumentare il guadagno complessivo. Vi segnalo inoltre un'ultima cosa, veramente fastidiosa per me. Quando indico come destinazione Acilia (distante pochi km dall'aeroporto) i tassisti sono sempre molto scontenti e diventano poco garbati. Alcuni tassisti, molto scocciati, volevano addirittura lasciarmi in prossimità di casa mia, e non precisamente a destinazione! State molto attenti quando mi sedete in un taxi e prestate sempre la massima attenzione al tassametro ed al guidatore. In questo settore esistono anche molti lavoratori onesti e corretti ma, almeno fino ad oggi, non ho avuto ancora la fortuna di incontrarne uno!

La spagna verso uno stato più laico

Il 37esimo congresso del Psoe (il partito socialista al governo in Spagna), conclude oggi tre giorni di lavori e traccia le linee guida di un futuro che non concilierà molto il sonno dei vescovi della Chiesa iberica (ma penso che anche il papa per questo motivo non dormirà sogni molto tranquilli!). Sono state infatti definite le linee guida di quelle se saranno le prossime azioni che il governo spagnolo intraprenderà per ribadire più che mai la laicità dello stato. Così dicendo, sono state prese importanti decisioni; ne riposto alcune qui di seguito:
  • via i crocifissi da scuole e uffici pubblici
  • niente più giuramenti ufficiali sulla Bibbia
  • niente più funerali di Stato secondo il rito cattolico
  • rivedere la legge sull'aborto
Il partito di maggioranza non prevede una tabella di marcia serrata ma una progressiva riforma della legge sulla libertà religiosa. Quasi a dire: "ora, carissimi vescovi, vi lasciamo bollire a fuoco lento!". In una nota si legge inoltre : "la Chiesa cattolica deve essere cosciente che la costituzione non le riconosce privilegi". Un bella risposta alla conferenza epìiscopale spagnola che aveva chiesto agli elettori cattolici di non votare per il partito socialista di Zapatero. L'educazione civica nelle scuole, il riconoscimento dei matrimoni omosessuali, lo snellimento delle pratiche per il divorzio, l'impulso alla ricerca biomedica: sono questi gli ulteriori argomenti che Zapatero stà affrontando. Invidio veramente la Spagna, un paese cattolicissimo al pari dell'Italia, con un "premier" che riesce a portare avanti una politica laica, scontrandosi a viso aperto con le "istituzioni cattoliche" e riuscendo ad imporre il proprio pensiero. Ma ve lo immaginate in Italia il primo ministro che prova soltanto a nominare uno di questi punti? Per prima cosa partirebbe una scomunica a gran voce da parte del gran capo della chiesa cattolica e poi ne seguirebbe una sommossa popolare guidata dagli alti gerarchi cattolici. Ma noi siamo fatti così... un paese alla deriva, non solo dal punto di vista dell'economia, ma anche per le ideologie. José Luis Rodríguez Zapatero: vieni presto in Italia e portaci una ventata di aria fresca!

domenica 6 luglio 2008

Oggi é il nostro anniversario: 6/7/03

E' proprio vero che il tempo passa e si invecchia senza accorgersene! E' passata la mezzanotte già da pochi minuti e mi ritrovo catapultato indietro di 5 anni, al 6 luglio 2003. Anche in quella giornata il caldo era insopportabile. Già! Sono passati proprio 5 anni! AO! Dico 5 anni! Cavolo! AH! Scusate! Ora mi spiego! Oggi é il mio anniversario di matrimonio con Nadia: festeggiamo il nostro quinto anniversario. Tanti auguri!!! Ormai avanziamo a passi spediti verso un raggiante futuro, in attesa di quella che sarà la tanto attesa crisi del settimo anno, nel 2010! :-)

sabato 5 luglio 2008

Intel non vuole Windows Vista

Per la Microsoft arriva l’ennesimo rifiuto ad utilizzare il suo sistema operativo Windows Vista. Intel ha infatti dichiarato di non avere nessuna intenzione di aggiornare il proprio parco macchine passando a Windows Vista. Un portavoce di Intel ha confermato che le installazioni di Vista fin qui hanno riguardato esclusivamente alcune postazioni e che non vi è alcun progetto per un aggiornamento di ulteriori workstation. Certo, nonostante gli stretti rapporti con Microsoft, il caso di Intel è veramente singolare. Ora che Windows XP é passato a "miglior vita" alla Intel potrebbero incominciare anche a pensare ad una migrazione su ambienti differenti da quelli Microsoft, pensando ad un bell'ambiente open-source come linux. Certo, che se si rifiutano loro di aggiornare le workstation con Vista, cosa potremo fare noi, poveri utenti con i nostri miseri microprocessori?

In Germania "Bild" migra su Mac

Il gruppo editoriale tedesco Axel Springer, editore dei popolarissimi quotidiani Bild e Die Welt, ha annunciato che nei prossimi mesi avvierà una titanica transizione che porterà alla graduale sostituzione dell’intera infrastruttura informatica dell’azienda da PC a Mac. Verranno prima sostituiti i CED dell’azienda (a Monaco e Berlino), con hardware Apple e software Apple e Oracle, per poi passare alla sostituzione di tutte le macchine desktop (si parla di almeno 10.000 computer) con Mac. Il passaggio è frutto di un accordo con Apple: si tratta di una delle più grandi transizioni di sistemi informatici che si sia mai vista, e sicuramente la più grande che riguardi prodotti Apple. Axel Springer diventerà il più grande gruppo industriale europeo a lavorare su Mac. Un portavoce di Axel Springer, in merito alla transizione, ha dichiarato che “si tratta di un’importante accelerazione dell’ammodernamento culturale della compagnia“, mentre per il momento da Cupertino non è arrivata alcuna dichiarazione. Per Apple si tratta di una mossa di enorme rilevanza, giunta in gran parte inaspettata: potrebbe rivelarsi un passo storico per il rilancio della piattaforma Mac in ambito enterprise.

giovedì 3 luglio 2008

La BCE alza i tassi al 4,25%

Eccola qui! E' arrivata, puntuale, una nuova "mazzata" sulle nostre tasche. La BCE (Banca Centrale Europea) ha deciso di alzare nuovamente i tassi di "rifinanziamento pronti contro termine" dello 0,25%, portando il valore complessivo al 4,25%. In America, per dare un pò di fiato ai consumatori decidono di abbassare i tassi, in Europa si preoccupano invece dell'inflazione. Altri bei soldoni che escono dalle nostre tasche quasi senze accorgercene... ma vedrete che a fine mese ve ne accorgerete eccome! Certo, dobbiamo tenere bassa l'inflazione e scoraggiare l'uso della moneta. Praticamente vogliono che noi non spendiamo i nostri soldi, per non fare salire l'inflazione, ma vogliono anche che li spendiamo, per rimettere in moto la nostra economia. Ma allora torniamo al baratto e risolviamo tutti i problemi! Tanto, ormai, chi si può più permettere spese pazze? Come si fa a scoraggiare gli acquisti ed incentivarli al tempo stesso? Mha?!? Questi sono i misteri dell'economia che, almeno per ora, mi sono del tutto preclusi. Bhe, almeno avremo la certezza che nessuno ci potra spiare ed ascoltare quando, parlando al telefono, esprimeremo tutta la nostra rabbia ripensando a quanto é salito il costo della vita, diventato ormai insostenibile per molte famiglie. Si, si pensiamo a bloccare le intercettazioni telefoniche o a sospendere i processi, perché così a noi ci restano molti più soldi in tasca!

mercoledì 2 luglio 2008

E' stata liberata Ingrid Betancourt

Ingrid Betancourt, da anni ostaggio dei ribelli colombiani, è stata liberata. Rilasciati anche tre ostaggi americani e undici militari. A liberare la Betancourt, in mano alle Farc dal 2002, è stato l'esercito colombiano: lo ha annunciato il ministro della Difesa Juan Manuel Santos. La Betancourt e gli altri ostaggi liberati sarebbero in condizioni "ragionevolmente buone". La franco-colombiana, 46 anni, era stata rapita dalle Farc nel 2002. Negli ultimi mesi si sono rincorse le voci sul deterioramento del suo stato di salute ed erano apparse delle immagini che la ritraevano molto dimagrita. Nel dare la notizia della liberazione della Betancourt, la Cnn ha citato il ministero della Difesa civile colombiano ed ha ricordato che nei giorni scorsi si trovavano in Colombia due mediatori impegnati sul caso, uno di nazionalità francese, l'altro svizzero.

martedì 1 luglio 2008

XP é stato ritirato dagli scaffali!

Accedendo al sito Microsoft in queste ore significa essere accolti da uno splash screen su Silverlight, prodotto di punta dell'azienda. Più difficile trovare info su Windows XP, ci vogliono un paio di click in più. Arrivando sul sito italiano di XP un'intera sezione è dedicata a "Il futuro di Windows XP". Non è un caso: da oggi XP non è più in vendita come prodotto stand-alone. Nonostante le innumerevoli richieste, petizioni e quant'altro, Microsoft ha deciso che il suo sistema operativo più apprezzato fino ad oggi debba uscire di scena, per lasciare posto a Windows Vista e al Windows 7 che verrà. Questo quanto scrive oggi Microsoft:

"L'anno scorso ci avete detto che non eravate ancora pronti a dare l'addio a Windows XP. Vi abbiamo dato ascolto. Ecco perché abbiamo posticipato la decisione di terminarne la vendita al 30 Giugno 2008. Apprezziamo molto il vostro attaccamento a Windows XP. Lo abbiamo visto sul nostro sito Web, nei messaggi di posta elettronica e attraverso petizioni online indipendenti. I nostri tecnici lavorano duramente per produrre software innovativi, in grado di migliorare le possibilità operative dei nostri clienti. È bello sapere da voi di essere stati determinanti. La nostra spinta verso l'innovazione a volte comporta scelte difficili. Questa è una di quelle. Dopo aver consultato attentamente i nostri clienti e i partner di settore, abbiamo deciso di procedere con il nostro programma per il superamento graduale di Windows XP a giugno"

Da oggi, Windows XP non viene più fornito ai grandi produttori di PC come Dell, HP o Lenovo. Le copie di Windows, così come i PC con sopra XP, saranno ancora in circolazione solo laddove vi siano scorte di magazzino. Presso gli assemblatori, invece, PC con XP saranno in vendita fino a gennaio 2009. Diverso il destino per gli ultraleggeri: come noto la versione "Home" di XP per questi dispositivi portatili sarà commercializzata fino a giugno 2010. Per poter attivare comunque Windows XP sul proprio PC nuovo, è necessario che quest'ultimo sia dotato di Windows Vista Business o Windows Vista Ultimate: solo con queste due versioni di Windows Vista è possibile effettuare il downgrade, un modo per spingere le vendite di Vista contando sull'eventuale necessità di continuare a comprare XP. Ad ogni modo - avverte Microsoft - per XP "sarà un lungo addio". Come noto, sebbene XP oggi ceda definitivamente il posto a Vista sugli scaffali, il supporto extended per XP da parte del big di Redmond si protrarrà fino al 2014. Rassegnatevi quindi ad utilizzare Vista o, meglio, potrete finalmente dare un'occhiata a Mac OSX o a Linux.

Un'estate da brividi

Una volta il mesetto o quasi di ferie era pressoché sacro e irrinunciabile per tutti. Che si trattasse anche solo di andare in campeggio o dai parenti al mare, quasi tutte le famiglie italiane riuscivano a ritagliarsi almeno 15 giorni di meritato riposo. E le città d’arte italiane, svuotate dei proprio abitanti, si riempivano di turisti stranieri, americani e giapponesi in prima linea. Oggi, con il clima sempre più impazzito e la crisi economica dilagante, l’estate degli italiani è più nera che mai. Basta dare un’occhiata ai dati di Telefono Blu o alle analisi dell’Associazione consumatori (o anche semplicemente al proprio portafogli) per farsene un’idea: solo un italiano su quattro, ovvero il 25% del totale, andrà in vacanza e lo farà, in media, per non più di sei giorni consecutivi. In totale, saranno due milioni in meno che lo scorso anno e molti faranno brevissimi week end o microspostamenti per incidere il meno possibile sul bilancio di fine mese. Spiagge semivuote e alberghi senza prenotazioni: questo è lo scenario generale. I cali più vertiginosi si sono registrati in Campania, come era da immaginare a causa della pubblicità negativa scatenata dal problema immondizia (nel primo trimestre del 2008 la percentuale di turisti stranieri è diminuita del 20% rispetto all’anno precedente) ma anche Trentino e Roma. Abbandonata, cosa che non succedeva da anni, dai turisti americani, ormai svantaggiati dal dollaro e, incredibile a credersi, pure dai giapponesi. E se ci voltano le spalle pure loro...