venerdì 30 maggio 2008

Tutti al mare per il ponte!

E' arrivato finalmente il primo ponte che ci introduce nella stagione estiva e già da questa mattina ho notato una forte diminuzione del traffico. Siamo tutti pronti a saltare in macchina e partire per una breve ma intensa vacanza. Le previsioni meteo, almeno per il Lazio, indicano bel tempo. Anche io e Nadia non saremo da meno ed abbiamo preparato le nostre valige per recarci in un rilassante weekend lungo al mare. Partiremo in tarda serata per recarci a Lavinio. Per questo motivo sospenderò la pubblicazione dei miei post sul blog. Si ricomincierà nuovamente a partire dal 3 giugno. Buon divertimento a tutti!

giovedì 29 maggio 2008

Pronti per il Firefox download day?

Dal blog di Firefox arriva un’altra iniziativa che non mancherà di raccogliere successi tra gli utilizzatori di questo browser: il Download Day, un giorno in cui concentrare tutti i download di Firefox 3, per giungere all’obiettivo di essere dichiarato il software più scaricato dal Guinness dei Primati. Accadrà nel mese di giugno, ma la data precisa ancora non si conosce. Il post invita a contribuire scaricando o aggiornando Firefox. E’ stato inoltre predisposto il Download Day Headquarters, un sito web in cui dichiarare la propria adesione impegnandosi a scaricarlo in quel preciso giorno; molto probabilmente la data, oltre che su questo sito, sarà inviata tramite posta elettronica a quanti avranno indicato il proprio indirizzo email. In Italia, a quanto risulta dalla mappa, siamo ancora molto pochi: aderite numerosi!

martedì 27 maggio 2008

Amy Winehouse firma autografi!

Pubblico queste bellissime foto, scelta fra tante, per deliziarvi con la bellezza della nostra amica Amy Winehouse. Una cantante famosa più per i suoi problemi legati all'assunzione di droghe che per le hit musicali... certo, bisogna però riconoscerle una voce ed uno stile musicale fuori dal comune. Questo servizio é stato fatto direttamente sull'uscio della sua casa, mentre era intenta a dispensare, in reggiseno, autografi ai fans che, allegramente, le bussavano al campanello. Il servizio fotografico prosegue poi con una serie di scatti fotografici che ritraggono la bella e brava artista intenta a buttare la spazzatura. Un intenso momento che la ritrae in uno spaccato di vita quotidiana. Non contenta di quanto già mostrato fino ad ora (e non riferivo al suo reggiseno!), viene anche inscenata una simpaticissima gag, dove la bella Amy prosegue il suo personalissimo show chiedendo ai presenti una colletta (e racimolando 40 sterline!), probabilmente per pagarsi una piccola dose di crack, di cui evidentemente ne era sprovvista al momento. Poteva un servizio fotografico di tanta bellezza essere precuso al popolo di internet? Non ditemi che mi accanisco con questo genio della musica, ma mi chiedo veramente se fosse necessario pagare un'artista per pubblicare un servizio fotografico del genere. Notizie dell'ultima ora riportano ulteriori aggiornamenti sulla vita di questa frastornata star... ha infatti appena perso il contratto discografico che la legava alla realizzazione del singolo principale del prossimo film di 007 (scelta ora ricaduta su Beyonce) ed é stata nuovamente fotografata mentre indossava i pannoloni (!!!) per recarsi in carcere a trovare il marito. Dio li fa e poi li accoppia!

lunedì 26 maggio 2008

Pubblicare fotoalbum con il MAC

Finalmente, dopo tanti impegni lavorativi, trovo un pò di tempo da dedicare al mio PowerBook Apple. Girando su internet ho trovato un software che, in parte, già conoscevo ma che é stato rilasciato nella nuova release più aggiornata. Stò parlando di JAlbum 8.0, un software freeware per Mac OS X che vi assiste nella creazione di album fotografici che potrete pubblicare sul Web o masterizzare su un DVD. E' veramente ben fatto e, inoltre, é anche completamente gratuito! Il programma elabora le immagini, le adatta al template scelto, crea il codice HTML e, se richiesto, esegue anche l’upload degli album che potranno essere ammirati con qualunque browser senza necessità di ulteriori programmi. JAlbum è molto semplice da usare ma permette anche di modificare praticamente qualunque aspetto degli album creati e non soltanto il colore ed il layout. Questa nuova release ha una serie di miglioramenti che riporto brevemente di seguito:
  • Supporto al Drag&Drop
  • Aggiunto un nuovo Editor delle Immagini
  • Aggiunti 15 nuovi filtri
  • Supporto completo a RSS
  • Supporto al Geotagging
  • Supporto ai Widget

Funziona completamente in Java ed é scaricabile dal seguente sito. Vi consiglio veramente di provarlo, perché é eccezionale!

La sonda Phoenix atterra su Marte

Ormai ci siamo! La sonda Phoenix stà per toccare il suolo di Marte. Il modulo di atterraggio Phoenix scenderà su Marte, aiutato in successione dallo scudo termico, dai paracadute e dai razzi. In sette minuti la sua velocità rallenterà da 20mila chilometri orari fino a cinque prima dell’impatto con il suolo del pianeta rosso. Se la missione dovesse avere successo, potrebbe essere il primo modulo ad atterrare senza problemi dopo le due spedizioni Viking del 1976. L’ultimo tentativo della Nasa è stato l’invio di Mars Polar Lander nel 1999, ma gli scienziati hanno perso i contatti poco prima della discesa su Marte. Finora l’Ente aerospaziale americano ha fallito più della metà degli arrivi sul Pianeta rosso. In Italia saranno le 1.53 di questa notte quando la sonda toccherà il suolo. Per chi fosse ancora sveglio, come me, può gustarsi la diretta televisiva sul sito internet di Nasa tv.


AGGIORNAMENTO DELLE 02:03
"Touchdown! A signal has been detected from Phoenix indicating that the lander is on the surface of Mars". Ecco cosa scrivono ora sul sito della NASA! La sonda é atterrata! Sono stati spesi circa 557 milioni di dollari per questa missione, con una percentuale di realizzazione vicina al 50%... credo proprio che quest'atterraggio non sia stato vissuto con un'animo molto tranquillo, ma l'importante ora é aver raggiunto l'obbiettivo!

venerdì 23 maggio 2008

YouTube non censura Al Quaeda

Il senatore americano Joseph Lieberman ha chiesto ufficialmente ai vertici di YouTube di rimuovere i video contenenti proclami e rivendicazioni di Al Quaeda che gli utenti hanno postato su internet. Ma i responsabili del popolare servizio di video-sharing gli hanno risposto di no, perché il materiale non vìola le linee guida del servizio. Lieberman, allora, non si è arreso e ha intrapreso una vera e propria crociata contro i video del terrore inseriti online, chiedendo che le linee guida di YouTube siano modificate e rinforzate per far sì che la violenza gratuita e gli estremismi siano eliminati una volta per tutte. Per Lieberman, insomma, ospitare questi proclami video significa amplificare la potenza del terrore di queste organizzazioni (e sappiamo quanto, negli Stati Uniti, si insista molto su questi temi). YouTube, dal canto suo, ha risposto che il dialogo tra istituzioni e azienda è importante, ma ha anche sottolineato come la maggior parte dei video in questione non contengano scene o linguaggi violenti, e quindi non possono essere rimossi perché non vìolano le linee guida della comunità. Rimuoverli, insomma potrebbe creare un grande precedente a cui poi in tanti potrebbero appellarsi.

giovedì 22 maggio 2008

Le password più usate

Una recente inchiesta condotta su internet ha portato all'indentificazione di quelle che sono, solitamente, le password più utilizzate dagli utenti (almeno quelli meno esperti!). Eccovi l'elenco completo:
  • password
  • 12345
  • qwerty
  • myspace1
  • password1
  • "il tuo nome"
Sarà forse la pigrizia a spingere molti utenti a scegliere una password poco elaborata, oppure una memoria un pò confusa ci spinge a sceglierne una semplice ma, di certo, è molto importante scegliere una parola chiave in cui non compaia il nostro nome né un termine molto semplice da indovinare. Inoltre, è opportuno diversificare le parole chiave per ogni servizio che utilizziamo. Mantenere la stessa password per l'accesso a più applicazioni può portare a qualche inconveniente. Infatti, se qualcuno la scoprisse, potrebbe tranquillamente provarla anche per accedere alla nostra casella email o al conto bancario. Certo, in questo caso dovrebbe disporre anche dei "codici disposiivi", ma comunque si farebbe un bel giro sulle nostre finanze, anche se a quello ci ha già pensato l'ufficio delle entrate!

mercoledì 21 maggio 2008

Videogiochi inquinanti!

Per Greenpeace Nintendo, Sony e Microsoft giocano sporco. Secondo l'organizzazione ecologista, infatti, le console prodotte dai tre colossi, Wii, PlayStation 3 Elite (PS3) e Xbox 360, contengono materiali pericolosi per la salute e proibiti dall'Ue: da qui il titolo del rapporto che lancia l'allarme, 'Playing dirty', appunto. E pensare che io ne posseggo due di queste consolle!!! Le tre console di Nintendo, Sony e Microsoft, sono finite sul banco degli imputati per essere risultate positive al test sulla presenza di plastica clorurata (Pvc), ftalati, berillio e ritardanti di fiamma a base di bromo. In particolare Xbox 360 e PS3 contengono livelli molto alti di ftalati, sostanze tossiche usate per rendere flessibile il Pvc e proibite in giocattoli e articoli per bambini venduti nell'Ue. Uno di questi ftalati, il Deph, è classificato come tossico per la riproduzione, data la capacità di interferire nello sviluppo sessuale dei mammiferi, in particolare maschi. L'altro ftalato identificato nella XBox 360, il DiNP (ftalato di diisononile), è vietato solo in quei giocattoli e articoli per bambini destinati a essere introdotti in bocca. Il bromo è stato trovato in tutti i campioni, con le concentrazioni più alte nella PS3 (13,8 209568el peso) e Wii (12,5-13385720el peso). Allo stesso tempo, le analisi hanno mostrato l'impegno da parte dei produttori di evitare o ridurre l'impiego di specifiche sostanze pericolose in alcuni materiali delle console. Nel caso di Nintendo, per esempio, le leghe di berillio non sono state identificate nei contatti elettrici di Wii ed è stato osservato un uso limitato di Pvc e ftalati. La Playstation PS3 di Sony, invece, contiene circuiti stampati 'privi di bromo' e la XBox 360 di Microsoft impiega, rispetto alle concorrenti, meno ritardanti di fiamma nelle custodie. Le console per videogiochi rappresentano, oggi, il settore più in crescita nell'industria elettronica e non é facile (se non impossibile!) trovare un'alternativa video-ludica a queste piattaforme. Mi auguro almena che dopo questa "tirata d'orecchie" i produttori invertano la tendenza, utilizzando materiali più ecologici, come si appresta a fare Apple con la prossima serie di pc portatili. Ormai si sa che l'attenzione all'ambiente é diventato un business, ma almeno ci guadagnamo tutti!

martedì 20 maggio 2008

Un numero fisso: il "mitico" 194

La sua principale colpa è quella di "aver sicuramente contribuito, lo dicono i numeri, all'inverno demografico". Per questo, è arrivata l'ora "di sgretolare il mito della legge 194" Lo chiede senza mezzi termini "Famiglia Cristiana" nell'editoriale di questa settimana. "Non si riesce a trovare una strada per rivedere questa legge: un tabù intoccabile, in un Paese dove si cambia perfino la Costituzione" sostiene il settimanale cattolico. E poi ci lamentiamo delle ingerenze dello stato Spagnolo nella nostra politica interna su decisioni in merito ai clandestini. Lo stato pontificio é uno stato estero a tutti gli effetti. Rompicoglioni, ma estero a tutti gli effetti. Ma l'affondo non finisce qui. "La legge che intendeva far emergere l'aborto, in pratica l'ha legalizzato - aggiunge Famiglia Cristiana. - I politici più avveduti, già allora, si posero il problema. Giovanni Berlinguer, senatore del Pci, disse: 'Dopo un congruo periodo di applicazione, dovremmo riesaminare le esperienze pratiche, le acquisizioni scientifiche e giuridiche e assicurare da parte di tutti i gruppi parlamentari l'impegno a introdurre nella legge le modifiche necessarie'. Esattamente quello che non è stato mai fatto". "Oggi non è più sufficiente proporre una migliore applicazione senza toccare nulla dal punto di vista legislativo - si legge ancora -. Tutti ormai, se si escludono frange femministe fuori dalla storia, Pannella e la solita rumorosa pattuglia radicale, hanno abbandonato la vecchia formula che l'aborto è 'questione di coscienza', affare privato che non attiene alla sfera del bene comune", prosegue il settimanale, "L'aborto è un fatto di rilevanza pubblica e politica. Oggi in Parlamento ci sono i numeri per sgretolare il 'mito della 194'. Si tratta di una maggioranza trasversale che, in primo luogo, fa appello ai politici cattolici". E' uno schifo. Uno schifo da parte di una casta schifosa. Leggere queste cose mi fa veramente il ribrezzo per quelli che sono i miei insegnamenti e la mia fede, lasciandomi in uno stato di costernazione totale. LA VOGLIAMO FINIRE? Ma questi signori si rendono conto di cosa vanno affermando? Loro che per scelta politica (a questo punto non si può certo parlare di scelta religiosa) hanno deciso di non procreare. Ma il nostro buon Papa Giovanni Paolo II che fine ha fatto?!? Rinchiudete in qualche cripta a pane ed acqua questa casta di grassi e ricchi feudatari, ricordandovi però di buttare per sempre le chiavi! L'oscuro Signore dei Sith ha sferrano un nuovo duro attacco al senato della Repubblica. Purtroppo questa non é finzione, ma realtà.

lunedì 19 maggio 2008

Bloccati i numeri sovrapprezzo

Dal 30 giugno stop a tutte le numerazioni telefoniche che hanno un sovrapprezzo, ossia 144, 166, 163, 164 e altre ancora: lo ha deciso l'Authority per le telecomunicazioni nel nuovo piano di numerazione nazionale. Il blocco potrà essere disattivato solo su espressa richiesta dell'utente. Non solo, ma verranno utilizzati esclusivamente i codici del tipo 89X che consentono una migliore trasparenza tariffaria. Le altre numerazioni verranno quindi progressivamente chiuse. Quanto al blocco delle numerazioni a sovrapprezzo, l'Authority fa sapere che "per i consumatori che intendono attivare comunque i servizi a sovrapprezzo, è stabilita nel Piano dell'Agcom una ulteriore tutela con l'introduzione di soglie massime di prezzo pari a uno o due euro per i servizi a tariffa flat (televoto, donazioni, etc.). Questo tipo di tariffazione a scatto singolo è stata recentemente lo strumento di una serie di truffe, oggetto di indagine da parte dell'autorità giudiziaria. A molti utenti, infatti, sono stati addebitati fino a 15 euro per il solo accesso al servizio, indipendentemente dal tempo di collegamento. Col nuovo piano di numerazione tali comportamenti illeciti non saranno più possibili". Ora non ci resta che aspettare il 30 giugno e dormire notti tranquille!

domenica 18 maggio 2008

Una macchina da festa

Ieri sera io e Nadia siamo stati al concerto di Lorenzo, in arte Jovanotti. Era un bel pò di tempo che mancavano ad un concerto di queste dimensioni. Lorenzo é una delle mie passioni musicali da circa 20 anni e lo preferisco a tanti cantanti, tanto quanto mi piacciono gli AC-DC, George Michael, Lisa Stansfield o i Morcheeba. Ieri sera il Palalottomatica era gremito in ogni ordine di posto, senza distinzione di età: grandi e piccoli insieme a ballare al ritmo delle sue note. Il concerto é stato veramente un'espolosione di energia. Un concerto di musica, colori e passioni. Una festa che ha coinvolto musicisti e pubblico con pari intensità.

Anche l'allestimento realizzato era molto bello. Un palco circolare per un contatto diretto con il pubblico ed un maxischermo su cui vengono proiettate in diretta immagini e parole. Un concerto tecnologicamente molto avanzato ma che, allo stesso tempo, ha un'anima: vero e vivo. E' una macchina da festa costruita per tirare fuori l'energia, la vitalità della band e del pubblico. Una doppia ritmica con due ottimi batteristi stranieri ed il solito, immancabile, Saturnino. Al primo accenno de "l'ombellico del mondo" l'intero palazzetto é completamente esploso: tutti in piedi sugli spalti a ballare! Anche i video usati nel concerto sono innovativi. Sono infatto realizzati da "I ragazzi della prateria", un gruppo di ragazzi di Udine che hanno sviluppato un software per trattare le immagini live in modo molto espressivo. Ed ora concludiamo con Lorenzo. E' sicuramente migliorato come performer e come musicista. Pensate che ha suonato da solo, con la chitarra, anche un suo vecchio successo: piove. Anche la voce é migliorata e, spesso, mi sono chiesto come abbia fatto a mantenere quel ritmo indiavolato che é riuscito a dare al concerto senza perdere il ritmo e, soprattutto, la voce! Un concerto da vivere, vedere e sentire: non mancate!

sabato 17 maggio 2008

Le prime offerte Wi-Max

AriADSL, una delle compagnie che ha preso il maggior numero di licenze Voip, con le quali potrà coprire l’intero territorio italiano, partendo dalla sede Umbra, ha lanciato da poco una delle prime offerte Wi-Max presenti in Italia. L’offerta prevede una connessione con 4Mbit di banda in download e 4Mbit di banda in upload; sempre nello stesso pacchetto saranno incluse anche chiamate VoIP illimitate sulla rete nazionale. Gli utenti che sottoscriveranno l’abbonamento avranno inoltre incluso nel prezzo un modem dell’operatore che fornirà funzionalità access point WiFi e centralino VoIp, utilizzando il segnale ricevuto direttamente dalle stazioni disposte sul territorio. La notizia sicuramente più interessante è sicuramente il prezzo di tutto ciò, sembra che tutto questo sarà offerto a soli 20€ al mese. Che dire, se queste sono le premesse non c’è altro da sperare che il Wi-max si estenda veramente su tutto il territorio italiano!

Cosa fare per diventare ministro



Ha sgomitato a destra e a manca per entrare anche nel cast del governo Berlusconi, in un spalla a spalla fino all'ultimo con Mara Carfagna, eterna rivale nella corsa a entrare nelle grazie di Berlusconi, ma alla fine Michela Vittoria Brambilla s'è dovuta accontentare di un sottosegretariato al Turismo. Voleva di più, a giusto merito, aggiungo io. Ma i posti "rosa" nel nuovo esecutivo erano contati, così MVB non può figurare nella parata delle ministre più belle di tutti i governi a memoria d'uomo celebrate dalla stampa estera. Peccato. Un vero peccato! Tanta bellezza (?!?) merita veramente di più! E dire che se lo meritava anche se non è stata, nemmeno nei tempi migliori, una sgallettata altrettanto agile quanto Mara Carfagna. Bisogna dire che la rossa pasionaria del centrodestra s'è data da fare come meglio poteva in ancheggiamenti sinuosi, atteggiamenti da vamp nonché in prove tecniche di trasmissione sadomaso. Merito della Gialappa's Band aver pescato negli archivi un filmato in cui MVB dà prova di essersi meritata sul campo la poltrona strenuamente voluta al Ministero del Turismo. Nel video, si può ammirare la Brambilla ai suoi esordi televisivi, impegnata in "esplorazioni notturne" come inviata dell'indimenticata trasmissione "I misteri della notte": chi potrebbe dimenticarsi tale opera d'arte?. Scusatemi per questo post di "carattere politico", ma non potevo far finta di niente dopo aver ammirato un reportage di tanta bellezza.

Pistorius verso le Olimpiadi

Oscar Pistorius potrà finalmente partecipare alle Olimpiadi! Il Tribunale ha accolto l'istanza del velocista sudafricano (che corre con protesi in fibra di carbonio al posto della gambe), contro l'esclusione dalle gare per normodotati, decisa dal Consiglio della Federatletica mondiale il 14 gennaio, in base ai test fatti all'Istituto di biomeccanica e ortopedia di Colonia. Il Tribunale "ha deciso che al momento non esistono elementi scientifici sufficienti per dimostrare che Pistorius tragga vantaggio dall'uso delle protesi".LaIaaf, invece, aveva stabilito che le protesi del velocista davano "un vantaggio meccanico dimostrabile (più del 30%) se confrontato con qualcuno che non usa le protesi". Opposto il parere del collegio giudicante che ritiene che la Iaaf non abbia prodotto "prove sufficienti" relative a "vantaggi metabolici" e a "effetti biomeccanici" derivanti dall'uso delle protesi. La decisione di Losanna riapre i giochi. Attualmente Pistorius detiene il record del mondo per amputati su tutte e tre le distanze su cui corre: 10.91 sui 100, 21.58 sui 200 e 46.56 sui 400. A questo punto, per partecipare ai 400, Pistorius dovrà ottenere il tempo minimo per partecipare alle Olimpiadi abbattendo la barriera dei 45' e 55''. Al momento, c'è già un quattrocentista sudafricano che ha ottenuto quel pass, Sishi Sisubiso (45"84 ottenuto lo scorso aprile ad Addis Abeba). Così Pistorius ò dovrà correre più veloce del connazionale Sishi o scendere comunque sotto i 45"55. Abbassando di un secondo il suo limite. Per scendere in pista nella staffetta, invece, basta la semplice convocazione. Speriamo quindi che, nel poco tempo che rimane all'inizio delle olimpiadi, riesca a migliorarsi raggiungendo i tempi limiti per la partecipazione. Sarebbe una delle poche note positive in questi giochi.

giovedì 15 maggio 2008

Non si smentiscono mai!

E' di questi giorni una notizia che mi lascia veramente perplesso... la Microsoft Mac Business Unit ha rilasciato, dopo i più recenti aggiornamenti, il primo service pack per la suite Occice 2008! Pazzesco! Non ci posso credere. Riescono a rilasciare aggiornamenti per i sistemi microsoft con una facilità disarmante e, con la (vana) speranza che tale "filosofia" cambiasse, mi trovo sul Mac rilasciato bello e pronto il nuovo service pack anche per mio fido portatile! Non ci posso credere! Non ci posso credere! Certo, il pacchetto di aggiornamenti apporta correzioni e migliorie alla stabilità e alla accuratezza di stampa, in particolare in Word, Excel e Powerpoint. Secondo quanto riportato dall’azienda di Redmond, è stata migliorata anche la compatibilità tra i documenti prodotti dalla suite Mac e le versioni 2003 e 2007 su piattaforma Windows. Ma cavolo! Ci infettate anche il Mac ora! Porcamiseria!!! Proseguendo nella lettura della lista delle migliorie apportate, si trova anche la migliore integrazione tra AppleScript e Powerpoint, in modo da poter scrivere script personalizzati per operare sul documento. Una serie di ulteriori correzioni riguarda poi Entourage, nel quale è stata migliorata la compatibilità con i server Exchange di Microsoft. L’aggiornamento, dal peso di circa 260 MB, si può scaricare dalla pagina del sito Microsoft Mactopia. Ah! Per chi non lo sapesse, esiste una sezione del sito Microsoft dedicato completamente alla mela... quando si dice che i soldi contano più dei propri ideali!

mercoledì 14 maggio 2008

La NASA assume

La Nasa sta cercando volontari per un test della durata di tre mesi. Nessuna avventura spaziale in vista, l'Ente statunitense propone solo di restare a letto per tre mesi dietro ricompensa di 17.000 dollari, al cambio (sfavorevole) attuale di circa 11.000 euro. Lo scopo è quello di testare sull'uomo gli effetti della gravità zero per un periodo prolungato in vista di possibili, future, missioni spaziali verso Marte. L'unica attività dei volontari sarà quella di illustrare agli specialisti le proprie condizioni fisico-mentali giorno dopo giorno. Come dall'annuncio pubblicato su molti giornali Usa, la Nasa specifica che l'esperimento si terrà nell'Università del Texas, nel settore medico di Galveston. Niente stravizi alimentari, la dieta, purtroppo, sarà ferrea!

martedì 13 maggio 2008

L'oscuro signore dei sith

Benedetto XVI attacca nuovamente, e duramente, la legge 194 sull'aborto. L'oscuro signore dei Sith svela finalmente il suo piano, dopo il fallimento del suo discepolo Giuliano Ferrara, malamente cacciato dalla politica italiana a suon di uova ed ogni specie di verdura nei suoi comizi. Ed ecco come giustifica il suo attacco un uomo di chiesa, che non potrà mai avere famiglia: "L'aver permesso di ricorrere all'interruzione della gravidanza, non solo non ha risolto i problemi che affliggono molte donne e non pochi nuclei familiari, ma ha aperto un'ulteriore ferita nelle nostre società, già purtroppo gravate da profonde sofferenze". L'oscuro signore interviene con parole di condanna esplicite contro la legalizzazione dell'aborto. Lo fa davanti agli 800 delegati del Movimento per la vita riuniti in udienza al Vaticano in occasione dei trent'anni della legge 194. Un evento pianificato ad arte per poter discutere dell'abolizione di questa legge. Il monito del Pontefice ribadisce la dottrina del magistero ma questa volta le accuse puntano dritte contro la legislazione parlamentare che dal 1978 autorizza l'interruzione di gravidanza. "Difendere la vita umana è diventato oggi praticamente più difficile perchè si è creata una mentalità di progressivo svilimento del suo valore". Fortunatamente la laicità dello stato é riconosciuta dalla costituzione e spero veramente che tanti appelli cadano invano, perché sarebbe veramente una follia intraprendere una battaglia in tale senso. "L'aborto, con il divorzio, è una colpa grave", aveva detto Papa Ratzinger all'Istituto Giovanni Paolo II appena un mese fa. Parlò di "piaghe". Lui che ha sperimentato in prima persona quest'esperienza puo permettersi parlare di "segni profondi e indelebili nella donna, favorendo una mentalità materialistica di disprezzo della vita". Concetti ribaditi oggi in udienza davanti ai rappresentanti del movimento guidati dal presidente Carlo Casini: "Da quando in Italia è stato legalizzato l'aborto ne è derivato un minor rispetto per la persona umana, valore che sta alla base di ogni civile convivenza, al di là della fede professata". E' importante far presente che queste regole sono valide esclusivamente per l'Italia. Il "sommo" non si permetterebbe mai ad imporre tali precetti ad un'altra nazione cattolica, come ad esempio la Spagna o la Francia, così vicine al nostro paese dal punto di vista culturale. E' meglio sospendere qui questo mio "post giornaliero" altrimenti rischio veramente la scomunica o, quantomeno, una visita da parte della pubblica inquisizione. Se questo signore incominciasse a pensare veramente al problema dei preti pedofili, che rovinano l'esistenza a ragazzi e ragazze sin da bambini, invece di limitarsi alle semplici scuse sarebbe molto meglio. Non ho mai visto un papa con idee più arretrate di questo signore. Un papa voluto dai giovani ma che sicuramente non stà dalla parte i giovani.

lunedì 12 maggio 2008

Un'home page molto... random!

La pagina iniziale del browser da molti è considerata una cosa assolutamente inutile; molti, invece, pensano sia una pagina importante per iniziare (magari la mattina) la navigazione in internet. Ci sono molti servizi che offrono pagine iniziali (da iGoogle a Netvibes, solo per citarne un paio) ma se invece volessimo qualcosa di diverso? Ci hanno pensato i creatori di WhatPage.org, un servizio gratuito che ci permette di impostare diverse pagine iniziali (fino a 100) che poi ci vengono riproposte, in maniera random, ogni volta che riapriamo il browser o ogni volta che ripremiamo il tasto “Home” nel software di navigazione.

domenica 11 maggio 2008

Il datacenter della SUN

Il datacenter all-in-one prodotto dalla Sun è tutto in un container di 6 metri e mezzo: completamente virtualizzato, integrato e preconfigurato si propone come espressione di eco-compatibilità per la potenza di calcolo ed efficienza energetica. Studiato per offrire qualcosa come 18 teraflop di capacità di calcolo e fino a 3 petabyte di spazio su disco, può esser ampliato e diversificato a seconda delle necessità. La Sun ha progettato e realizzato questo Sun Md per le situazioni di emergenza umanitaria come terremoti o inondazioni, per sistemi militari sofisticati e in applicazioni scientifiche che richiedono elevata potenza di elaborazione in situazioni estreme: è garantito dai -50 gradi del freddo russo e per i terremoti 6,5 gradi della scala Richter. Come raffreddare un “bestione da calcolo” del genere? Invece del solito onerosissimo raffreddamento ad aria, la Sun nota per il suo pallino green IT (Information technology che rispetta l’ambiente) ha predisposto un sistema di raffreddamento ad acqua in un circuito chiuso riducendo del 40% i consumi energetici anche quando non lavora a pieno regime. Non solo: i materiali sono tutti riciclabili a norme Rhos. Se qualcuno fosse interessato può contattare direttamente SunMicrosystems!

venerdì 9 maggio 2008

Disponibile la beta1 di OpenOffice 3

“The OpenOffice.org Community is pleased to announce that the public beta release of OpenOffice.org 3.0 is now available.”

Questo è l’annuncio che gli sviluppatori OpenOffice hanno dato agli iscritti alla newsletter announce@openoffice.org per il lancio della beta 1 di OpenOffice.org 3.0. Questo preannuncia novità molto importanti sul fronte MacOS X: la nuova versione del software infatti non sfrutterà più X11 ma presenterà un’interfaccia grafica basata su Aqua, il sistema grafico nativo di Mac OS X. La nota suite office Open Source si prepara così ad integrarsi finalmente al 100% con il look and feel del sistema operativo di casa Apple. E’ possibile scaricare la nuova beta sul sito ufficiale di OpenOffice.org.

giovedì 8 maggio 2008

il pesce rosso gioca e balla

Volete anche voi un pesce rosso ammaestrato? Acquistate il kit per l’addestramento della R2 fish school fatto di pali, porte, altri accessori ed un dvd in cui il dottor Dean Pomerleau, l’addestratore del pesce rosso Comet mostrato nel video, vi insegnerà ad educare il vostro amico con le pinne. La tecnica utilizzata con i delfini non nuoce all’animale, anzi approssimando sempre di più le varie fasi del comportamento si avvicina gradualmente il pesce rosso all’ordine richiesto... ma si può arrivare ad un livello tale di cretinaggine?!?

Fring adesso anche su Iphone

Da oggi anche i possessori di iPhone, potranno giovarsi dell’utilizzo di uno dei più famosi client voip e di instant messaging presente sul mercato. Andando sul sito ufficiale di Fring infatti è possibile trovare una dettagliata guida per installare fring sui cellulari di casa Apple. Fring, realizzato dall’istituto della tecnologia di Holon in Israel, ha rilasciato infatti una versione ancora in fase beta del proprio software completamente compatibile ed adattabile all’accattivante interfaccia dell’Iphone. Il rilascio ufficiale è previsto per la fine di quest’anno. La speciale versione pre-release consentirà agli utenti di ottenere un primo assaggio di fring e scoprire la libertà di essere in contatto con i propri amici e poter facilmente fare chiamate voip. e altri amici da loro preferito comunità online di telefonia mobile sul loro iPhones. Essi avranno inoltre la possibilità di rendere libero e di telefonia mobile a basso costo chiamate tramite WiFi e godersi ricco, IM-stile chat online con i propri contatti, indipendentemente dal fatto che essi sono sulla loro cellulari, PC o altri dispositivi di Internet. Come tutte le altre versioni, anche questa sarà completamente libera e gratuita.

Finalmente WinXP SP3!

Da oggi finalmente il Service Pack 3 per Windows XP in italiano è disponibile per il download. Oltre ad essere un pacchetto cumulativo, aggiunge alcune migliorie e introduce alcune funzionalità che sono presenti anche in Windows Vista. Il download è disponibile per tutti gli utenti di Windows XP, tranne agli utenti di Microsoft Dynamics RMS, che a causa di un’incompatibilità ne sarà impedito l’aggiornamento. Gli sviluppatori nel frattempo stanno lavorando alla risoluzione del noto problema, comune anche a Microsoft Windows Vista SP1. In questo service pack non è presente Internet Explorer 7, quindi in presenza di IE6 preinstallato mantiene tale software e provvede ad aggiornare solo alcuni componenti. Microsoft suggerisce anche di disinstallare Internet Explorer 8.0 beta prima di procedere all’installazione del Service Pack 3 di Windows XP; questa accortezza eviterà di dover reinstallare il SP3 al prossimo rilascio beta di Internet Explorer 8. Qui di seguito i link diretti per il download di Windows XP SP3 in Italiano per sistemi a 32 bit:

martedì 6 maggio 2008

Il Codacons ed i redditi online

Malgrado lo stop del Garante per la Privacy alla pubblicazione dei redditi tramite il sito dell’Agenzia delle entrate, ormai i dati dei redditi degli italiani, relativi all’anno 2005, sono presenti nei database dei più famosi software P2P, tra cui eMule, e sarà difficile se non impossibile bloccare la diffusione. Il Codacons chiede un risarcimento di 20 miliardi di euro, presentandosi come parte offesa al PM di Roma che indaga sulla vicenda delle denunce dei redditi su Internet. L’associazione dei consumatori in una nota ha quantificato il danno in 52 euro per ciascuno dei 38 milioni di contribuenti messi in rete, dice il comunicato. Il PM romano Franco Ionta ha aperto ieri un fascicolo contro ignoti per violazione delle norme penali sulla privacy. Il Codacons chiede anche “il sequestro degli elenchi, anche attraverso l’oscuramento dei siti che ancora lo offrono in visione gratuita o a pagamento”.

lunedì 5 maggio 2008

I 100 potenti della terra

Con Moggi fuori gioco non c'è l'ombra di un italiano nella lista dei 100 più potenti della Terra sfornata dal settimanale americano Time. Ma non c'è nemmeno Benedetto XVI nella sezione "leader e rivoluzionari", dove invece figurano il Dalai Lama, il presidente russo Vladimi Putin, Barack Obama e Hillary Clinton. Certo, la lista è marcatamente anglosassone: tra gli altri nomi, figurano anche quelli di George Clooney (nella sezione artistica), Madeleine Albright, Henry Kissinger, il Nobel per la pace Suu Kyi, Laura Bush, Marc Jacobs, Michelle Obama, Stevie Wonder, Bruce Springsteen, Mariah Carey, i fratelli Coen, Andre Agassi, Lance Armstrong, il calciatore Kakà, Oscar Pistorius, Steve Jobs, Jeff Bezos di Amazon e Rupert Murdoch. Insomma, nonostante la recente visita negli Usa, papa Ratzinger non riscuote una gran simpatia mediatica negli States. Tant'è che, assente il Papa, è presente nella lista Bartolomeo I, patriarca ecumenico di Costantinopoli. "Sono stati usati criteri assolutamente estranei a valutazioni sull'autorità religiosa e morale del Pontefice", ha commentato padre Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede. "Data la premessa fa molto piacere che il Papa non ci sia". Insomma, in Vaticano sono seccati ma cercano di non darlo troppo a vedere. "Un'assenza sconcertante: nessun quotidiano avrebbe accettato la lista, in cui si citano nomi assolutamente inverosimili", dice fuori dai denti Vian, direttore dell'Osservatore Romano. Ma è tanto importante per il vicario di Cristo essere annoverato tra i potenti? Gli ultimi saranno i primi, non diceva qualcuno?!?

venerdì 2 maggio 2008

I redditi on-line

Ufficialmente non ci sono più. Ma per chi volesse di nuovo consultarli, i redditi degli italiani rimangono in rete e sono ancora rintracciabili. Come? Semplice... grazie ad Emule si può accedere alle dichiarazioni dei contribuenti relative al 2005 impostando una semplice ricerca da un qualsiasi motore, aggirando così lo stop imposto dal Garante della privacy alla pubblicazione on line decisa dall’Agenzia delle entrate. Un’operazione in linea con la “filosofia” dello scambio di file, un sistema di link e di rimandi che accompagna il navigatore fino a scovare l’elenco della discordia: dati, nomi e imponibili. E questo perché qualcuno, prima che la decisione del viceministro Visco di rendere consultabili online i redditi degli italiani spingesse il Garante della Privacy a far fare marcia indietro all’Agenzia delle Entrate, era già riuscito a copiare le tabelle dei redditi, inserirle in reti peer to peer e renderle condivisibili attraverso programmi di condivisione dati. Insomma è successo proprio quello che paventavano le persone che mercoledì 30 aprile, dopo aver scoperto di essere finite con la propria cartella fiscale on line, hanno tempestato di telefonate le associaizoni dei consumatori: i dati sono entrati nel mare magnum della rete e basta poco perché qualche navigatore ci si imbatta. Infatti, l’aver messo in circolo i file ha subito scatenato un vero e proprio tam tam in Rete, soprattutto tra chi non ha fatto in tempo a sbirciare, dal buco della serratura, i redditi altrui. Blog e forum sono pieni di gente che domanda come (e se sia legale o meno) si può scaricare i dati fiscali e di gente disposta a spiegarlo. La questione, che ha sollevato una ridda di polemiche e diviso gli stessi italiani, continua a tenere banco: e, nelle ultime ore, è arrivata anche la presa di posizione dell’Adiconsum, associazione dei consumatori. Rendere note le dichiarazioni dei redditi degli italiani è stata “una scelta giusta, ma realizzata male” dice il presidente Paolo Landi: “i colpevoli di questa grande superficialità burocratica non possono restare a gestire un servizio così delicato”. Per l’Adiconsum, considerando il rischio di truffe basate sul furto di identità, è ora “indispensabile un appello da parte delle istituzioni ai vari motori di ricerca su internet e a tutti coloro che hanno registrato i dati dell’agenzia delle entrate a evitare di rimettere in rete” le informazioni che erano state diffuse. Anche se si tratta di “una scelta di trasparenza che possiamo condividere” dice Landi, l’Adiconsum “condivide la decisione dell’Autorità della privacy per aver interrotto e sospeso questa applicazione”. Peccato che il peer to peer non si sia fermato con lo stop dell’Autorità.

giovedì 1 maggio 2008

E’ arrivato Ubuntu 8.04

La nuova versione di Ubuntu, la 8.04 “Hardy Heron”, è finalmente arrivata e dovrebbe riscuotere un interesse ancora maggiore da parte delle realtà aziendali, almeno secondo quanto afferma l’imprenditore sudafricano Mark Shuttleworth. Ubuntu 8.04 è ufficialmente disponibile per il download, sia per sistemi desktop che per macchine server. Entrambe le release godono del cosiddetto “long term support” (LTS): la versione server sarà mantenuta aggiornata e sempre supportata per un periodo di cinque anni da oggi mentre la “desktop edition” sarà supportata per tre anni. Nel motore il kernel 2.6.24 che includerà il Completely Fair Scheduler. Il nuovo scheduler dei processi dovrebbe assicurare performance migliorate durante l’utilizzo di applicazioni foreground, velocizzando l’intera distribuzione. L’ambiente desktop si affida a GNOME 2.22 e X.org 7.3. Inoltre è presente il supporto al framework di sicurezza PolicyKit, capace di gestire al meglio la disputa dei privilegi tra un processo e l’altro, rendendo l’intero sistema più sicuro. Ubuntu 8.04 integra inoltre le ultime versioni di tutti i pacchetti open-source più famosi, come Firefox 3.0 Beta 5 e OpenOffice.org 2.4. Interessante, infine, la presenza di Wubi, un meccanismo che offre una modalità d’installazione da Windows e che permette di avviare il setup della distribuzione Linux senza necessitare di una partizione separata. Wubi si rivela quindi la soluzione ideale per testare Ubuntu senza doversi servire di un “Live CD” e senza operare modifiche alla struttura del disco fisso.

Il ritorno di Whitney Houston

La strada per tornare al successo per Whitney Houston si prospetta davvero lunga e difficile. La cantante americana, che dopo un periodo lontano dalle scene, in balia dei suoi problemi personali, è tornata a cantare, nel corso di un concerto a Tobago ha perso la voce, offrendo una performance tutt'altro che indimenticabile. I fan del posto sembrano non aver gradito e hanno fischiato sonoramente la popstar. Ne ha ancora di lavoro la Houston per far dimenticare il burrascoso matrimonio con Bobby Brown o innumerevoli guai a causa della propria tossicodipendenza. L'indimenticabile serata è andata in scena lo scorso 27 aprile. Per Whitney non si trattava nemmeno di un'esibizione particolarmente impegnativa visto che era una mezzora di concerto nell'ambito del Plymoth Jazz Festival.La sua voce è diventata a un certo punto talmente roca da essere quasi inudibile sulle note alte, in particolare al momento di cantare il suo brano di maggior successo, "I will always love you". Ma le sue difficoltà vocali non sono stato l'unico motivo di imbarazzo. Infatti, non si sa bene se a causa dello stato confusionale indotto dall'insuccesso a cui era andata incontro, la cantante ha più volte ripetuto al pubblico "grazie Trinidad!"... Peccato si trovasse nel sud dell'isola di Tobago. Unica consolazione per lei il cachet percepito: 3 milioni di dollari! Beh, Whitney può piangere con un occhio solo.

Trovate l'intruso!

Steve Ballmer è, dopo Bill Gates, uno dei più carismatici leader all'interno di Microsoft, noto anche per alcuni comportamenti particolarmente estrosi esibiti in più occasioni (ritratto ad esempio intento a gridare a squarciagola ad un congresso). Steve Ballmer é l'istrionico CEO di Microsoft. In questi giorni si trova in giro per l’Europa per condividere la visione di Microsoft sul futuro del mondo IT: poveri noi! Non si può però fare a meno di notare un ospite inatteso al fianco del CEO: lo potete notare aguzzando la vista! La foto pubblicata qui sopra é stata infatti scattata durante una sua conferenza in Belgio e, visto che abbiamo una memoria da elefanti (ma anche un efficiente sistema di ricerca!), ci siamo andati a riguardare vecchi video in cui lo “Steve sbagliato” rendeva pubbliche le sue opinioni sui portatili di Cupertino, quelli di Apple per intenderci. Molti si sono dati da fare per “scagionare” Ballmer, sostenendo che il portatile in realtà fosse lì da una conferenza precedente, oppure fosse stato messo ad arte per costringere il CEO di Microsoft all’impeachment mentre altri notano come il portatile appaia collegato al proiettore. Insomma, le indagini vengono svolte non tralasciando alcuna pista. In attesa di un quadro completo da sottoporre al GIP di turno noi ci limitiamo a chiedere: “Vuole ritrattare, signor CEO?”

Quanti compromessi!

Davvero carino questo video, che prende in giro il MacBook Air, giudicando troppi i compromessi necessari per possederne uno e suggerendo una nota alternativa “Made in Lenovo“. Io sono un fan del sottilissimo portatile con la mela a cui, pur con suoi pregi, preferisco ancora i MacBook tradizionali: ma passare ad un portatile con Windows mi sembra un compromesso ancora più azzardato!

Le avventure di Ronaldo

Publico questo post come semplice "articolo" di cronaca, perché ci sarebbe veramente poco da dire su quanto é accaduto a "el gordo". La fidanzata lo ha lasciato e, ora, potrebbe abbandonarlo anche il suo sponsor, la Nike: me lo auguro! Ronaldo paga caro lo scandalo a luci rosse che lo ha visto coinvolto a Rio de Janeiro insieme a tre trans, uno dei quali ha tentato di estorcergli del denaro. Secondo il giornale brasiliano "Extra", Maria Beatriz Antony, fino a due giorni fa convivente dell'attaccante del Milan, è tornata a Brasilia a casa dei genitori. La ragazza, hanno raccontato alcuni suoi amici al quotidiano, si erà già lamentata più volte della vita notturna un pò troppo movimentata che Ronaldo stava conducendo da quando era tornato in Brasile, in seguito all'infortunio al ginocchio rimediato durante un match di serie A col Milan. La disavventura con i tre viados sarebbe stata dunque solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Poverina, quasi mi scende la lacrima.